Volvo bus

Busworld 2019 Iveco Bus, presenta i bus elettrici eWay

Il Busworld 2019 ha significato per Iveco Bus rimarcare la propria posizione nel settore del gas (con il Crossway e il Daily), spingere sull’elettrificazione (con il marchio Heuliez) e puntare sulla connettività con un sistema per monitore, sempre, tutti  i veicoli della famiglia Iveco Bus. Sotto i riflettori anche i sistemi ibridi a marchio Iveco Bus e i filobus. Ma la vera novità è rappresentata dalla gamma eWay, la versione Iveco Bus dei bus elettrici Heuilez. La gamma contempla modelli da 9,5, 12 e 18 metri con tutti i possibili sistemi di ricarica e potenza in termini di batteria. La versione da 12 metri con 350 kWh, ha dichiarato il costruttore, ha percorso 527 chilometri (certificato dal Tuv).

Busworld 2019 Iveco Bus

Busworld 2019 Iveco Bus, nel dettaglio

Al Busworld Iveco Bus ha portato anche il Crossway NP Natural Power,  gamma compatibile al 100% con il biometano ricavato da scarti riciclati. I veicoli IVECO BUS garantiscono un’eccellente riduzione dell’impatto ambientale e rappresentano un effettivo passo avanti verso la transizione energetica. Il vantaggio ambientale si esprime anche in un risparmio di CO2 fino al 95%. Altre metodologie promettenti, come il “Power to gas”, mirano a produrre metano di sintesi a partire dall’energia di fonti rinnovabili come l’elettricità e il fotovoltaico. Questo metodo consente inoltre di garantire lo stoccaggio e la distribuzione nell’intera rete. È ormai evidente che i veicoli a gas rappresentano l’unica soluzione realmente matura, conveniente, priva di prodotti derivati dal petrolio, rilevante e atta a rispondere alle sfide della mobilità sostenibile di oggi e domani.

La gamma e le motorizzazioni

La gamma sarà introdotta con il nuovo Crossway Np Natural Power, equipaggiato con il motore di nuova generazione CURSOR 9 NP di IVECO. Questo tipo di veicolo sostenibile presenta un design intelligente, soprattutto grazie alle bombole di gas integrate sul tetto. Si tratta di una caratteristica esclusiva – tutelata da brevetto –, che ottimizza il baricentro del veicolo per massimizzare la stabilità ed il comfort di autisti e passeggeri. Questa integrazione, che garantisce la minore altezza totale del mercato, consente di utilizzare il veicolo senza particolari restrizioni.

Al Busworld 2019 Iveco Bus ha messo sotto i riflettori anche il nuovo Iveco Daily Minibus. La nuova generazione del Daily è disponibile in versione diesel e trazioni alternative e rappresenta il primo veicolo del segmento equipaggiato con motore Euro VId. Ma la cifra essenziale del nuovo Daily è la connettività.  Il nuovo Iveco Daily Minibus si presenta al mercato in quattro gamme: Pop, Line, Start e Tourys. Quest’ultima è disponibile in due versioni: il Tourys Flat Floor e il Tourys Plus. Ma non finisce qui: il listino si chiude con il Daily Electric.

Busworld 2019 Iveco Bus anche il Daily

Al top la sicurezza. Il nuovo arrivato, infatti, è equipaggiato con i sistemi Aebs, City brake pro e Traction plus, Acc e Queue assist. Bollino new anche per il freno elettrico di stazionamento, per la disposizione in cabina con un nuovo sterzo e equipaggiato con un nuovo servosterzo elettrico. Totalmente nuovo anche il cruscotto. La famiglia Daily comprende, come elemento distintivo per il mercato italiano, il Pop, progettato per il trasporto scolastico. Disponibile in 3 diverse lunghezze e potenze motore (156 CV, 180 CV e 210 CV), il Daily Pop offre una considerevole portata passeggeri per ottimizzare il costo totale di esercizio: fino a 32 passeggeri per la scuola media e fino a 45 per le elementari.

Il Daily Start è invece un veicolo “entry-level” lungo 6 metri. Disponibile con motore da 156CV o 180CV e in tre diverse lunghezze, offre molteplici allestimenti interni per ospitare fino a 22 passeggeri e uno spazio apposito per sedia a rotelle. La configurazione standard del Daily Start presenta una porta manuale scorrevole con pedana. L’entrata del veicolo è stata riprogettata per soddisfare lo standard R107 relativo alle dimensioni dei gradini. Per aumentare la versatilità del Daily, la versione base può essere implementata con optional come le porte elettriche scorrevoli con gradino retrattile o l’impianto di condizionamento centralizzato. Il Daily Start si afferma quindi come veicolo adatto a un’ampia varietà di utilizzi, dalle navette aeroportuali ai servizi di taxi.

Busworld 2019 Iveco le versioni del mini

Disponibile in 3 lunghezze e con 2 versioni di porte elettriche, il Daily Line è ideale per il trasporto extraurbano. Garantisce un’elevata capacità di trasporto passeggeri e costi operativi ridotti. Con diverse configurazioni di seduta, può ospitare fino a 22 passeggeri. Grazie alla piattaforma posteriore e ai sedili a sgancio rapido nelle ultime file, disponibili su richiesta, il Daily Line facilita l’accesso ai passeggeri con mobilità ridotta. Può essere dotato anche di equipaggiamenti speciali, come pedana per sedie a rotelle, cartello indicatore, spazio aggiuntivo per macchine obliteratrici e pulsanti di fermata.

Iveco Daily Tourys

Dulcis in fundo, il Daily Tourys Plus è il perfetto minibus turistico per viaggiare con comodità e classe. L’illuminazione a LED migliora la luminosità interna del veicolo e il benessere dei passeggeri. Il comparto bagagli da 2,5 mq e le nuove cappelliere ne fanno il miglior veicolo lo rendono il migliore in termini di spazio di deposito totale. Inoltre, è completamente conforme allo standard antiribaltamento (R66.02). Il Daily Tourys Plus è dotato di sospensione posteriore pneumatica, impianto di condizionamento, stazione multimediale audiovisiva, prese USB per ogni coppia di sedili e l’utile sistema di assistenza alla guida LDWS, che previene la distrazione e contrasta la sonnolenza dell’autista. L’esclusiva trasmissione Hi-Matic a 8 rapporti, ora una caratteristica standard, garantisce prestazioni ottimali e costi operativi ridotti, senza trascurare il piacere di guida. Più rapida e precisa rispetto tradizionale versione manuale a 6 rapporti, permette di cambiare senza interruzioni di coppia in meno di 200 ms, per garantire prestazioni di alto livello.

 

Nuovo Iveco Daily Minibus Natural Power

Dotato di un motore da 3 litri e 136 CV con una coppia di 350 Nm, il Daily Minibus Natural Power è il best in classe nel segmento. Questo motore estremamente robusto garantisce una maggior coppia e una migliore manovrabilità con l’effetto di assicurare prestazioni ottimali senza compromessi. Le prestazioni ambientali del Daily Minibus Natural Power sono notevoli quanto quelle della corrispondente versione diesel: il motore è conforme allo standard Euro VId, con una riduzione delle emissioni di particelle fini e di ossido di azoto rispettivamente del 76% e del 12% rispetto a una motorizzazione diesel, che già vanta valori estremamente ridotti. In condizioni operative reali in contesto urbano, le emissioni di CO2 del motore CNG sono inferiori del 3% rispetto al suo equivalente diesel. Tale valore raggiunge il 5% con l’utilizzo del cambio Hi-Matic. Qualora venga impiegato il biometano, poi, le emissioni di CO2 possono essere ulteriormente ridotte fino al 95%.

È la prima volta che il motore Natural Power viene abbinato all’esclusiva trasmissione automatica Hi-Matic a 8 rapporti. Questa combinazione trasforma completamente il concetto di trasporto passeggeri, rendendo il Daily Minibus Hi-Matic Natural Power il migliore della sua categoria in termini di prestazioni e rispetto dell’ambiente. È anche possibile aggiungere un retarder Telma per accrescere ulteriormente il comfort di guida e la sicurezza dei passeggeri.

Iveco Daily Minibus Electric

Presentato nel 2009 e sottoposto a costanti miglioramenti, il Daily Minibus Electric si è aggiudicato un gran numero di estimatori grazie alla sua efficienza, versatilità e capacità di rispetto dell’ambiente, che si estende anche alle batterie riciclabili al 100%. Il Daily Minibus Elettrico è un veicolo unico, utilizzabile anche nelle città con le restrizioni al traffico più stringenti. Questo minibus a emissioni zero è ideale per i centri città e i servizi di navetta. Vanta un’elevata autonomia, grazie a soluzioni con due o tre batterie al sodio cloruro di nichel ad alta densità combinate con supercondensatori ad elevata potenza, che migliorano le prestazioni del veicolo e la durata della batteria. Il sistema di frenata rigenerativa recupera l’energia cinetica e la trasforma in elettricità per ricaricare le batterie di trazione. La modalità di ricarica flessibile, brevettata da IVECO, prevede una presa elettrica e una spina singola che consentono la ricarica da una presa domestica in 24 ore, da una presa pubblica o privata in 10 ore o da una stazione pubblica di carica rapida in 2 ore.

Il nuovo Iveco Daily dispone anche del monitoraggio della pressione dei pneumatici (un unicum sul mercato), una nuova coppa dell’olio che consente un allungamento dell’intervallo tra i cambi d’olio, soluzione che porta in dote un’importante riduzione dei consumi. Sempre in questo solco il nuovo paraurti è stato realizzato in tre parti separate e i fari sono tutti a led.

Al Busworld 2019 Iveco Bus ha presentato Evadys l’ultima fatica di Iveco ed è disponibile in due diverse lunghezze: 12 e 12,96 metri. Ma non sono queste le vere peculiarità. L’Evadys, proposto sia in Classe II sia in Classe III, ha infatti il pianale a 1.142 millimetri da terra e si posiziona così a metà della gamma Iveco, tra il Crossway interurbano con pianale da 860 millimetri e il Magelys Hd con pianale da 1.400 millimetri. Caratteristiche che pongono Evadys nel segmento di mercato regionale e nazionale nonché nel settore per servizi turistici locali e a media distanza.

L’Evadys è prodotto a Vysoké Myto

Il nuovo Evadys è prodotto presso lo stabilimento Iveco Bus di Vysoké Myto, in Repubblica Ceca, ed è disponibile con tre tipi di porte per le varie configurazioni di posti a sedere: porta centrale singola, quando è richiesta una toilette centrale; porta centrale doppia per ospitare un dispositivo di sollevamento per sedia a rotelle, infine porta posteriore singola per consentire un eccezionale spazio per i bagagli di 10,2 m3 nell’interasse, con altri 1,8 m3 di portabagagli all’interno, per una capacità di carico complessiva di 12 m3 (per il modello lungo 12,96 m). Il nuovo Evadys è equipaggiato con il motore Cursor 9 che eroga una potenza di 400 cavalli e lavora in tandem con un ricco ventaglio di trasmissioni.

Busworld 2019 Scania presenta la gamma di autobus

Busworld 2019 Scania presenta la gamma di autobus di nuova generazione per il trasporto urbano. Capeggiata dall’autobus elettrico Scania Citywide, la gamma comprende autobus alimentati con i diversi carburanti alternativi, affermandosi così come la più ricca del mercato. Gli autobus della gamma Scania Citywide offrono un minor consumo di carburante, una maggior capacità di passeggeri, una miglior guidabilità e un miglior comfort per autista e passeggeri”, afferma Anna Carmo e Silva, Head of Buses e Coaches di Scania. “Il nostro obiettivo è progettare un autobus più spazioso, più leggero e pulito. Per contrastare il riscaldamento globale, è fondamentale che gli autobus offrano tutti i comfort necessari per convincere sempre più persone ad utilizzare i mezzi pubblici”.

Busworld 2019 Scania, occhio al motore

Grazie all’alloggiamento per i motori da 7 e 9 litri montato lateralmente, e grazie al motore elettrico sugli autobus urbani da 12 metri a pianale totalmente ribassato, è stato possibile ricavare tre posti in più dietro l’assale posteriore. Inoltre, il carico maggiorato dell’assale anteriore lascia spazio ad altri due sedili. Nel complesso, la capacità di passeggeri totale è aumentata fino a un massimo di 100 persone, a seconda della propulsione e del design.

Busworld 2019 Scania, abbasso il consumo

l consumo di carburante diminuisce dal 3% al 5% grazie al motore da 7 litri, la soluzione più diffusa per il trasporto urbano. Si può ottenere dall’1% al 3% in più grazie alle prestazioni ulteriormente migliorate del cambio. Con l’introduzione della funzione di start and stop, la riduzione totale del consumo di diesel e biodiesel raggiunge l’8%, mentre la riduzione si aggira intorno al 15% per gli autobus a gas. Sugli autobus suburbani low-entry, si può risparmiare ulteriore carburante grazie a Scania Opticruise. Un altro valido contributo all’efficienza nel consumo del carburante è dato dalla messa a punto dell’aerodinamica, dal Cruise Control con Active Prediction (CCAP), dalla ventola di raffreddamento elettrica, dal sistema SCR post-trattamento e dalla riduzione del peso.

Scania Citywide sotto la lente

La nuova gamma Scania Citywide ha un design interno completamente rinnovato, con colori chiari sul tetto e sui pannelli laterali. I finestrini laterali sono più ampi e hanno il bordo superiore più alto, per far entrare più luce naturale all’interno dell’autobus. Anche il soffitto è più alto; i pannelli laterali hanno un design piatto, che migliora l’illuminazione e la sensazione che la zona passeggeri sia più ampia. Il corridoio è più largo e l’illuminazione indiretta che penetra dal soffitto all’interno dell’autobus aumenta il senso di spazio e di comfort. Sia i passeggeri che l’autista beneficeranno del maggior ricircolo d’aria. Il flusso dei passeggeri sarà agevolato dal maggior spazio e diminuiranno i tempi morti alle fermate.

Scania Citywide, la meccanica

Per la variante a pianale totalmente ribassato è previsto un finestrino in più sul retro rispetto al presente Citywide, soluzione resa possibile grazie alla diversa posizione del motore. Inoltre, i clienti possono scegliere di aggiungere un ulteriore finestrino, in basso, tra l’assale anteriore e quello posteriore, che dà ancora più luce all’area passeggeri. La sospensione indipendente anteriore contribuisce a rendere il trasporto ancora più comodo, aumentando ulteriormente il livello di comfort. Per aiutare il personale nelle fondamentali operazioni di pulizia interna, l’autobus è progettato con pochissimi interstizi e spigoli, per agevolare la manutenzione giornaliera. La nuova zona per l’autista ha permesso di aumentare notevolmente l’ergonomia, grazie ad un ottimizzato posizionamento dei pedali, con più spazio per le gambe, e grazie alla possibilità di regolazione del sedile in base all’altezza del conducente, alla regolazione continua, alla miglior visibilità e alla maggior raggiungibilità. Quasi tutti i pulsanti del pannello di controllo sono impostati su base CAN e si possono personalizzare facilmente a seconda dell’utilizzo locale.

Busworld 2019 Scania

Scania Citywide, la manutenzione

La gamma completa Scania Citywide è stata progettata con un sistema elettrico comune, che facilita il monitoraggio delle condizioni e le riparazioni. All’interno della nuova gamma urbana, è disponibile il sistema di geolocalizzazione Scania Zone per tutti i gruppi motopropulsori, per assistere i guidatori e per adattarsi alle ordinanze comunali sempre più numerose volte a limitare l’inquinamento e ad aumentare la sicurezza. “Siamo consapevoli del fatto che i clienti devono prendere in considerazione l’intero sistema per raggiungere l’economia operativa totale”, afferma Carmo e Silva. “Questo include, ovviamente, fattori come il risparmio di carburante, l’uptime, le prestazioni, la capacità di passeggeri e il loro tasso di gradimento. Ci siamo dedicati con attenzione a tutti questi aspetti durante la progettazione della nuova gamma Scania Citywide e siamo sicuri di poter fornire autobus competitivi per il trasporto urbano, di oggi e di domani”.

Busworld 2019 Scania

Siamo estremamente orgogliosi di presentare la gamma più completa di veicoli a carburanti alternativi, cui ora si aggiunge una vasta scelta di autobus elettrici tecnologicamente all’avanguardia”, afferma Anna Carmo e Silva, Head of Buses and Coaches di Scania. “Il mercato degli autobus elettrici è in crescita e Scania offre prodotti e servizi eccezionali, progettati per garantire il massimo dell’uptime e dell’economia operativa”. Scania Citywide, lungo 12 metri, è dotato di un potente motore elettrico da 300 kW. Grazie al sistema di raffreddamento a getto d’olio Scania,il motore non ha limiti di coppia nemmeno sui pendii o ad alte temperature. L’autobus è in grado di mantenere la velocità di 30 km/h anche con una pendenza dell’8%. Questo sistema di raffreddamento permette di non dover rinunciare all’aria condizionata: entrambi i sistemi sono infatti pienamente operativi in contemporanea.

Busworld 2019 Scania

Scania, elettrico oggi

Le batterie sono divise tra tetto (quattro) e sporgenza posteriore (quattro), per garantire un baricentro più basso che garantisce una miglior manovrabilità e guidabilità. Tale distribuzione del peso consente all’autobus di portare fino a 95 passeggeri. Scania Cityweb elettrico, presentato a Busworld, è pensato per effettuare una ricarica rapida tramite pantografo inverso. Con meno batterie, l’autobus ha lo stesso peso dei tradizionali autobus a diesel e a gas, con una capacità di passeggeri equivalente. Oltre al pantografo di ricarica da 300 kW CC montato sul tetto, l’autobus è fornito di un sistema per la ricarica in deposito che ammette corrente sia alternata che continua. “Ha un’autonomia di 80-150 chilometri: Scania Citywide è adatto per la maggior parte delle tratte cittadine. Ogni sistema di trasporto dovrà naturalmente essere ottimizzato in base alle proprie caratteristiche, sebbene le nostre analisi dimostrino chiaramente che si raggiunge il massimo dell’economia operativa con una ricarica effettuata durante l’esercizio”, afferma Carmo e Silva. Le principali componenti, ossia le batterie e il gruppo motopropulsore, sono state pensate e progettate da Scania, per garantire la completa ottimizzazione del veicolo. Scania è responsabile quindi dell’intera soluzione, grazie alla propria rete globale, ed è in grado di assicurare la massima disponibilità sul mercato. L’autobus fa parte della nuova gamma Scania Citywide, in grado di assicurare un livello superiore in termini di capacità di passeggeri, comfort e guidabilità. La gamma è caratterizzata da un design interno più leggero e completamente rinnovato, con finestrini laterali più ampi e soffitto più alto.

Scania monitora costantemente i dati operativi dei veicoli, questo consente di stabilire con grande precisione i momenti in cui è necessario effettuare un determinato intervento di manutenzione. La manutenzione con piano flessibile combina in modo efficiente manutenzione preventiva e diversi servizi, con l’obiettivo di incrementare la durata utile del veicolo e generare redditività. Vengono inoltre ridotti al minimo gli interventi di manutenzione in officina non programmati, facilitando così la pianificazione dei trasporti.

La manutenzione con piano flessibile di Scania si basa su un sistema modulare che può essere aggiornato costantemente sulla base dei dati operativi ottenuti del veicolo. La produttività è quindi ottimizzata e le interruzioni delle attività quotidiane sono minime. Il servizio di manutenzione viene effettuato su veicoli connessi, monitorati mediante il portale Fleet Management di Scania, presso le 1.200 officine Scania connesse. Con circa 100.000 contratti di manutenzione con piano flessibile per veicoli industriali sottoscritti in tutto il mondo, Scania sfrutterà questa vasta esperienza anche per la manutenzione di mezzi per il trasporto persone.  “Gli operatori di autobus potranno contare su un ciclo di vita più lungo, su un numero inferiore di interventi in officina e sulla possibilità di ridurre il numero di ricambi”, dichiara Karolina Wennerblom, Director, Product Management and Presales, Scania Buses and Coaches.

Al Busworld 2019 Van Hool

Al Busworld 2019 Van Hool si è presentata forte di tre anteprime mondiali: la variante del coach Ex da 11 metri (annunciata a maggio), l’articolato Exqui.City alimentato a fuel cell (pronto per entrare in servizio nella città francese di Pau nell’ambito della prima linea Brt ad idrogeno al mondo) e l’elettrico Cx45E per il mercato americano.

Busworld 2019 Van Hool con tutta la gamma

Ben 18 veicoli, in tutto, saranno esposti dal costruttore belga alla fiera di casa (8 all’interno e 10 disponibili all’esterno nell’area test drive).

van hool busworld ex11

Busworld 2019 Volvo, le novità

Autobus articolato elettrico e coach da 15 metri. Sono le due novità che Volvo ha presentato al Busworld 2019. Dove il tema scelto dal costruttore svedese sarà “Crea la tua città zero” (“Create Your Zero City”).

Busworld 2019 Volvo, ecco il 7900 Electric Articulated

Al Busworld Volvo ha svelato per la prima volta il suo nuovo autobus articolato elettrico (in prova a Goteborg da un anno circa) in configurazione commerciale. Il Volvo 7900 Electric Articulated, che trasporta fino a 150 passeggeri e offre un consumo energetico inferiore dell’80% rispetto a un corrispondente autobus diesel, secondo i dati forniti dal costruttore. Il 18 metri elettrico rappresenta il completamento della gamma elettrico del costruttore svedese.

volvo

Ai mercati spagnolo e nordico è destinato invece il Volvo 9700 da 15 metri e tre assi. Che offre anche ulteriori possibilità di personalizzazione dello spazio disponibile. Così il Volvo 9700 sarà a disposizione in quattro lunghezze (12, 13, 14 e 15 metri) e per un totale di nove diverse versioni per soddisfare un’ampia varietà di esigenze.

volvo 9700 15 metri

“Con il Volvo 7900 Electric Articulated stiamo creando nuove opportunità per le città che vogliono sviluppare un trasporto pubblico sostenibile utilizzando autobus ad alta efficienza energetica, silenziosi e senza emissioni di gas di scarico. Allo stesso tempo, stiamo ampliando la nostra nuova gamma di pluripremiati autobus a lunga percorrenza con ulteriori varianti, offrendo ai clienti i giusti presupposti per una produttività ancora maggiore. La nostra gamma combinata di prodotti e servizi non è mai stata più forte e siamo meglio attrezzati che mai per lavorare con i nostri clienti per fare il passo verso il futuro e sviluppare il loro business”, afferma Håkan Agnevall, Presidente di Volvo Buses.

Busworld 2019 Daimler. eCitaro al centro, turistici tutto attorno. Daimler Buses mette il suo elettrico sotto i riflettori al Busworld 2019, e non ne fa mistero. Sono otto, in tutto, gli autobus presenti allo stand condiviso da Mercedes e Setra. Il Busworld è anche l’occasione per l’anteprima mondiale del nuovo Sprinter Travel 75.

daimler al busworld

Daimler al Busworld 2019, l’eCitaro al centro della scena

La gamma Mercedes eCitaro, entrata in produzione a fine 2018, è prodotta in serie presso lo stabilimento di Mannheim e già disponibile su ordinazione. Ad oggi l’eCitaro (che proprio ieri ha iniziato un breve periodo di sperimentazione presso Amt Genova) è in servizio in città come Berlino, Amburgo, Oslo (Norvegia) e Ystad (Svezia); altre sono state consegnate in Lussemburgo, Norvegia, Svezia e Svizzera.

Ulteriori consegne in quantità a tre cifre avverranno in Europa, non solo quest’anno, ma gradualmente negli anni successivi.

L’evoluzione dell’autobus elettrico Mercedes

Il veicolo, specificano dalla casa, è in costante sviluppo. A seconda del tipo di utilizzo, eCitaro può già essere ordinato con un massimo di dodici pacchi batterie per 292 kWh stoccabili. Il risultato è un’autonomia di circa 170 chilometri in condizioni operative tipiche degli autobus urbani, spiega il costruttore. Dal 2020, eCitaro sarà disponibile anche in una versione articolata (eCitaro G) che può ospitare circa 145 persone.

Dal 2021 in poi, eCitaro sarà dotato della prossima generazione di batterie Nmc e, nella seconda metà del 2020, di batterie allo stato solido. Dal 2022, infine, l’eCitaro sarà offerto con una maggiore autonomia grazie a un range extender a celle combustibili, che sarà sperimentato nel corso del 2021 dall’operatore di Amburgo.

Otto autobus per Daimler al Busworld

Ma è solo a tinte elettriche la partecipazione di Daimler Buses alla fiera di Bruxelles. Dal 18 al 23 ottobre, infatti, il costruttore ha presentato in totale otto autobus tra marchio Mercedes e brand Setra. Inoltre, i visitatori potranno conoscere meglio il servizio Omniplus On e Daimler Buses eMobility Consulting. I clienti potranno essere assistiti nella configurazione dei veicoli del loro centro di progettazione.

daimler al busworld

Oltre all’elettrico eCitaro, Mercedes ha portato al Busworld l’Intouro, che si caratterizza per la sua versatilità, e il Tourismo 15 RHD. Il nuovo Sprinter Travel 75 è stato presentato in anteprima mondiale. Con la sua capacità di 21+1 posti a sedere ottenuta grazie ad un nuovo assale ad alta capacità di carico, stabilisce un nuovo standard nel campo dei minibus da turismo.

Alla voce Setra figureranno il MultiClass S 415 LE business, il due piani Setra TopClass S 531 DT, i pullman a pianale alto Setra ComfortClass S 515 HD e Setra TopClass S 516 HDH.

Marino Bus Setra

eCitaro, già mille bus ordinati, dichiara Daimler

“Con i nostri marchi Mercedes-Benz, Setra e Omniplus presentiamo in fiera soluzioni sostenibili e innovative per il trasporto pubblico di domani. Il nostro obiettivo principale è quello di rendere gli autobus ancora più attraenti come mezzo di trasporto sostenibile, contribuendo così a migliorare la qualità della vita nelle aree urbane. Sosteniamo il trasporto pubblico nella transizione verso tecnologie locali a basse emissioni e a zero emissioni, fornendo consulenza e garantendo la sostenibilità degli investimenti», il commento di Till Oberwörder, direttore di Daimler Buses.

Che prosegue: «Soprattutto nel campo della mobilità elettrica, le città e le aziende di trasporto pubblico si aspettano soluzioni su misura. Grazie alla nostra offerta globale che combina consulenza e prodotto, siamo in grado di soddisfare perfettamente questa richiesta. Il fatto che siano già stati ordinati più di 1000 eCitaro dimostra che siamo sulla strada giusta. I prodotti dei nostri marchi sono integrati da offerte di servizi connessi e intelligenti, come Omniplus On, nonché da un’offerta di consulenza su misura per la mobilità elettrica. »

Autobus a idrogeno (già ‘piazzato’ a Bolzano), articolato elettrico con batterie aggiornate e filobus a tre casse. È la triade di novità che Solaris si appresta a mettere in campo al Busworld 2019 in programma a Bruxelles dal 18 al 23 ottobre. Inoltre, il costruttore polacco promuoverà un forum incentrato sulle novità in ambito di trasporto pubblico sostenibile, un’arena che vede Solaris tra i principali player.

solaris busworld urbino 18 electric

Busworld 2019 Solaris, l’Urbino 18 Electric con la sicurezza al top

Solaris presentea al Busworld 2019 una versione del 18 metri elettrico dotato di sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS) e della climatizzazione combinata con una pompa di calore. Le nuove batterie Solaris High Energy+ ad altissima densità di energia rappresenteranno la novità assoluta messa in campo da Solaris in occasione della fiera: consentiranno di equipaggiare il 18 metri con ben 550 kWh di energia.

In tema di sicurezza, il Solaris 18 Electric che vedremo al Busworld ha equipaggiato con dispositivo Mobileye Shield Plus, che riduce al minimo il rischio di collisione con pedoni o ciclisti grazie a un sistema di telecamere intelligenti che monitorano costantemente i cosiddetti angoli ciechi. Il conducente viene avvisato dei potenziali pericoli con segnali acustici e visivi.

Inoltre, l’autobus è dotato di un sistema di frenata automatica, il CMS (Collision Mitigation System): quando un radar installato su un autobus rileva il rischio di una potenziale collisione frontale, il sistema passa in modalità frenata, riducendo la velocità e alleviando così le conseguenze di una potenziale collisione.

Busworld 2019 Solaris, niente specchietti sull’Urbino 18 Electric del Busworld

Laddove gli specchietti retrovisori laterali sarebbero la scelta canonica, il Solaris da 18 metri può essere dotato di telecamere che garantiscono una migliore visibilità non solo alla luce del sole, ma anche in caso di pioggia o nevicate, nonché di notte, garantiscono da Solaris. Inoltre, le telecamere aumentano notevolmente il campo visivo e migliorano l’aerodinamica del veicolo. Questa nuova soluzione è già disponibile per tutta la famiglia Urbino.

solaris busworld urbino 18 electric

Solaris, il Trollino 24 sotto i riflettori del Busworld

Solaris è attualmente il maggior produttore di filobus nell’Unione Europea, avendo fornito oltre 1350 veicoli a clienti in 16 paesi. Il Trollino 24 bi-articolato è il veicolo più lungo finora assemblato dal costruttore polacco e vedrà il proprio battesimo pubblico al Busworld. L’idea alla base del Trollino era quella di creare una piattaforma per la futura produzione in serie di veicoli di 24 metri con trasmissione elettrica o ibrida e di filobus.

La sua catena cinematica è costituita da due motori di trazione da 160 kW ciascuno, posizionati su due assi motori. Durante il tragitto viene caricata, attraverso la catenaria, una batteria Solaris High Power da 58 kWh installata sull’autobus. Inoltre, l’energia accumulata nelle batterie può essere utilizzata per alimentare il filobus ogni volta che questo viene staccato dalla linea di trazione elettrica.

L’idrogeno fa il nido sul Solaris Urbino

Il Solaris Urbino 12 hydrogen ‘raccoglie’ l’energia necessaria per la propulsione dall’idrogeno immagazzinato nei serbatoi montati sul tetto. Attraverso un sistema a celle a combustibile, l’idrogeno viene trasformato in elettricità. A sua volta, tale potenza alimenta direttamente il propulsore dell’autobus, che consiste in un asse con motori elettrici (il Zf AxTrax montato anche sull’Urbino a batteria e sul Mercedes eCitaro). L’autobus è inoltre dotato di una batteria Solaris High Power che funge da ulteriore accumulo di energia elettrica. Secondo le informazioni rilasciate nel giugno 2018, il Solaris Urbino 12 hydrogen ha una capacità della batteria di 29,2 kWh.

solaris urbino 12 hydrogen

Solaris Talks. Al Busworld

Solaris promuoverà inoltre un drappello di appuntamenti sotto il nome “Solaris Talks”, che si terranno ogni giorno di fiere presso lo stand Solaris nel padiglione 5. Nell’ambito di “Solaris Talks” il produttore condividerà la sua esperienza e le informazioni sui suoi prodotti, ma inviterà anche esperti a parlare delle moderne tecnologie utilizzate nel campo della mobilità elettrica e dell’evoluzione del trasporto pubblico. I temi delle brevi presentazioni che apriranno la discussione riguarderanno, tra l’altro, tipi e selezione di batterie, sistemi di ricarica per autobus e filobus, veicoli a idrogeno o diagnosi a distanza per autobus elettrici.

Busworld 2019, Volvo. Autobus articolato elettrico e coach da 15 metri. Sono le due novità che Volvo ha presentato al Busworld 2019. Dove il tema scelto dal costruttore svedese sarà “Crea la tua città zero” (“Create Your Zero City”).

Busworld 2019 Volvo, le novità

Il Busworld 2019 si tiene per la prima volta a Bruxelles. L’edizione europea della più importante fiera di autobus e pullman al mondo debuttano quest’anno nella capitale belga (ed europea) dal 18 al 23 ottobre. Con una crescita del 50% della superficie espositiva netta, che passa da 40.000 mq a 60.000 mq, si prevede che sarà la più grande edizione di sempre.

busworld 2019

Busworld 2019, dal 18 al 23 ottobre 2019

L’elenco completo degli espositori di Busworld Europe 2019 può essere consultato sul sito web www.busworldeurope.org. In concomitanza con la fiera, si terrà (dal 21 al 23) la ‘International Bus Conference’, in collaborazione tra UITP e Busworld Academy. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito web www.busconference.com.

Busworld 2019

Sustainable Bus Award 2020, i vincitori a Bruxelles

Nell’ambito del Busworld 2019 si terrà anche la cerimonia di consegna del Sustainable Bus Award 2020. Nove veicoli sono stati selezionati per la fase finale, tre per ogni categoria (Urban, Intercity e Coach). La sezione Urban è stata riconfermata come territorio “riservato” agli autobus elettrici. Tra gli urbani, infatti, la sfida sarà fra tre veicoli elettrici a batteria: Mercedes eCitaro, tram Irizar ie e Heuliez GX 437 Elec.

CLICCA QUI PER IL SITO DEL PREMIO

L’anno scorso il premio è stato consegnato ad un filobus, l’Iveco Crealis In Motion Charging. Nel segmento ‘Intercity’, i finalisti sono lo Scania Interlink LD LNG (alimentato a gas naturale liquido), Iveco Crossway Natural Power in versione Normal Floor (alimentato a CNG) e, infine, l’ibrido leggero Solaris Urbino 12 LE Lite Hybrid, presentato lo scorso anno.

Sustainable Bus Award

Tra gli autobus turistici, il Mercedes Tourismo Safety Coach (provato recentemente da AUTOBUS: il servizio è pubblicato sul numero di maggio) affronterà il VDL Futura FHD2 (nella nuova versione con ZF Traxon) e lo Scania Interlink MD LNG, che si caratterizza per essere il primo LNG coach al mondo. Un esemplare di turistico Vdl è stato recentemente consegnato alla Air Pullman ed è utilizzato su linee Flixbus.

 

2019-10-17T12:04:37+02:0017 Ottobre 2019|Categorie: AUTOBUS NEWS|Tag: , , |
mobility manager