Il Metromare di Rimini ingrana la marcia, la fornitura di filobus di nuova generazione per Atm Milano è giunta a compimento, intanto debuttano in servizio altri veicoli in Emilia-Romagna.

Questa prima metà di 2021 è stata tutt’altra che avara di sviluppi per quanto riguarda i progetti filoviari, con un fermento che vede in primo piano Kiepe Electric, società del gruppo Knorr-Bremse leader mondiale per i sistemi frenanti e fornitore di riferimento di sistemi per la sicurezza di veicoli commerciali e su rotaia.

Mercato filoviario in fermento, tra Milano ed Emilia

Grande risalto ha avuto, negli ultimi anni, la maxi commessa di Atm Milano. Gare da 80 filobus sono merce rara, e il primo applicativo da 30 veicoli è ormai in servizio sulla rete milanese, dove prestano servizio sulla circolare 90/91.

I veicoli sono dotati di tecnologia In Motion Charging, con trazione su due assi e batterie di trazione per la marcia autonoma con una capacità di 45 kWh, per gli spostamenti fuori dal bifilare.

trollino milano

«A seguito delle misure restrittive dovute alla situazione pandemica, abbiamo subito diversi rallentamenti nelle attività di collaudo in fabbrica dei nuovi mezzi – spiega Calogero Taibi, da novembre 2020 amministratore delegato di Kiepe Electric in Italia -. A partire dall’estate scorsa, con i primi allentamenti delle misure restrittive, abbiamo ripreso i collaudi, tanti sono stati eseguiti anche in modalità remota con collegamenti in videoconferenza».

Procedono in questi giorni, inoltre, le operazioni di immissione in servizio di tre progetti in Emilia-Romagna, dove Tep a Parma e Seta a Modena, con una gara congiunta, hanno commissionato l’acquisto di complessivi 18 veicoli filoviari da 12m, anche in questo caso realizzati da Solaris con equipaggiamento Kiepe.

kiepe electric filobus

Metromare di Rimini: Kiepe Electric e una commessa storica

Particolare attenzione merita il Metromare di Rimini, ovvero il collegamento Trasporto rapido costiero che collega la città di Fellini con Riccione e che si caratterizza per essere la prima grande Brt lanciata in Italia. Una linea esercita tramite un drappello di nove Van Hool Exqui.city con equipaggiamento Kiepe Electric che hanno raggiunto la riviera a partire da dicembre scorso.

«Il veicolo è della stessa tipologia del veicolo a tre casse da 24m per la città di Linz che a maggio 2019 avevamo presentato a Genova, visto il forte interesse di diverse realtà italiane per questo tipo di veicoli» precisa Taibi, e ulteriori 6 pezzi sono stati ordinati a dicembre scorso dall’azienda di trasporto di Pescara (TUA SpA), per il sistema di trasporto a tecnologia innovativa tra Pescara e Montesilvano.

I 9 veicoli Exqui.city da 18 metri sono dotati di tecnologia IMC firmata Kiepe Electric, che consente una marcia di circa 15 km in assenza di bifilare, e presentano la trazione su due assi alimentati da motori dalla potenza unitaria di 160 kW. Sono inoltre dotati di impianto di videosorveglianza e prese USB.

kiepe electric filobus

Kiepe Electric: le novità del Metromare

Il sistema di trasporto realizzato a Rimini è «un caso unico sicuramente nel panorama italiano – Il percorso, interamente in sede propria e completamente elettrificato, si snoda a fianco del tracciato ferroviario per una lunghezza di 9,8 km, collega le stazioni ferroviarie di Rimini e di Riccione ed è intervallato da 15 fermate intermedie. Il tracciato è in parte a doppia via di corsa (sezione 7,30 m) e in parte singola (sezione 4,20 m); l’incrocio dei veicoli per le tratte a singola via di corsa è sempre previsto in fermata grazie all’ausilio di un sofisticato sistema di segnalamento. L’ulteriore particolarità è l’integrazione con mobilità ciclabile (su cui l’amministrazione di Rimini ha sempre investito tantissimo). I veicoli sono predisposti per il trasporto delle biciclette, andandosi ad integrare con tutta l’infrastruttura presente (bike sharing e velostazione)».

In primo piano

Articoli correlati