Il costruttore belga Van Hool ha ricevuto l’ordine di 6 filobus elettrici di 18m per il servizio di tpl dell’Abruzzo, per il collegamento tra le città di Pescara e Montesilvano. I sei veicoli saranno consegnati a partire da metà 2022 e potrebbero seguirne altri tre.

I filobus di Van Hool per l’Abruzzo: la tecnologia

Affinché i filobus di Van Hool destinati all’Abruzzo possano attraversare sezioni senza linee aeree, sarà sfruttata la tecnologia “In-Motion-Charging” (IMC) sviluppata dall’azienda tedesca Kiepe Electric. Questa  consente la ricarica della batteria aggiuntiva installata nell’autobus tramite la linea aerea durante il viaggio. Kiepe Electric fornisce l’intero sistema ad alta tensione con apparecchiature di trazione per la trazione a due assi, convertitori di bordo, caricabatterie, batterie e collettori di corrente IMC e sistemi diagnostici.

Knorr Bremse, società madre di Kiepe Electric, ha dichiarato che la nuova linea di filobus TUA (Trasporto Unico Abruzzese) è attualmente lunga otto chilometri. Poiché è già in programma di estendere la linea fino alla Corte di giustizia di Pescara, la guida a batteria senza una linea aerea è stata inclusa nelle capacità del veicolo.

Il commento e i progetti futuri

Andreas Ketterl, AD di Kiepe Electric, ha affermato che il sistema IMC contribuirà al “trasporto locale ecocompatibile nell’affascinante regione costiera di Pescara. TUA sta compiendo un passo pionieristico nel sistema di trasporto pubblico di Pescara con l’introduzione del nuovo sistema IMC, che fa già parte della vita quotidiana in numerose città italiane“.

Nel 2019, Kiepe ha fornito i sistemi IMC al produttore polacco Solaris, che aveva ricevuto ordini da Milano e Modena. In futuro, anche gli autobus da 18 metri della linea espressa TRC (Rapid Coast Transport) utilizzeranno la tecnologia IMC tra le città adriatiche di Rimini e Riccione. Van Hool sta infatti consegnando, da giugno 2020, 8 filobus del modello Exqui.City a Start Romagna, per la linea “Metromare” in esercizio tra Rimini e Riccione dal 23 novembre 2019.

Fonte immagine: PM Rimini

In primo piano

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Tutto quello che c’è da sapere sul filobus a Praga

Prendendo in analisi le reti filoviarie della Repubblica Ceca, non si può che focalizzarsi su Praga, che nel 2024 ha celebrato in grande stile il ritorno del filobus. La capitale è da sempre nota per l’imponente rete tranviaria, composta da 22 linee diurne e 9 notturne. Da alcuni anni, però, D...

FILOBUS / Speciale Svizzera: “La nostra terra promessa” (Parte II)

In Svizzera, spesso e volentieri, il filobus è preferito al tram come modalità di trasporto di forza. E non solo: è oggetto di programmi di sviluppo e di miglioramento in tutte le reti in cui è presente. Un tour su tutte le reti filoviarie del Paese ci permetterà di conoscere le principali novità. L...

Praga inaugura (il 6 marzo) il filobus da e per l’aeroporto

Dopo l’apertura della linea 58, è la volta della linea 59. Mercoledì 6 Marzo a Praga verrà aperta al pubblico la linea filoviaria  59, che sostituirà completamente la linea 119 che dalla stazione ferroviaria di Veleslavín conduce all’aeroporto di Praga “Václav Havel” Gli autobus sa...