TRAVEL 874x90

Al Busworld 2019 Byd ha presentato un 12 metri elettrico bollato come “il bus del futuro”. Un modello che, a detta dell’azienda costruttrice, garantisce «benefici sia all’operatore sia al passeggero». Il bus elettrico visto a Bruxelles presenta una nuova struttura portante, più rigida e più sicura. Aumenta, rispetto alle versioni precedenti, la capacità di trasporto in termini di passeggeri. Diminuiscono sia l’altezza totale sia le emissioni di anidride carbonica, questo grazie a un inedito sistema di climatizzazione. Rivisto anche il sistema di illuminazione interno così come l’ancoraggio dei sedili passeggeri.

Busworld 2019 BydBusworld 2019 Byd

In tema di sicurezza il nuovo 12 metri elettrico di casa Byd presenta le telecamere in luogo degli specchietti retrovisori e un nuovo sistema di emergenza che, in caso di avaria, garantisce di muovere a bassa velocità il mezzo così da raggiungere l’assistenza. Su richiesta Byd offre le sospensioni indipendenti. Per quanto riguarda le batterie queste sono equipaggiate che un sistema di raffreddamento ad acqua (BTMS) che assicura la tenuta della temperatura ottimale così da aumentarne la vita utile e ottimizzare i consumi.

Busworld 2019 Irizar

Busworld 2019 Irizar Il Gruppo Irizar punta sulla tecnologia e sulla sostenibilità. Due concetti che diventeranno il cardine del proprio stand al Busworld (18 al 23 ottobre 2019, Bruxelles). Il Gruppo basco, infatti, presenterà la propria gamma completa di autobus e autobus integrali, ibridi ed elettrici, oltre a una serie di innovazioni tecnologiche che rappresenteranno la chiave del suo futuro. Il Gruppo Irizar, che quest’anno compie 130 anni, «continua incessantemente a sviluppare nuove soluzioni e servizi per garantire un futuro più sostenibile in termini economici, sociali e ambientali».

Busworld 2019 Irizar, 130 anni di storia

In concomitanza con questo anniversario, il Gruppo mostrerà a Busworld la propria «abilità di innovazione e tecnologia e presenterà la personale strategia futura».
Si svolgerà presso lo stand numero 636 del padiglione 6 della fiera, dove, in uno stand di 2000 metri quadri dove convivranno Irizar e Irizar e-mobility, saranno visionabili sei veicoli di ultima generazione: due unità integrali a marchio Irizar (i8 e 6S), due pullman ibridi (i nuovi i4 e i3) e due autobus elettrici (il nuovo ie bus e ie tram). Tutti questi veicoli presentano innovazioni in termini di accessibilità, sicurezza, tecnologia e sostenibilità.

irizar

Busworld 2019 Irizar, uno stand all’insegna della tecnologia

La presentazione di soluzioni integrali di elettromobilità per le città avrà un’importanza particolare in un momento di costante crescita del trasporto pubblico a emissioni zero a livello mondiale. Nello stand sarà presente anche uno spazio dedicato alla tecnologia. In questa zona verranno mostrate diverse soluzioni tecnologiche sviluppate e prodotte dal Gruppo. La presentazione, in anteprima, di tutte queste novità che mostrano il posizionamento del Gruppo Irizar in tutti i segmenti del trasporto passeggeri, sia nel trasporto privato che in quello pubblico, urbano, interurbano e di lungo raggio e il suo status di punto di riferimento nel settore della mobilità sostenibile, si svolgerà presso lo stand Irizar il 18 ottobre alle 11.30.

Busworld 2019 Irizar, anche il design sul podio

Busworld diventerà così l’ambito ideale che consentirà ad Irizar di celebrare il suo 130° anniversario e di mostrare il proprio impegno nei confronti della società offrendo un servizio dall’elevato valore aggiunto per i suoi clienti in aspetti di prim’ordine quali il design, la personalizzazione, la sicurezza, il costo operativo, la tecnologia del futuro e la sostenibilità. Il Gruppo Irizar, che quest’anno compie 130 anni, è un gruppo sempre più solido e continua con decisione a sviluppare nuove soluzioni e servizi per garantire un futuro più sostenibile in termini economici, sociali e ambientali. Nello stand numero 636 del padiglione 6 da 2000 m2 è possibile ammirare sei veicoli di ultima generazione: due unità integrali marca Irizar (Irizar i8 e Irizar i6S), un pullman ibrido (il nuovo Irizar i4) e due autobus elettrici (il nuovo ie bus e ie tram). Tutti questi veicoli sono contraddistinti da innovazioni in termini di accessibilità, sicurezza, tecnologia e sostenibilità. La presentazione in anteprima di tutte queste novità, svoltasi nello stand di Irizar venerdì 18 ottobre alle ore 11.30, mostra da un lato il posizionamento del Gruppo Irizar in tutti i segmenti del trasporto passeggeri, sia pubblico che privato, urbano, interurbano e a lunga distanza, nonché la sua condizione di referente nel settore della mobilità sostenibile, e dall’altro il suo impegno con la società e con il servizio ad elevato valore aggiunto prestato ai propri clienti in aspetti così fondamentali come il design, la personalizzazione la sicurezza, il costo operativo, la tecnologia del futuro e la sostenibilità. Busworld è diventato anche lo scenario di celebrazione del suo 130° anniversario, con l’efficace messa in scena di uno spettacolo che raccoglie l’essenza del marchio, offrendo ballo, strumenti audiovisivi e musica in diretta.   Per estendere questa celebrazione agli operatori, Busworld mette a disposizione degli stessi la serie limitata 130, che comprende un pacchetto di dotazioni extra ad elevato valore aggiunto per gli operatori nei pullman modelli Irizar i8 e Irizar i6S.

Rafael Sterling, nuovo direttore generale del Gruppo Irizar

Una delle principali novità è il passaggio del testimone del Direttore Generale del Gruppo Irizar. Dopo essersi dedicato per 26 anni ad Irizar, José Manuel Orcasitas ha deciso di terminare la propria carriera professionale in Irizar per dedicarsi alla sua famiglia, agli amici e agli hobby, e dal 1 ° settembre 2019 viene sostituito da Rafael Sterling. Nato a Bilbao il 22 marzo 1975, sposato e con tre figli, è un ingegnere senior delle telecomunicazioni laureatosi presso l’Università dei Paesi Baschi e ha ottenuto un MBA Executive presso l’Università commerciale di Deusto. Prima della nomina, Rafael Sterling era il Direttore commerciale internazionale (International Business Director) del Gruppo Irizar. Rafael assume il suo nuovo incarico in un momento di grande solidità finanziaria e posizione di forza che ci consente di portare avanti i progressi e sviluppare nuove soluzioni e servizi per continuare a garantire un futuro più sostenibile in termini economici, sociali e ambientali. Oggi Irizar è un gruppo imprenditoriale formato da più di 3.400 persone, che chiuderà il 2019 con un aumento di fatturato del 15% circa, battendo ancora una volta il suo record storico e trasformando quest’anno nel migliore dei 130 anni di storia del Gruppo Irizar. Un gruppo che possiede 13 impianti di produzione, 8 marchi propri, un centro di I+D, 8 imprese proprie di distribuzione e assistenza, sviluppa la sua attività in 6 diversi settori (trasporto passeggeri, elettromobilità, energia, motori e generatori elettrici, connettività ed elettronica) e si avvale di reti di vendita e assistenza in tutto il mondo. Nell’anno in cui ricorre il 130° anniversario si celebrano anche i dieci anni da quando Irizar partecipò per la prima volta con il proprio stand a questa fiera di Busworld e da quando si è trasformata in fabbricante di pullman integrali. Analogamente si celebra il 20° anniversario di Irizar Messico e il 10° anniversario di Datik. Irizar sta intensificando costantemente la propria presenza a livllo globale, con le recenti acquisizioni di Irizar Italia, l’apertura di Irizar Benelux, il consolidamento di Irizar USA e la firma di nuovi accordi di distribuzione in Svezia, Germania e paesi come Ecuador, Argentina, Egitto e Camerun a dimostrare tale espansione. Irizar è diventata un punto di riferimento nel settore autobus e pullman, consolidandosi in mercati molto importanti e con un elevato livello di esigenza in prodotti e servizi. Non a caso continua a sviluppare e implementare la sua vasta gamma di prodotti integrali, le soluzioni integrali di elettromobilità per le città, nonché i prodotti sviluppati in collaborazione con i principali marchi di telai. La sua solidità finanziaria e l’esperienza in materia di mobilità, sia urbana che a media e lunga distanza, le permettono di proseguire sul cammino dell’innovazione, grazie alle sue conoscenze nello sviluppo di nuove tecnologie, soluzioni e servizi che garantiscono un futuro libero da emissioni. In definitiva un futuro più sostenibile in termini economici, sociali e ambientali.

 

“Sono fiero di assumere la direzione, animato soprattutto da speranza e gratitudine. Irizar è un progetto industriale molto stabile e consolidato, ma molto vivo, con grandi sfide da affrontare. Un progetto composto da persone di valore, totalmente impegnate nei confronti dei clienti, che si basa sull’innovazione come segno di identità, nell’assoluta convinzione che il futuro passi attraverso soluzioni sostenibili e nell’impegno per il talento delle persone che possono così diventare partner ideali per accompagnare gli operatori dei trasporti verso il futuro. Irizar continuerà il percorso di crescita, scommettendo sui valori che rafforzano il nostro marchio, investendo in nuovi sviluppi tecnologici che ci pongono come attori di rilevanza globale nel mercato degli autobus e dei pullman scommettendo sulla sostenibilità come valore indispensabile nella mobilità del presente e del futuro. Per raggiungere i traguardi previsti dagli obiettivi precedenti e massimizzare la redditività offerta dai nostri prodotti e servizi, continueremo a porre i clienti al centro di tutte le nostre attività. Vogliamo che Irizar continui ad essere sinonimo di vicinanza, quindi mi metto a disposizione di clienti, collaboratori, stampa, istituzioni e di tutti i membri del progetto Irizar per supportarli in tutto ciò che mi è possibile».

Pullman più efficienti, più sostenibili e più sicuri

 

Irizar continua a compiere passi da gigante nello sviluppo di nuove tecnologie e servizi che offrono soluzioni all’avanguardia per soddisfare le varie esigenze di mobilità del futuro in tutto il mondo, che riducano i consumi e le emissioni, migliorino la sostenibilità e aggiungano più valore ai clienti. I motori che vengono presentati sono conformi alle emissioni Euro6 Step D. I consumi di carburante e di conseguenza le emissioni di CO2 dei veicoli integrali Irizar sono al livello dei migliori e sempre più prossimi a 20 l / 100 km o 5 km / l per unità di 12,2 m e 19,5 t di peso massimo. Irizar è sempre attenta nell’individuare le esigenze del mondo dei trasporti su autobus o pullman nello sviluppare le tecnologie che implichino il livello minimo di emissioni oltre a garantire la redditività ai nostri clienti. Con queste premesse, attualmente stiamo investendo e sviluppando alternative ibride con autonomia elettrica e motori a combustione che utilizzano HVO e gas naturale, compresso o liquefatto. Così Irizar sarà in grado di offrire una gamma completa di veicoli convenzionali, elettrici e ibridi, soddisfacendo sempre le esigenze di ciascun cliente. Una gamma completa di ibridi con due tipi di motori a combustione, Euro6 D, da 6.7 e 8.9l, omologati per il funzionamento con diesel fossile HVO (diesel di origine vegetale) e N (gas naturale) e con e senza autonomia elettrica, oltre alle versioni con carica esterna, tramite presa o pantografo.

Una nuova generazione di Irizar i4

La nuova generazione Irizar i4, si presenta più leggera e più aerodinamica, con radar integrato al centro della parte anteriore, nuovi fari anteriori Irizar con opzione Full-LED Irizar che offrono fino al 30% in più di capacità luminosa, fendinebbia e luci di ingombro LED rettangolari, fari posteriori Full LED, un nuovo parabrezza con una maggiore curvatura, tergicristalli più robusti, un rinnovato design delle leve e della parte posteriore per ridurre le turbolenze e un paraurti posteriore a tre segmenti. All’interno spicca l’utilizzo di nuovi materiali e moderne tecnologie di produzione che migliorano la durata, l’invecchiamento e la riciclabilità dei materiali della grafica laterale, nelle parti interne e in quelle centrali del soffitto. Richiama inoltre l’attenzione il nuovo design del cruscotto che consente l’integrazione modulare di distributori automatici e sistemi SAE, la riprogettazione estetica di poltrone e la divisione bizona per generare un ambiente più caldo e moderno, la nuova linea di diffusori più robusti e funzionali, le nuove cappelliere più leggere, l’illuminazione Full Led integrata nella parte centrale del tetto e i chiusini di registrazione in acciaio inossidabile per una maggiore affidabilità e accesso durante le attività di manutenzione. La riprogettazione strutturale di questa versione, l’inserimento di nuovi materiali più leggeri e la conseguente riduzione di peso, insieme ad un frontale più aerodinamico, consentono a questo Irizar i4 un notevole risparmio di carburante.

Nuovo sistema di apertura porta con monobraccio

Irizar i8 è dotato della nuova porta Swyncro (Swing Synchro) e dell’elettronica di comando Evolution sviluppata di recente da Masats. Questo sistema rappresenta un’importante evoluzione, un cambiamento nella concezione dei sistemi di apertura delle porte per i pullman. La scorrevolezza dei movimenti, completamente orizzontale privo di zeppe o barre stabilizzatrici, consente una perfetta tenuta e l’eliminazione del rumore in viaggio, aumentando il comfort di passeggeri e conducenti. La porta è antivandalo e integra diversi sistemi all’interno dell’anta che, uniti alla semplicità dell’assemblaggio, consente di ridurre del 50% i tempi di montaggio. Il sistema Swyincro migliora inoltre sostanzialmente l’MTBF (tempo tra guasti) del prodotto, aumentando l’affidabilità e la disponibilità del veicolo. È stato progettato pensando alla massima sicurezza dei passeggeri.

 Nuovo elevatore PMR alleggerito KS8

Irizar i6S è inoltre dotato di un’innovazione, un nuovo impianto elevatore di PMR, con una significativa riduzione del peso che integra un rilevatore di indicazione delle barriere di contenimento e un dispositivo di sicurezza, per impedirne il rientro se la piattaforma è occupata. Da oltre 4 anni applichiamo metodologie di analisi del ciclo di vita (LCA) e stabiliamo le Regole di categoria del prodotto (PCR) per valutare il profilo ambientale dei nostri pullman, sia a combustione che ibridi ed elettrici, perché il nostro obiettivo è mettere a disposizione di tutti prodotti e tecnologie ambientali efficienti e all’avanguardia applicati all’intero ciclo di vita dei prodotti.   Frutto di questo lavoro è l’ottenimento quest’anno della prima dichiarazione ambientale di prodotto (The International EDP System), che ci rende la prima azienda nel settore al mondo a ottenere questa certificazione in campo ambientale.

Irizar e-mobility, un anno dopo

A un anno dal lancio delle strutture di e-mobility di Irizar nel 2018, continuiamo ad avanzare e innovare con la ferma convinzione di contribuire alla trasformazione delle città dal punto di vista della mobilità. Viene ampliata la gamma di veicoli elettrici con i modelli di autobus Irizar ie tram da 12 metri e la nuova generazione di Irizar ie bus da 12 m. Il 2019, oltre a fornire un forte impulso allo sviluppo e alla produzione di diverse soluzioni di batterie e agli investimenti nell’energia fotovoltaica, è l’anno in cui viene messa in funzione la flotta BRT elettrica (con stazioni di carica ultrarapida e lenta interoperabili) a Bayonne, Aix en Provence e Amiens. La forza lavoro è passata da 150 a 200 dipendenti, un fatto che sostiene il passo fermo con cui l’azienda affronta le sfide del futuro e conferma l’impegno per l’occupazione locale e la creazione, quindi, della ricchezza nel territorio.

Nuova generazione Irizar ie bus  

Nell’ambito della fiera Busworld, Iriziar e-mobility presenta una nuova generazione di Irizar ie bus da 12 metri, un autobus operativo dal 2014, in diverse condizioni meteorologiche per diverse città europee e i cui dati confermano la sua affidabilità e autonomia. E’ stato adottato un nuovo design esterno e interno dell’autobus, ottenendo un veicolo più attraente, efficiente, affidabile e sicuro. La parte frontale, con un tocco più marcato ed elegante, è ancora più vicina alle caratteristiche estetiche dei prodotti Irizar. E’ stato elaborato anche il design interno affinché possa includere come opzione alcune caratteristiche di Irizar ie tram tra cui vetri bassi, illuminazione laterale o schermi. Inoltre, essendo modulare, facilita la configurazione interna per il cliente. E si offre inoltre la possibilità di sostituire i retrovisori con telecamere che proiettano le immagini su due schermi situati all’interno del veicolo su ciascun lato conducente. Questa nuova generazione, disponibile nella versione da 10, 12, 15 e 18 metri, incorpora varie innovazioni e nuove batterie. Lo spazio è stato ottimizzato, ottenendo una maggiore capienza passeggeri e una maggiore modularità. La nuova generazione Irizar ie bus può essere omologata in classe 2. Una nuova generazione di batterie più efficienti in combinazione con un sistema di rigenerazione della frenata, riduce i consumi, offrendo anche una maggiore autonomia del veicolo. In ambienti urbani, imbarcando 350 kWh in un ciclo SORT 1 e in condizioni climatiche standard, otteniamo un’autonomia approssimativa di 250 km, il che significa circa 17 ore di funzionamento. Il nuovo bus Irizar ie ha una maggiore flessibilità in termini di posizione dei punti di carica (carica lento, veloce o ultrarapida) e potenze di carica più elevate (fino a 600 kW). La velocità di carica è diminuita e possiamo eseguire la ricarica lenta del veicolo in 3 ore. Abilitiamo anche l’opzione di carica rapida tramite pantografo. Oltre a rispettare la normativa antiribaltamento ECE-R66/02 nei veicoli elettrici, la normativa europea che misura la resistenza strutturale dei veicoli di grandi dimensioni per il trasporto passeggeri, oggi è in dotazione l’AVAS (Acoustic Vehicle Alerting System), un sistema di allarme acustico conforme alla normativa R138. La nuova generazione di Irizar ie bus consente la manutenzione del veicolo in modo più semplice, sicuro ed ergonomico.per ottimizzare e migliorare gli accessi dei vari punti. Nel complesso, è stato raggiunto un veicolo più affidabile, con più personalità e stile che mai. Questo veicolo completamente elettrico elimina tonnellate di emissioni inquinanti e crea un ambiente più sano e sostenibile per i cittadini.

Ampliamento della gamma Irizar ie tram

 Irizar e-mobility ha presentato Irizar ie tram di 12 m di lunghezza nell’ambito del Vertice mondiale dei trasporti pubblici organizzato dall’UITP a Stoccolma dal 9 al 12 giugno. Irizar ie tram da 18 m è stato presentato alla fiera internazionale di Busworld del 2017. Ora è in arrivo la versione da 12 m. Questo modello è diventato il fiore all’occhiello e il più venduto a tutt’oggi. E’ operativo in città come Amiens, Aix-en-Provence, Bayonne, Barcellona o Las Palmas. Irizar ie tram è un autobus elettrico a emissioni zero al 100% con caratteristiche estetiche del tram che unisce la grande capacità, la facilità di accesso e la circolazione interna di un tram con la flessibilità di un autobus urbano. Accessibilità, sicurezza, flusso di traffico e comfort dei passeggeri ispirano l’architettura interna, creando un abitacolo luminoso, confortevole, spazioso, piacevole e sicuro.

Tecnologia Gruppo Irizar – In prima linea

Lo stand ha inoltre uno spazio dedicato alla tecnologia, dove si espongono il motore elettrico con magneti permanenti e un pack di batterie, entrambi sviluppati e fabbricati dal Gruppo Irizar. Il sistema di batterie Irizar nei veicoli ibridi ed elettrici risponde ad un concetto modulare, progettato per adattarsi alle esigenze di qualsiasi operatore. Incorpora un sistema di raffreddamento che consente un’ottimizzazione della vita utile e la possibilità che i veicoli possano operare in condizioni meteorologiche estreme. È un sistema solido e sicuro conforme alle più recenti normative europee: R100 v2, R10.v5 e UN38.3.

Le diverse soluzioni che offriamo al mercato sono

  • Energy pack per ricarica lenta. Pensato in modo che il veicolo possa percorrere il numero massimo di Km e completare l’operazione con un solo carico al giorno.
  • Nano pack per una ricarica rapida. La combinazione perfetta tra autonomia e potenza di carica, ideale per operazioni miste in cui il veicolo ha autonomia sufficiente per operare nelle ore di punta. La ricarica può essere sia lenta che veloce.
  • Power pack per una ricarica ultraveloce. Questa è la soluzione per un funzionamento 24/7 con cariche fino a 600 kW.

 

Il pacco batterie Irizar è un prodotto altamente riciclabile. Il trattamento di tutti i suoi componenti è garantito attraverso un processo controllato e si sta valutando la possibilità che vengano utilizzati in altri tipi di applicazioni. Inoltre, Irizar è alla costante ricerca di prodotti sempre più efficienti con il minimo impatto ambientale.

Seconda vita e riciclaggio delle batterie

La e-mobility di Irizar in collaborazione con il Centro Tecnologico Cidetec partecipa a progetti relativi all’analisi della seconda vita delle batterie utilizzate dal bus elettrico urbano. Si stima che queste batterie raggiungeranno la fine della loro vita intorno a un SoH (State of Health) dell’80%. Quindi, devono essere sostituite e il loro uso sarà valutato per altre modalità con specifiche elettriche meno severe, come le applicazioni fisse quali lo stoccaggio elettrico di un sistema fotovoltaico o un sistema di ricarica di un veicolo elettrico. Parallelamente, lavoriamo anche sul riciclaggio con diverse aziende europee per garantire un trattamento finale di ciascuno dei componenti, controllando ciascuno dei processi in termini di sicurezza e ambiente.

Il futuro, oggi

Nella visione integrale della mobilità del futuro si combinano la tecnologia zero emissioni e l’informazione intelligente. Il Gruppo Irizar sta seguendo un percorso verso la connettività intelligente dei nostri autobus, la guida autonoma e i nuovi concetti di mobilità. Perché assumerci le nostre responsabilità nei confronti della società e dell’ambiente è un obbligo.

La sicurezza, una priorità

Nell’ambito di questa fiera Irizar ha raggiunto un accordo di collaborazione con Mobileye del Gruppo Intel, azienda leader mondiale nello sviluppo di funzionalità avanzate volte ad affrontare i diversi livelli di automazione di autobus e pullman del Gruppo Irizar e migliorare sicurezza, efficienza e connettività (5G) dei propri autobus e pullman. Una di queste caratteristiche è il sistema di prevenzione degli incidenti che identifica situazioni potenzialmente pericolose e fornisce segnali visivi e acustici per aiutare il conducente a evitare o mitigare una collisione, “fungendo da” terzo occhio” che controlla costantemente la strada davanti al veicolo”. Questo sistema intelligente avverte di un’imminente collisione frontale con veicoli o motociclette, con pedoni o ciclisti sia su strada che in città, fino a 2,7 secondi prima che questa si verifichi; aiuta a mantenere la corretta distanza di sicurezza con il veicolo che precede e avvisa con allarmi acustici e visivi se la distanza diventa pericolosa; emette allarmi visivi e acustici fino a 2 secondi prima di una collisione imminente con un ciclista o un pedone o quando si verifica una deviazione involontaria dalla corsia di guida; riconosce i segnali stradali e i segnali di limite di velocità ed è in grado di passare automaticamente dagli abbaglianti agli anabbaglianti per non abbagliare gli altri conducenti. In seguito a questo accordo, tutti i veicoli integrali Irizar saranno dotati di questi sistemi a partire da ottobre 2019.

Verso la guida autonoma

La connettività e la digitalizzazione svolgeranno un ruolo cruciale nel futuro della mobilità. Veicoli autonomi e servizi nuovi e più efficienti daranno forma a questo futuro. A livello internazionale, vengono definiti sei livelli (da 0 a 5) per classificare la guida autonoma. Questo sistema di classificazione descrive i gradi di automazione dei veicoli nonché i requisiti che il conducente deve soddisfare. Il Gruppo Irizar sta già lavorando all’introduzione di diversi livelli di automazione, sia a livello di pullman che di autobus. Per quanto riguarda i veicoli urbani a zero emissioni, il Gruppo sta partecipando attivamente a progetti locali ed europei con l’obiettivo di raggiungere il livello 5 di guida senza conducente. Stiamo inoltre lavorando nell’automazione dei pullman a media e lunga percorrenza, continuiamo ad investire in progetti per sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS). Pertanto alcune tra le funzioni principali in fase di sviluppo sono il riconoscimento dei segnali stradali, il controllo intelligente dei fari, la registrazione dei segnali, il rilevamento di biciclette, animali e pedoni, nonché il sistema di assistenza al cambio di corsia.

Connettività – Più semplice ed efficiente

Il gruppo offre inoltre sistemi intelligenti di assistenza al conducente e una gamma di dispositivi opzionali che offrono ai passeggeri una modalità ottimale di mobilità. La vasta esperienza di visione artificiale e deep-learning permette di offrire dei sistemi di gestione della flotta, di manutenzione preventiva e predittiva e guida autonoma. Inoltre il Gruppo Irizar è impegnato in progetti per sviluppare tecnologie e strategie che permettano di creare soluzioni di eMobility (trasporto pubblico urbano basato su bus elettrici al 100%) modulari, flessibili e scalabili per rendere possibile l’impiego massiccio di flotte medio/grandi di autobus elettrici, riducendo al minimo l’impatto sulla rete elettrica e i costi iniziali e operativi. Questi progetti comportano un’importante sfida strategica in quanto cercano di sbloccare le limitazioni di un mercato in espansione nel quale il Gruppo IRIZAR è entrato a far parte dal 2011.

Analisi del ciclo di vita (ACV) e Dichiarazione ambientale di prodotto (DAP)

 Irizar continua a compiere progressi significativi in ​​tutti gli ambiti che si riferiscono al miglioramento dell’ambiente, sia nel trattamento dei rifiuti che nella riduzione degli stessi, nonché nelle emissioni. Dopo oltre 4 anni di applicazione delle metodologie di analisi del ciclo di vita.(ACV), nonché di formulazione delle regole di categoria prodotto (PCR) per valutare il profilo ambientale dei pullman funzionanti a combustione, ibridi ed elettrici, quest’anno Irizar ha ricevuto la Prima Dichiarazione Ambientale di Prodotto (The International EDP System), grazie alla quale diventa la prima impresa del settore a livello mondiale ad avere ottenuto questa certificazione nel settore ambientale. Le dichiarazioni ambientali di prodotto (EPD) sono state sviluppate in conformità alla norma ISO 14025 e aggiungono una nuova dimensione al mercato, poiché consentono di ottenere informazioni sul ruolo e sulle prestazioni ambientali di prodotti e servizi. Vengono create e registrate nel contesto del programma di ecoetichettatura di tipo III e del sistema internazionale EPD, base alle normative di riferimento riportate a continuazione: UNE-EN ISO 14040:2006. (Gestione ambientale. Analisi del ciclo di vita. Principi e ambiti di riferimento). UNE-EN ISO 14044:2006. (Gestione ambientale. Analisi del ciclo di vita. Requisiti e direttive). UNE-EN ISO 14025:201. (Etichette e dichiarazioni ambientali. Dichiarazioni ambientali tipo 111. Principi e procedimenti). Product     Category Rules for preparing Environmental Product Declarations for Public and private buses and coaches (PCR 2016-04). Questo progetto di analisi del ciclo di vita è stato condotto sul modello Irizar i4 integrale da 13 metri di lunghezza, 55 posti, motore diesel DAF MX11 E6 e cambio robotizzato ZF, e verrà esteso al resto della gamma di prodotti del Gruppo Irizar.

Impianti di produzione con energia totalmente sostenibile

La politica ambientale integrale del Gruppo Irizar include l’uso di energia rinnovabile nei suoi impianti di produzione. L’esempio si trova nell’impianto di produzione di Irizar e-mobility, che ha già ottenuto il certificato di efficienza energetica di tipo A, il massimo attualmente disponibile a livello europeo. Questo è il primo impianto europeo di elettromobilità in cui tutta l’energia consumata sarà fornita dal più grande parco fotovoltaico solare situato ad Alava, nei Paesi Baschi, dove Irizar ha investito acquisendo 3 megawatt. Lo stabilimento sarà situato sulla piattaforma logistica di Arasur, nella Ribera Baja (Alava). Il parco, gestito dall’Agenzia basca per l’energia (EVE) e dal gruppo Krean, avrà 67.000 pannelli da 355 watt ciascuno. La potenza installata sarà di 24 milioni di watt e raddoppierà la potenza fotovoltaica installata nei Paesi Baschi. Genererà 40.000 milioni di watt all’anno, equivalenti al consumo annuale di elettricità di 15.000 famiglie. In un evento che ha riunito clienti internazionali, stampa e collaboratori, Garikoitz Telleria, direttore industriale del Irizar e Gil Ayalon, direttore Mobileye EMEA, hanno annunciato un accordo di collaborazione che consentirà di proseguire nello sviluppo e nell’implementazione di sistemi di sicurezza avanzati per autobus e flotte. La connettività e la digitalizzazione svolgeranno un ruolo cruciale nel futuro della mobilità e tale futuro vedrà protagonisti i sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS) e guida autonoma (AD). Per proseguire su questa linea, Irizar ha appena firmato un accordo di cooperazione con Mobileye, leader mondiale nelle tecnologie di punta, per integrare la tecnologia Mobileye e funzionalità avanzate per vari livelli di automazione su autobus e flotte del Gruppo Irizar e migliorarne la sicurezza. Una di queste funzionalità è rappresentata dal sistema di prevenzione degli incidenti Mobileye 6, che identifica situazioni potenzialmente pericolose ed emette avvisi visivi e audio per aiutare i conducenti a evitare o mitigare le collisioni, fungendo da “terzo occhio” che monitora costantemente la strada davanti al veicolo. Mobileye 6 è un sistema di prevenzione delle collisioni che avvisa con un anticipo fino a 2,7 secondi di imminenti collisioni anteriori-posteriori con altri veicoli, compresi i motocicli, sia su strade rurali che urbane. Aiuta a mantenere le distanze di sicurezza consigliate con i veicoli che precedono ed emette avvisi visivi e audio se tale distanza non viene mantenuta. Emette avvisi visivi e audio fino a 2 secondi prima delle collisioni con ciclisti o pedoni e quando il veicolo si allontana accidentalmente dalla linea di carreggiata. Riconosce i segnali del traffico e dei limiti di velocità e può spegnere automaticamente i fari per non dare fastidio ai veicoli che vengono di fronte. A seguito di questo accordo, tutti i veicoli Irizar integrali verranno dotati di questi sistemi a partire da ottobre 2019.

Busworld 2019 Yutong

A Busworld 2019 Yutong si è presentata con i modelli che meglio di addicono al mercato europeo. Il gruppo Yutong nel 2018 ha prodotto 60.868 unità nella fascia compresa tra i 5 e i 18 metri proposte in tutte le tipologie di motorizzazioni. Yutong dispone di 4 siti produttivi cinesi, il più grande ha un’estensione di 1,33 milioni di metri quadri e ogni anno produce una cosa come 30mila autobus.

Busworld 2019

«Abbiamo i prodotti giusti per il mercato europeo e vogliamo essere leader», ha dichiarato Franco Minero, MD Europe and North America & Vice Director International Business Development. «Il pullman  turistico che presentiamo qui al Busworld presenta standard di qualità e di sicurezza al top del mercato. Sul versante elettrico siamo i leader mondiali e pensiamo che i nostri prodotti avranno una penetrazione importante nel prossimo futuro anche sul quadrante europeo».

Busworld 2019 Yutong, i modelli

Yutong oggi guarda con appetito ai segmenti dell’elettromobilità e della connettività. Nello specifico nel settore della manutenzione Yutong dispone di ‘pacchetti’ per la diagnosi in remoto e ‘smart mantenance’. Sullo stand del gruppo cinese il modello U12, un 12 metri elettrico con motore centrale e batterie da 422 kWh. Gli assali portano la firma Zf.

Yutong ha proposto anche il T13, un 13 metri due assi Euro VI realizzato per il mercato europeo capace di trasportare sino a 59 passeggeri. Al Busworld anche l’ICE12, forse uno dei mezzi più rappresentativi della produzione Yutong. Si tratta di un 12 metri per le ‘lunghe’ percorrenze mosso da un motore elettrico alimentato da batterie da 374 kWh che garantiscono, ha dichiarato il costruttore, 350 chilometri.

Busworld 2019 Yutong

Busworld 2019 Indcar. Il costruttore spagnolo arricchisce la propria offerta di minibus urbani con il Mobi City L7 (disponibile sia in versione diesel sia a gas) e punta sul settore ‘elettrico’ presentando lo Strada e-City che promette 16 ore di autonomia. Ma c’è di più. Indcar dichiara di avere aumentato il proprio peso sul europeo del minibus da città e di aver vinto il più grande tender di mini urbani. Dove? In Italia. Precisamente in Campagna dove ha piazzato 64 unità per Acamir.

Busworld 2019 Indcar, parola a Gaël Queralt

Gaël Queralt, CEO di Indcar ha detto che «nel corso del 2019 il gruppo ha venduto 45o veicoli, 30 in più del 2018. Nello specifico, 160 Mobi City, 120  Mobi Standard, 90 Wing, 50 Next, 20 unità di Mago2 e 10 Mobi Low Entry. Italia e Francia rappresentano due Paesi di primaria importanza per Indcar che esporta, in totale, il 75 per cento della produzione»

Busworld 2019 Indcar

Busworld 2019 Indcar, l’elettrico

Sotto i rifletto di Busworld 2019 Indcar ha esposto per la prima volta lo Strada e-City, un mini elettrico da 22 posti lungo 7 metri «progettato per servire i quartieri e le strade strette delle città».

Busworld 2019 Indcar

Busworld 2019 Indcar, il piccolo urbano

Al Busworld 2019 Indcar ha presentato anche il veicolo più della gamma Mobi City, si tratta del L7 realizzato su un telaio Iveco Daily. Il nuovo arrivato presenta una capacità massima è di 44 passeggeri (10 seduti + 34 in piedi), che diminuiscono, chiaramente, nel caso di postazione per diversamente abili. Il veicolo visto al Busworld ha un ingresso posteriore ribassato, la rampa d’accesso, l’aria condizionata, il riscaldamento e specifici sedili urbani.

Busworld 2019 Irizar, elettrico per tutti

Busworld 2019 Irizar Il Gruppo Irizar punta sulla tecnologia e sulla sostenibilità. Due concetti che diventeranno il cardine del proprio stand al Busworld (18 al 23 ottobre 2019, Bruxelles). Il Gruppo basco, infatti, presenterà la propria gamma completa di autobus e autobus integrali, ibridi ed elettrici, oltre a una serie di innovazioni tecnologiche che rappresenteranno la chiave del suo futuro. Il Gruppo Irizar, che quest’anno compie 130 anni, «continua incessantemente a sviluppare nuove soluzioni e servizi per garantire un futuro più sostenibile in termini economici, sociali e ambientali».

Busworld 2019 Irizar, 130 anni di storia

In concomitanza con questo anniversario, il Gruppo mostrerà a Busworld la propria «abilità di innovazione e tecnologia e presenterà la personale strategia futura».
Si svolgerà presso lo stand numero 636 del padiglione 6 della fiera, dove, in uno stand di 2000 metri quadri dove convivranno Irizar e Irizar e-mobility, saranno visionabili sei veicoli di ultima generazione: due unità integrali a marchio Irizar (i8 e 6S), due pullman ibridi (i nuovi i4 e i3) e due autobus elettrici (il nuovo ie bus e ie tram). Tutti questi veicoli presentano innovazioni in termini di accessibilità, sicurezza, tecnologia e sostenibilità.

irizar

Busworld 2019 Irizar, uno stand all’insegna della tecnologia

La presentazione di soluzioni integrali di elettromobilità per le città avrà un’importanza particolare in un momento di costante crescita del trasporto pubblico a emissioni zero a livello mondiale. Nello stand sarà presente anche uno spazio dedicato alla tecnologia. In questa zona verranno mostrate diverse soluzioni tecnologiche sviluppate e prodotte dal Gruppo. La presentazione, in anteprima, di tutte queste novità che mostrano il posizionamento del Gruppo Irizar in tutti i segmenti del trasporto passeggeri, sia nel trasporto privato che in quello pubblico, urbano, interurbano e di lungo raggio e il suo status di punto di riferimento nel settore della mobilità sostenibile, si svolgerà presso lo stand Irizar il 18 ottobre alle 11.30.

Busworld 2019 Irizar, anche il design sul podio

Busworld diventerà così l’ambito ideale che consentirà ad Irizar di celebrare il suo 130° anniversario e di mostrare il proprio impegno nei confronti della società offrendo un servizio dall’elevato valore aggiunto per i suoi clienti in aspetti di prim’ordine quali il design, la personalizzazione, la sicurezza, il costo operativo, la tecnologia del futuro e la sostenibilità.

Busworld 2019 MAN, le novità

Busworld 2019 MAN. Al salone Busworld un’ampia gamma di autobus urbani, interurbani, turistici e minibus a marchio MAN e NEOPLAN. Tra le novità presenti sullo stand il MAN Lion’s City 19, il Lion’s Intercity con motore D15, il TGE Combi e il TGE City per il segmento minibus. Proposto al pubblico, per la prima volta, il test drive di un veicolo interamente elettrico il MAN Lion’s City E. Lo stile di vita delle persone sta cambiando radicalmente. Oggi la mobilità deve essere social, futuribile, ecologica ed economica. Gli autobus forniscono un importante contributo nella risposta alla sfida alle emissioni nocive, i volumi del traffico e per una mobilità accessibile a tutte le tasche, nei trasporti pubblici urbani, interurbani e a lungo raggio. Ma i veicoli moderni devono essere in grado di soddisfare anche le esigenze della mobilità di domani.

Busworld 2019 MAN, una soluzione per tutti

Con i marchi MAN e NEOPLAN, MAN Truck & Bus propone le soluzioni adatte alle molteplici finalità d’utilizzo, e ne presenta una selezione di modelli alla fiera Busworld Europe 2019 di Bruxelles. MAN Lion’s City: perfetto per il trasporto urbano del futuro La risposta all’attualissima questione della mobilità urbana si chiama MAN Lion’s City. Con la nuova generazione di autobus urbani, MAN propone soluzioni efficienti ed ecosostenibili per il traffico cittadino, personalizzabili a 360 gradi secondo le esigenze dei clienti e del mercato. Presso il proprio stand, MAN esporrà il Lion’s City E interamente elettrico nella versione da 12 metri, con 35 posti a sedere. Il bus elettrico completa la nuova generazione di autobus urbani a trazione diesel, gas e ibrida con una versione priva di emissioni. Gli elementi progettuali indipendenti mettono in rilievo la particolarità della trazione elettrica. Il primo aspetto che colpisce è l’eliminazione della torretta motore, il posizionamento delle batterie sul tetto e la conseguente aggiunta di 4 posti a sedere nella parte posteriore del veicolo. La catena cinematica interamente elettrica fornisce una potenza di 160 – 270 kW nella versione da 12 metri. Il Lion’s City E è quindi in grado di garantire, in modo affidabile, un’autonomia da 200 a 270 km in condizioni favorevoli e per l’intero ciclo di vita delle batterie. MAN presenterà per la prima volta il Lion’s City 19 EfficientHybrid come nuova versione del proprio veicolo urbano. La variante da 18,75 metri, amplia la nuova generazione di autobus di linea MAN con una soluzione economicamente allettante per il trasporto urbano. Sul veicolo a 3 assi proposto in fiera, i passeggeri avranno a disposizione 38 posti a sedere, cioè quattro sedili in più rispetto al Lion’s City 18 con configurazione simile.

Busworld 2019 MAN, al via il 9 litri

La trazione è garantita dal motore diesel ad alta efficienza D1556 LOH con 360 CV (265 kW) che, al pari di tutti i motori a combustione interna presentati da MAN, soddisfa i requisiti della norma Euro 6d in vigore dal 1° settembre 2019. Grazie a MAN EfficientHybrid, l’utilizzo dell’autobus è ancora più economico ed ecologico. La funzione start&stop consente inoltre di effettuare fermate eliminando le emissioni e senza produrre il minimo rumore. Anche in tema di sicurezza, il Lion’s City 19 stabilisce nuovi standard. Per evitare efficacemente gli incidenti originati nell’angolo cieco del veicolo, l’autobus snodato dispone di un sistema di assistenza alla svolta con riconoscimento pedoni, che MAN Truck & bus presenterà a Bruxelles come novità della fiera. La telecamera anteriore e le due telecamere laterali monitorano automaticamente il traffico, coadiuvando il lavoro del conducente. La segnalazione attiva delle condizioni di pericolo e collisione avviene visivamente grazie a due display installati nel campo visivo del conducente e acusticamente tramite un segnale rumoroso di allarme. Il sistema avvisa del pericolo di collisione sia nella zona anteriore che in curva. I nuovi sistemi di assistenza alla guida e assistenza alla svolta aumentano il grado di sicurezza sia dei passeggeri che degli altri utenti della strada, rilevando in modo affidabile la presenza di pedoni, ciclisti e motociclisti nell’angolo cieco e segnalando attivamente le situazioni di pericolo. I nuovi sistemi saranno disponibili a partire dal prossimo anno su tutti gli autobus MAN direttamente dalla fabbrica oppure montati successivamente. MAN Lion’s Intercity: con nuovo motore D15 e MAN TipMatic Coach Con Lion’s Intercity,

MAN Truck & Bus

Sul Classe II c’è il veicolo giusto

MAN Truck & bus presenta la soluzione ideale per il servizio autobus interurbano e scolastico. Con 53 posti a sedere, “Intercity Lite” che sarà presente in fiera, offre spazio in abbondanza per i passeggeri. L’autobus interurbano, presente in fiera, avrà il nuovo motore D1556 LOH, nella versione con 360 CV (265 kW). Il nuovo motore da 9 litri ad alta efficienza, disponibile per Lion’s Intercity, offre livelli di potenza da 280, 330 e 360 CV.MAN Truck & bus amplia inoltre l’offerta della tipologia di cambio dell’autobus interurbano introducendo anche l’automatico a 12 marce di nuova generazione MAN TipMatic Coach. Lion’s Intercity, con catena cinematica ultramoderna, sarà disponibile per le consegne a partire dalla primavera 2020, per rispondere ancora meglio alle più diverse esigenze del trasporto interurbano. MAN Lion’s Coach: affidabile, confortevole e dai consumi ridotti La gamma di veicoli MAN verrà integrata in fiera con il MAN Lion’s Coach: un modello di autobus turistico di successo, con cui viaggiano abitualmente in tutta comodità e sicurezza squadre di calcio prestigiose quali FC Bayern München, Paris Saint-Germain e, dalla scorsa primavera, anche la nazionale tedesca. I visitatori del nostro stand potranno visionare il Lion’s Coach C in versione lunga percorrenza con 13 metri di lunghezza, 48 posti a sedere, pedana mobile e due posti per sedie a rotelle. Il veicolo a 2 assi abbina la massima economicità a un bagagliaio di grande capienza. L’autobus turistico è equipaggiato con un potente e super efficiente motore D2676 LOH da 470 CV (346 kW) con 2.400 Nm di coppia massima. L’autobus dispone inoltre di cambio a 12 marce MAN TipMatic Coach. NEOPLAN: viaggi esclusivi e in tutta sicurezza

Il coach che vogliono tutti

Il Tourliner L che verrà presentato in fiera segna il proprio debutto nel mondo NEOPLAN. E che debutto! Due Tourliner NEOPLAN sono attualmente in tour con “The World of Hans-Zimmer” per portare musica fantastica in giro per l’Europa. Un esclusivo design movingART rende gli autobus del tour e il veicolo esposto in fiera una vera e propria attrazione. Autobus e musicisti entusiasmeranno i visitatori del Busworld con una esibizione unica. All’interno, NEOPLAN presenta un innovativo design stile ufficio e mostra come sia possibile abbinare perfettamente una situazione di viaggio confortevole e una attività lavorativa. I sedili VIP 2+1 e la calda illuminazione d’ambiente garantiscono un’esperienza di viaggio unica; gli allestimenti da ufficio con WLAN comfort, le prese elettriche da 230 Volt e USB, e i due doppi tavoli creano lo spazio ideale per lavorare in relax anche durante il viaggio. Grazie alla finitura interna personalizzata del Bus Modification Center, i 35 passeggeri ospitati possono godere di una vera postazione da lavoro di lusso. Il Tourliner è equipaggiato con il motore D26 con 470 CV (346 kW) e 2.400 Nm di coppia massima, e dal cambio manuale automatizzato MAN TipMatic Coach.

Lo Skyliner, due piani da urlo

Anche il NEOPLAN Skyliner soddisfa ottimamente tutti i requisiti per un viaggio esclusivo e rilassato. I visitatori potranno vedere e salire sull’autobus turistico a due piani, con scaletta anteriore posizionata sul lato destro del veicolo, per ottimizzare il flusso dei passeggeri e offrire maggiore disponibilità di posti a sedere. L’autobus a due piani può far accomodare 76 passeggeri sugli ampi e comodi sedili. Grazie ad una illuminazione d’ambiente integrata e un pratico ed esclusivo angolo cucina al piano inferiore, installato su misura dai tecnici del Bus Modification Center di Plauen, NEOPLAN Skyliner offre un’esperienza di viaggio esclusiva e con tutti i comfort. A garantire di un’ottima qualità di viaggio c’è il motore diesel D2676 LOH da 510 CV (375 kW) con 2.600 Nm di coppia massima e il cambio manuale automatizzato a 12 marce MAN TipMatic Coach. Anche in materia di sicurezza, lo Skyliner convince per le soluzioni innovative. L’autobus a due piani è dotato di OptiView, il sistema di sostituzione specchietti per autobus, che ha fatto il suo debutto all’ultima edizione dell’IAA e sarà disponibile su tutti i modelli NEOPLAN a partire dal 2020.

MAN Truck & Bus, la sicurezza su tutto

Le telecamere su entrambi i lati del veicolo forniscono immagini in tempo reale su due display montati nel campo visivo del conducente, eliminando così ogni problema di angolo cieco. La tecnologia utilizzata per le telecamere consente di visualizzare ad alta risoluzione la zona circostante, indipendentemente dall’intensità di luce. Minori sono inoltre le limitazioni dovute, ad esempio, ad appannamento, sporcizia o abbagliamento rispetto Pagina 5/6 all’uso del normale specchietto. Ciò aumenta la sicurezza, riducendo nel contempo la probabilità di impatto e le conseguenti spese di riparazione. I nuovi sistemi di assistenza alla guida e assistenza alla svolta aumentano il grado di sicurezza dei passeggeri, dell’autista e di tutti gli utenti della strada. Il sistema di assistenza alla svolta, con riconoscimento pedoni, l’indicatore dei limiti di velocità e il riconoscimento automatico dei segnali stradali fissano nuovi standard in materia di sicurezza e aumentano ulteriormente il grado di comfort dell’esperienza di viaggio. MAN Truck & Bus presenta il proprio minibus Oltre al MAN TGE Intercity per il trasporto interurbano, già visto in occasione del salone IAA 2018, al Busworld MAN proporrà due nuovi modelli di minibus: MAN eTGE Combi e MAN TGE City. Con eTGE Combi MAN presenta il primo minibus a trazione interamente elettrica della propria offerta di trasporto persone.

MAN Truck & Bus, anche il mini in primo piano

Il minibus elettrico è basato sul furgone elettrico prodotto in serie MAN eTGE, omologato per il trasporto di otto persone. Il veicolo è quindi adatto soprattutto per il trasporto urbano in aree a traffico limitato o nelle zone residenziali, in cui è richiesta particolare attenzione alla limitazione della rumorosità. Le batterie dell’eTGE Combi a trazione interamente elettrica sono poco ingombranti, posizionate sotto il pavimento e consentono un’autonomia fino a 173 chilometri (NCGE) o 114 chilometri (WLTP). Un altro protagonista della fiera sarà il MAN TGE City, anch’esso ispirato al furgone TGE come veicolo di base. La piattaforma ribassata, appositamente sviluppata per il modello TGE City con design porte specifico per facilitare l’accesso e la discesa, può essere facilmente configurata con sedili con seduta ribaltabile, posti per sedie a rotelle o passeggini, posti in piedi o posti a sedere fissi. Servizi MAN: MAN Transport Solutions, MAN DigitalServices Presso lo stand non ci saranno solo i prodotti ma, ovviamente, anche tutti i servizi offerti da MAN, tra cui manutenzione, servizio di riparazione, fornitura di ricambi e accessori originali e servizi finanziari. Un’area dello stand sarà dedicata alle sfide del passaggio alla e-mobility. Gli esperti di MAN Transport Solutions offriranno ai gestori di flotte autobus una consulenza a 360 gradi, con proposte di soluzioni personalizzate, per utilizzo, infrastrutture, assistenza e manutenzione nell’ambito dell’e-mobility. Qual è l’effettivo fabbisogno energetico, dove e come è possibile effettuare la ricarica? Gli specialisti di MAN Transport Solutions simulano percorsi, elaborano business case e progetti commerciali completi. L’obiettivo è individuare la Pagina 6/6 soluzione di trasporto più economica e personalizzata per il cliente e, di conseguenza, il massimo supporto per il passaggio alla e-mobility. I clienti MAN e NEOPLAN beneficiano da subito dei numerosi vantaggi offerti dalla digitalizzazione. I nuovi autobus saranno prodotti di serie con Rio Box a partire dall’autunno. MAN realizza quindi di fabbrica le predisposizioni per l’utilizzo di MAN Digital Services e RIO, strumenti digitali che supportano i clienti con una gamma sempre più ricca e completa di servizi personalizzati per i veicoli MAN. MAN DigitalServices è lo strumento ideale per tenere sotto controllo e ottimizzando tutti i fattori di costo che concorrono a formare il TCO di un veicolo, a partire da una pianificazione ottimale dei viaggi, fino alla gestione della manutenzione. Ne consegue per i clienti del settore autobus, una maggiore economicità e affidabilità nella gestione della flotta.

Busworld 2019 Daimler. eCitaro al centro, turistici tutto attorno. Daimler Buses mette il suo elettrico sotto i riflettori al Busworld 2019, e non ne fa mistero. Sono otto, in tutto, gli autobus presenti allo stand condiviso da Mercedes e Setra. Il Busworld è anche l’occasione per l’anteprima mondiale del nuovo Sprinter Travel 75.

daimler al busworld

Daimler al Busworld 2019, l’eCitaro al centro della scena

La gamma Mercedes eCitaro, entrata in produzione a fine 2018, è prodotta in serie presso lo stabilimento di Mannheim e già disponibile su ordinazione. Ad oggi l’eCitaro (che proprio ieri ha iniziato un breve periodo di sperimentazione presso Amt Genova) è in servizio in città come Berlino, Amburgo, Oslo (Norvegia) e Ystad (Svezia); altre sono state consegnate in Lussemburgo, Norvegia, Svezia e Svizzera.

Ulteriori consegne in quantità a tre cifre avverranno in Europa, non solo quest’anno, ma gradualmente negli anni successivi.

L’evoluzione dell’autobus elettrico Mercedes

Il veicolo, specificano dalla casa, è in costante sviluppo. A seconda del tipo di utilizzo, eCitaro può già essere ordinato con un massimo di dodici pacchi batterie per 292 kWh stoccabili. Il risultato è un’autonomia di circa 170 chilometri in condizioni operative tipiche degli autobus urbani, spiega il costruttore. Dal 2020, eCitaro sarà disponibile anche in una versione articolata (eCitaro G) che può ospitare circa 145 persone.

Dal 2021 in poi, eCitaro sarà dotato della prossima generazione di batterie Nmc e, nella seconda metà del 2020, di batterie allo stato solido. Dal 2022, infine, l’eCitaro sarà offerto con una maggiore autonomia grazie a un range extender a celle combustibili, che sarà sperimentato nel corso del 2021 dall’operatore di Amburgo.

Otto autobus per Daimler al Busworld

Ma è solo a tinte elettriche la partecipazione di Daimler Buses alla fiera di Bruxelles. Dal 18 al 23 ottobre, infatti, il costruttore ha presentato in totale otto autobus tra marchio Mercedes e brand Setra. Inoltre, i visitatori potranno conoscere meglio il servizio Omniplus On e Daimler Buses eMobility Consulting. I clienti potranno essere assistiti nella configurazione dei veicoli del loro centro di progettazione.

daimler al busworld

Oltre all’elettrico eCitaro, Mercedes ha portato al Busworld l’Intouro, che si caratterizza per la sua versatilità, e il Tourismo 15 RHD. Il nuovo Sprinter Travel 75 è stato presentato in anteprima mondiale. Con la sua capacità di 21+1 posti a sedere ottenuta grazie ad un nuovo assale ad alta capacità di carico, stabilisce un nuovo standard nel campo dei minibus da turismo.

Alla voce Setra figureranno il MultiClass S 415 LE business, il due piani Setra TopClass S 531 DT, i pullman a pianale alto Setra ComfortClass S 515 HD e Setra TopClass S 516 HDH.

Marino Bus Setra

eCitaro, già mille bus ordinati, dichiara Daimler

“Con i nostri marchi Mercedes-Benz, Setra e Omniplus presentiamo in fiera soluzioni sostenibili e innovative per il trasporto pubblico di domani. Il nostro obiettivo principale è quello di rendere gli autobus ancora più attraenti come mezzo di trasporto sostenibile, contribuendo così a migliorare la qualità della vita nelle aree urbane. Sosteniamo il trasporto pubblico nella transizione verso tecnologie locali a basse emissioni e a zero emissioni, fornendo consulenza e garantendo la sostenibilità degli investimenti», il commento di Till Oberwörder, direttore di Daimler Buses.

Che prosegue: «Soprattutto nel campo della mobilità elettrica, le città e le aziende di trasporto pubblico si aspettano soluzioni su misura. Grazie alla nostra offerta globale che combina consulenza e prodotto, siamo in grado di soddisfare perfettamente questa richiesta. Il fatto che siano già stati ordinati più di 1000 eCitaro dimostra che siamo sulla strada giusta. I prodotti dei nostri marchi sono integrati da offerte di servizi connessi e intelligenti, come Omniplus On, nonché da un’offerta di consulenza su misura per la mobilità elettrica. »

Articoli correlati

Sfoglia la nostra rivista online, non perderti gli ultimi articoli!
  • Evobus Italia
  • Evobus Italia
  • Evobus Mercedes 120 Anni
  • iveco