Busworld 2017 al via: Setra e Mercedes sugli scudi, Iveco e Man non stanno a guardare

Il Busworld 2017 è pronto ad aprire i battenti. Dal 20 al 25 ottobre Courtrai sarà, per l’ultima volta, il baricentro della fiera più importante del mondo bus &  coach, che dal 2019 migrerà a Bruxelles. I pezzi forti? La coppia d’assi firmata Evobus: il due piani Setra 531 Dt e il nuovo Tourismo. Ma anche il Man Lion’s Coach e la novità Alstom, che per la prima volta prende posto nell’empireo degli autobus col suo elettrico Aptis. Senza dimenticare il Classe II low-floor a gas firmato Iveco: il Crossway Le Cng.

 

Mercedes e Setra protagonisti del Busworld 2017

Se il nuovo Mercedes Tourismo richiamerà molti degli sguardi dei presenti, a catalizzare l’attenzione sarà anche il Citaro hybrid, con pacchetto di ibridazione da 14 kW applicabile a tutti i mezzi della gamma urbana. Presenzierà a Courtrai anche il nuovo Sprinter City 45. E Ulm? Non sta a guardare, anzi. Al Busworld porterà il due piani Setra S 531 Dt, caratterizzato dall’innovativo sistema Aba 4 (disponibile anche su Tourismo a partire dalla primavera prossima), in grado di individuare ostacoli in movimento e avviare una frenata parziale avvisando il conducente. La presenza di Man avrà il “sapore” del full led dei fari del nuovo Lion’s Coach (fresco di prima consegna in Italia), che eredita alcune caratteristiche dell’attuale gamma e rilancia in termini di tecnologia e design con, appunto, i fari anteriori con fascio led come luce diurna e il tipico profilato frontale nero con modanatura cromata.

Iveco mette le bombole sull’extraurbano

Tra i protagonisti di diritto del Busworld 2017 non mancherà Iveco, che presenterà il suo Crossway Le Cng. Per la prima volta, le bombole svettano su un intercity low-entry. Il predecessore è lo Scania Interlink Cng, vincitore del Sustainable Bus Award 2017. Non era a ingresso ribassato, tuttavia. Vdl presenterà il nuovo arrivato Futura Fhd2-135, recente ingresso in una gamma turistica che è arrivata a contare su sei attori tra i 10,6 e i 14,8 metri. Otokar metterà in campo il Classe III da dieci metri.

Elettrico chiama, Alstom risponde

Irizar ampia il suo posto nel perimetro delle soluzioni elettriche presentando il suo sistema di ricarica a pantografo. Non mancherà l’appuntamento con Courtrai la gamma elettrica ed ibrida di Volvo. Ma a rinnovare il panorama ci penserà Alstom, per la prima volta al Busworld con uno stand tutto francese condiviso con Ntl ed Easymile. Il pubblico potrà ammirare il sistema di navette elettriche driverless firmate Easymile. Alstom presenterà inoltre l’autobus elettrico Aptis (progettato insieme ad Ntl), dal caratteristico design ispirato a quello di un tram e dotato di quattro ruote sterzanti.

alstom aptis busworld 2017 autobus elettrico

Il Sustainable Bus Award apre…

L’apertura del Busworld 2017 sarà anticipata, la sera di domani (giovedì 19) dalla Award Night, durante la quale saranno assegnati il Coach of the Year ed il Sustainable Bus Award 2018. Quest’ultimo riconoscimento è diviso nelle categorie Urban, Intercity, Coach. Ai blocchi di partenza vi sono, per il titolo di re della sostenibilità in ambito urbano, il Solaris Urbino 12 Electric, il Vdl Citea Slfa-180 Electric, l’Heuliez Gx 337 Electric e il Volvo 7900 Electric. Tra i Classe II, a contendersi il titolo saranno l’Iveco Crossway Cng Le, lo Scania Citywide Le Hybrid, il Setra MultiClass S418 Le Business e il Vdl Futura Fmd2-135. Tutta tedesca la lista dei coach. Vi figurano infatti il nuovo Lion’s Coach e il Tourismo Rhd, oltre al ComfortClass S 516 Hd/2 e al Neoplan Skyliner, peraltro l’unico due piani fin dall’inizio in gara.

…la conferenza Uitp chiude

Uitp e Busworld: le due traiettorie si incontreranno il 23 e 24 ottobre sulla passerella di Courtrai. Per la prima volta, la conferenza biennale promossa dall’Uitp si terrà sul palco della più prestigiosa fiera del settore bus & coach. Il tema “Integrate + connect” sarà lo spunto della due giorni (a cui si aggiungerà una giornata, quella conclusiva del 25 ottobre, dedicata al progetto ZeEUS). Si discuterà di un ampio ventaglio di argomenti legati al futuro del settore: autobus autonomi, gestione di ampie flotte di autobus elettrici, efficienza dei costi, digitalizzazione, il ruolo della new mobility nel più ampio perimetro del tpl.