Qbuzz, società di trasporto regionale olandese controllata da Busitalia (Gruppo FS Italiane), si è aggiudicata i servizi per il trasporto pubblico locale dell’area Groningen-Drenthe. Un contratto dal valore di 100 milioni di euro annui. La durata? Decennale.

qbuzz

Un milioni di abitanti nel bacino vinto da Qbuzz

La provincia Groningen-Drenthe, situata nel Nord-Est, è una delle più estese dei Paesi Bassi. Ha una superfice di oltre 5.500 km quadrati (12% del totale dell’Olanda) e un bacino d’utenza di un milione di abitanti (circa il 6% della popolazione olandese). L’aggiudicazione della concessione, valore economico 100 milioni di euro all’anno e durata 10 anni (con possibile estensione per altri cinque), conferma l’apprezzamento per i servizi offerti da Qbuzz nell’area che era già sotto la sua gestione.

Qbuzz promette rinnovo della flotta

I servizi, si legge nel comunicato stampa diramato da Fs, saranno ulteriormente migliorati con un programma di rinnovo della flotta che raggiungerà 400 autobus, di cui 160 elettrici e 20 a idrogeno, per percorrere circa 30 milioni di chilometri all’anno. L’offerta di Qbuzz si è distinta per l’impiego di autobus a basso impatto ambientale e l’innovazione tecnologica lato informazione alla clientela e per i sistemi di emissione biglietti. In marzo era stata annunciata la prima vittoria di Qbuzz dopo l’acquisizione da parte di Busitalia – Fs: in quel caso l’azienda si era aggiudicati i servizi dell’area Drechtsteden, Alblasserwaard en Vijfheerenlanden (DAV), fra Utrecht e Rotterdam. Un bacino con un’utenza di oltre 400mila abitanti. Tale concessione, valore economico 48 milioni di euro all’anno e durata 8 anni, comprende la gestione della linea ferroviaria regionale fra Geldermalsen e Dordrecht (linea MerwedeLingelijn) e i servizi con autobus nell’area DAV.

Qbuzz, il terzo operatore del tpl olandese

Qbuzz è il terzo operatore del trasporto pubblico locale olandese. Gestisce i servizi TPL delle aree di Utrecht, Groningen-Drenthe e, da dicembre 2018, sarà presente anche nell’area di Drechtsteden, Alblasserwaard en Vijfheerenlanden (DAV), fra Utrecht e Rotterdam, come appena menzionato. Nel 2017 ha registrato un fatturato di circa 200 milioni di euro e, con una flotta di 614 autobus e 26 tram, ha trasportato circa 90 milioni passeggeri.

Busitalia aumenta la produzione. Con Qbuzz

Grazie all’acquisizione di Qbuzz, l’offerta di trasporto Busitalia – con una previsione di fatturato di oltre 600 milioni di euro nel 2018 che passeranno a 650 milioni di euro con la gestione dei servizi nell’area di DAV – raggiungerà, grazie alle ultime aggiudicazioni, una produzione pari a oltre 170 milioni di bus/km annui, 4 milioni di treni/km, 36mila miglia nautiche e una flotta di oltre 3.100 autobus, circa 50 treni, 44 tram, 8 motonavi.

In primo piano

Citymood 12e, il tour-test su e giù per lo Stivale è un successo

Mancavano una manciata di settimane alla fine del 2021 quando, in quel di Flumeri, Industria Italiana Autobus lanciava il primo elettrico di casa. Il nome di battesimo? Citymood 12e, di fatto il primo ebus interamente progettato e realizzato in Italia. Una novità tutta made in Italy ben accolta dal ...

Quando il biglietto è intelligente è Pratic(k)o

Il gioco di parole è servito su un piatto d’argento. Un software in cloud per la gestione della bigliettazione digitale per il trasporto pubblico e privato: una soluzione pratica, o meglio, in un sola parola…Praticko. Stiamo parlando del progetto della software house e system integrator ...

Articoli correlati

Téléo, nasce a Tolosa la più estesa cabinovia urbana d’Europa

Scavalca una collina, oltrepassa la tangenziale e il fiume Garonna, collega l’università Paul-Sabatier all’istituto di ricerca Oncopole, attraverso il centro ospedaliero di Rangueil, il tutto trasportando ottomila viaggiatori al giorno. A percorrere lo stesso tratto di tre chilometri, un...
Tpl

Veneto, ecco Garda Link: treno più bus da Verona al Lago

Un unico biglietto, acquistabile dal portale di Trenitalia, consente di arrivare in treno alla stazione di Verona Porta Nuova e salire su uno degli autobus dell’azienda veronese Atv che ogni trenta minuti effettuano i collegamenti giornalieri con tutte le località turistiche della sponda orien...