Il nuovo Irizar e-mobility ie bus sbarca sul mercato, forte di una serie di innovazioni tecnologiche che lo rendono una versione altamente implementata della gamma finora in circolazione, erede dell’Irizar i2e che è stato il primo mezzo a zero emissioni lanciato da Irizar nel 2014. Il nuovo Irizar ie bus può essere omologato anche in Classe II.

irizar ie bus

Il nuovo Irizar ie bus, presentato a Bruxelles

Tra le novità della nuova generazione dell’ie bus si distinguono la riduzione del peso, la maggiore capacità passeggeri per i regolamenti dei vari paesi, nuove batterie in grado di garantire una maggiore autonomia. Il mezzo è stato presentato al Busworld di Bruxelles.

La nuova gamma Irizar ie bus, disponibile in modelli da 10, 12, 15 e 18 metri, integra innovazioni e nuove batterie. Avendo ottimizzato lo spazio si ha una maggiore capacità per i passeggeri e una maggiore modularità. Una nuova generazione di batterie più efficienti, in combinazione con un sistema di rigenerazione della frenata, riduce i consumi, offrendo anche una maggiore autonomia del veicolo, garantiscono da Irizar e-mobility, la branca del gruppo Irizar deputata alla realizzazione e commercializzazione dei bus elettrici prodotti nello stabilimento spagnolo di Aduna.

Fino a 250 km di autonomia per l’Irizar ie bus

In ambienti urbani, forte di 350 kWh, il bus può coprire fino a 250 km in condizioni ottimali, affermano dalla casa. Per la ricarica lenta tramite cavo plugin è possibile scegliere tra un massimo di cinque diverse posizioni del punto di ricarica. Disponibile anche il sistema di ricarica rapida tramite pantografo. In questo modo, la potenza di ricarica abbraccia la forchetta tra 5o e 600 kW.

Nuovo design per l’Irizar ie bus

Nel lanciare il nuovo Irizar ie bus sono stati adottati anche accorgimenti di design. L’interno è stato modificato e può includere come opzione alcune caratteristiche proprie della gamma Irizar ie tram tra cui vetri bassi, illuminazione laterale o schermi.

La modularità della gamma facilita la configurazione interna per il cliente. E si offre inoltre la possibilità di sostituire i retrovisori con telecamere che proiettano le immagini su due schermi situati all’interno del veicolo su ciascun lato conducente. L’autobus elettrico Irizar è ggi è in dotazione con l’Avas (Acoustic Vehicle Alerting System), un sistema di allarme acustico conforme alla normativa R138.

In primo piano

Articoli correlati

Sono di Solaris i primi ebus da 12 metri di sempre a Genova

Ne sono arrivati cinque e ne arriveranno altri venticinque nelle prossime settimane. Gli autobus elettrici firmati da Solaris hanno messo piede, o meglio, ruota a Genova a per la prima volta il capoluogo ligure potrà contare per su ebus da 12 metri. E così, una tappa dopo l’altra, il progetto elettr...