L’intermodalità sale in cattedra a Firenze per la terza tappa del Mobility Innovation Tour, che venerdì 8 giugno transiterà per una delle più dinamiche realtà del panorama del tpl in Italia, sia dal punto di vista gestionale che tecnologico. Il fiore all’occhiello? L’applicazione concreta dei paradigmi di interoperabilità funzionale e di integrazione modale, in particolare tra il ferro e la gomma.

Ne parleremo con un vasto panel di relatori, nel quale spicca Stefano Rossi amministratore delegato di Busitalia – Fs. Il convegno si terrà dalle 9.30 alle 13 nella palazzina presidenziale di Santa Maria Novella (accesso dal Piazzale della Stazione – Uscita stazione ferroviaria lato piazza Adua).

AGGIORNAMENTO
dal 1 gennaio 2020 il Mobility Innovation Tour ha un sito dedicato,
raggiungibile al seguente link: https://www.mobilityinnovationtour.com

mobility innovation tour firenze

Innovazione e tpl, il focus del Mobility Innovation Tour

Il titolo della conferenza, inserita nel ciclo promosso da AUTOBUS con il Cifi, è “Interoperabilità ed integrazione modale nel tpl. Da Firenze all’Europa“. La prima tappa della rassegna di appuntamenti, che ruotano attorno al binomio tra innovazione e tpl e vogliono raccogliere intorno al tavolo la triade aziende di trasporto, costruttori e realtà innovative, si è tenuta il 16 marzo a Milano in casa di Microsoft e con la presenza di Atm. Il bis ha avuto luogo il 25 maggio a Torino all’interno del “Festival dello sviluppo sostenibile” e in collaborazione con Regione Piemonte, Comune di Torino e Gtt, sul tema dell’esperienza di Gtt con gli autobus elettrici entrati in circolazione sei mesi fa. La terza occasione di confronto vede la prestigiosa partnership di Busitalia – Fs. Interverranno, oltre a Stefano Rossi di Busitalia (qui intervistato da AUTOBUS), anche Stefano Bonora, amministratore delegato di Ataf Gestioni, e Gianni Scarfone, direttore generale di Atb Bergamo. E l’industria? Sarà naturalmente presente, a partire dal partner della rassegna Iveco Bus. Interverranno anche Roberto Caldini, direttore buses & coaches di Italscania, e Paolo Gigante, bus market engineer di Zf.

mobility innovation tour 2018 torino

Unica Toscana, punta di diamante dell’integrazione modale

Gli sforzi multimodali di Firenze sono evidenti nell’implementazione di soluzioni innovative quali la carta Unica Toscana, una tessera elettronica personale interoperabile che consente al possessore di viaggiare sia sui servizi urbani dell’area metropolitana di Firenze che su quelli regionali e sovraregionali di Trenitalia. Nel corso del convegno saranno pertanto illustrate alla platea le caratteristiche tecniche, funzionali e gestionali dell’iniziativa, unitamente alle esperienze di Busitalia nel campo dell’innovazione e delle tecnologie per il monitoraggio delle flotte e per l’informazione in tempo reale della clientela, con strumenti di diffusione anche interattivi e rivolti ad una moltitudine di messaggi (stato delle corse, news, educational…).

In primo piano

Mercato Europa, sono 31.020 i bus&coach immatricolati nel 2023 (+21%)

31.020 contro 25.657, +5.363 unità. Il mercato dell’autobus europeo, nel corso del 2023, è cresciuto del 20,90% rispetto al 2022 (dati Chatrou CME Solutions). Segno che dopo la brusca frenata d’arresto del Covid – con tanto di conseguenze da onda lunga – l ’ecosistema è vivo. Ed è vivo, vegeto e pie...

Articoli correlati

Mobility Innovation Tour, l’anno che verrà

La settima edizione del MIT è alle porte: cinque tappe per mettere sotto la lente le sfide del trasporto persone. Lo scorso anno il Mobility Innovation Tour ha cambiato pelle: la sesta edizione del MIT non ha parlato solo di autobus e tecnologie connesse, ma anche di trasporto pubblico nel suo compl...