Nel 2023 Indcar ha costruito 453 mini e midibus, portando il proprio fatturato a circa 45 milioni di euro, pari a una crescita del 40% rispetto all’anno precedente.

Una crescita delle vendite accompagnata dalla ripresa del settore: nell’ultimo anno, le vendite all’estero dell’azienda hanno rappresentato l’89% del fatturato totale. Il primo paese esportatore è stato l’Italia, seguito da Francia, Svezia e Belgio.

Secondo Gaël Queralt, CEO di INDCAR, «questi eccellenti risultati sono il frutto dello sforzo e del lavoro di squadra di più di 280 professionisti che compongono Indcar. Accompagnato dal continuo impegno per l’eccellenza e la soddisfazione del cliente, e la forza dell’offerta dei nostri prodotti e servizi. Le 453 unità prodotte rappresentano una pietra miliare raggiunta grazie alla ripresa del mercato nel segmento turistico e al consolidamento della nostra posizione nel segmento urbano e scolastico».

I traguardi di Indcar

Il modello più venduto della gamma di minibus Indcar nel 2023 è stato il modello Mobi, che rappresenta il 76% della produzione totale, seguito dal modello Wing, che prevede una crescita delle vendite il prossimo 2024.

Per quanto riguarda i progressi di sostenibilità, grazie al suo piano di efficienza energetica, una delle azioni più importanti di Indcar è stata la riduzione dei consumi dei suoi stabilimenti produttivi, sia ad Arbúcies (Spagna) che a Prejmer (Romania).

Potrebbe interessarti

Il 2023 è stato un anno decisivo per Indcar, poiché ha iniziato il suo impegno per la mobilità sostenibile. Lo scorso giugno l’azienda ha firmato un accordo di commercializzazione con Bluebus, appartenente al Gruppo Bolloré, per distribuire il modello elettrico di 6 metri in Spagna e Italia. Un progetto che sta già dando i suoi frutti, ma anche con la recente gara vinta da 30 unità per la GTT di Torino.

Potrebbe interessarti

Indcar si aggiudica la gara GTT per 30 minibus elettrici

Indcar per Torino. Il costruttore spagnolo, infatti, si è aggiudicata la gara indetta da GTT (Gruppo Torinese Trasporti) per nuovi veicoli elettrici di piccole dimensioni: si tratta di un primo lotto di 22 minibus e la possibilità di acquistarne altri 8. Il modello vincitore del bando è l’elet…

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Un Grifone in volo da cinquant’anni: Scania Italia, auguri!

Altri cinquanta di questi giorni: Scania Italia spegne cinquanta candeline. L’immatricolazione dei veicoli industriali del marchio Scania in Italia inizia nel 1974. Da allora, tecnologie, strutture e persone hanno contribuito ad affermare il Grifone, riconosciuto come simbolo di soluzioni all’avangu...

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...