I nuovi servizi sulla linea lunga di Busitalia Fast hanno fatto segnare, negli ultimi mesi, un 20 per cento di crescita. Il dato è emerso nel corso del tavolo sullo sviluppo della linea lunga in bus che ha visto protagonisti a Roma Renato Mazzoncini di Fs e Stefano Rossi di Busitalia insieme al coordinatore della struttura tecnica di missione del Mit Giuseppe Catalano e al presidente dell’Autorità di regolazione dei trasporti Andrea Camanzi.

busitalia fast simet

Un mercato tra crescita e consolidamento

Che il mercato sia in fortissima crescita, in un contesto che risente ancora positivamente dell’ingresso di nuovi player internazionali (leggi Flixbus ma non solo) e di un generale abbassamento dei prezzi, non è una novità. Le ragioni, si è discusso in occasione dell’appuntamento romano di questa mattina, stanno nella flessibilità e nell’alto livello di comfort offerto dai veicoli di nuova generazione, dotati di servizi di bordo e connessione wi-fi. La normativa è in evoluzione: in assenza, per ora, di una normativa comunitaria specifica, il settore è oggi regolato con normative diverse da nazione a nazione. Tuttavia si assiste a un processo di liberalizzazione del mercato che ha consentito in Germania e Francia l’ingresso di nuovi operatori. In Italia, dove la liberalizzazione ha determinato un profondo cambiamento nello scenario competitivo, il mercato – inizialmente molto frammentato – sta registrando una fase di progressivo consolidamento. In base alla normativa nazionale la competizione diretta nei collegamenti lunga percorrenza con bus è possibile solo su relazioni che attraversino almeno tre regioni. Come risaputo, gli altri servizi restano invece di competenza delle Regioni e sono regolati come il resto del trasporto pubblico locale (TPL).

La voce di Busitalia Simet

L’ultimo arrivato nel settore è Busitalia Simet, presente all’incontro con l’amministratore delegato Mariella De Florio, che ha recentemente messo in campo il servizio Busitalia Fast, presentato al Bus2Bus di Berlino a fine aprile. Per consentire un più facile accesso dell’utenza ai servizi, e modalità di prenotazione user-friendly, dal sito trenitalia.com è possibile accedere alla pagina dedicata: fsbusitaliafast.it. I punti forti dl servizio? Integrazione modale, capillarità e flessibilità dei servizi, nuovi collegamenti in Italia e all’estero, digitalizzazione e canali di vendita veloci. La flotta, ereditata dall’azienda calabrese Simet, il cui 51 per cento è passato nelle mani di Busitalia, può contare su 60 autobus di ultima generazione (anzianità media 3 anni), e collega ogni giorno 15 regioni italiane e oltre 90 città, fra Italia e Germania.

In primo piano

Volvo centra il tredici e sbarca in Italia con il due piani

In un mercato ancora pesantemente condizionato dagli effetti della pandemia, Volvo si è affacciata per ultima sul mondo degli autobus a due piani, convinta di poter dire la sua. A dire il vero, il costruttore svedese già nel 2020 aveva lanciato il suo bipiano con un progetto tutto nuovo, ma le sue d...

Articoli correlati

AN.BTI ricevuta dal ministro del Turismo Garavaglia

L’Associazione Nazionale Bus Turistici (AN.BTI) è stata ricevuta nel pomeriggio di martedì 26 luglio a Roma presso il Ministero del Turismo dal ministro Massimo Garavaglia. dal Segretario Generale, Dott. Lorenzo Quinzi. All’incontro, in programma, hanno partecipato Riccardo Verona, presi...