Biglietto bus virtuale: la carta di credito per pagare il viaggio sul bus. Verso la rivoluzione in Emilia-Romagna. Sarà disponibile entro la prima metà del 2021. La soluzione è di Aep, azienda fiorentina che ha siglato i contratti con Seta (Modena), Start Romagna (Rimini), Tep (Parma) e Tper (Bologna).

biglietto virtuale emilia-romagna bus

Biglietto virtuale per il bus in Emilia-Romagna

La novità riguarderà il sistema di acquisto a bordo di biglietti virtuali. Questo, avverrà utilizzando una carta bancaria contactless EMV, appartenente inizialmente ai circuiti Mastercard, Maestro, VISA e V-Pay. Altri potranno aggiungersi in seguito.

A realizzare il sistema e i relativi apparati è l’azienda fiorentina Aep Ticketing Solutions Srl, che ha siglato accordi con

  • Seta (Modena)
  • Start Romagna (Rimini)
  • Tep (Parma)
  • Tper (Bologna)

I contratti sono relativi alla gara pubblica di appalto avente per oggetto la fornitura del sistema di bigliettazione elettronica EMV che equipaggerà tutti i bus delle quattro aziende.

La fase progettuale è già iniziata e sta procedendo molto velocemente, con l’obiettivo di portare in campo la soluzione già nella prima parte del 2021, fanno sapere dall’azienda di ticketing.

Biglietto virtuale in Emilia-Romagna, il modello Londra

Il nuovo sistema seguirà il modello di Transport for London e calcolerà automaticamente la miglior tariffa in base agli spostamenti del viaggiatore.

Le nuove validatrici sono il modello Futura 3B di AEP. Potranno convalidare le attuali carte già in uso al momento e i biglietti cartacei “smart” con QR-code. Inoltre, anche App su smartphone,  leggendone lo schermo.

La fornitura include anche il portale web per l’acquisto on-line dei titoli di viaggio basati su QR-code e il sottosistema dedicato ai controllori.

A tracciare una panoramica sul lavoro svolto dall’azienda fiorentina (a Signa, Fi) è l’amministratore delegato Giovanni Becattini. Di seguito, vi riportiamo le sue parole pronunciata a Bologna durante l’evento organizzato da Club Italia per celebrare i suoi vent’anni.

«Siamo estremamente orgogliosi di questi lavori. Stiamo collaborando con quattro aziende che sono certamente tra le migliori d’Italia (e non solo) ed è un grande onore poter essere a loro fianco in questo progetto. Faremo ogni sforzo possibile per garantire il massimo della soddisfazione da parte dei nostri clienti e ovviamente anche dei viaggiatori.”

«Stiamo portando ovunque le nostre soluzioni. Grazie ad Aep la Toscana è oggi, ad esempio, la regione italiana più cashless. Con Ataf nella provincia di Firenze abbiamo inaugurato nell’estate scorsa il nuovo sistema di ticketing cashless, che permette di comprare il biglietto del bus a bordo, usando una qualsiasi carta di credito contactless.

Abbiamo poi portato il servizio a Siena a settembre scorso e in molti altri bacini gestiti da Tiemme, e a Lucca lo scorso ottobre con il servizio urbano di CTT Nord. A novembre il pagamento del biglietto cashless è passato a tutto il bacino CTT Nord di Livorno e a dicembre su 42 autobus Tiemme della flotta urbana di Arezzo.

Il 2019 si è concluso con il secondo posto a Cannes del Calypso Networks Association Awards per il progetto ET-BLU, che ha concorso nella categoria Best Innovations. A luglio abbiamo inaugurato a Torino con GTT il primo caso di utilizzo del pagamento contactless con integrazione tra le linee di metropolitana e superficie. Ora puntiamo anche a diffondere al più presto il nostro sistema di pagamento anche in Emilia-Romagna».

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Optibus apre una nuova sede a Roma

Optibus ha annunciato oggi l’apertura di una nuova sede nell’Europa meridionale a Roma, in Italia. Piattaforma di intelligenza artificiale cloud-native nata a Tel Aviv nel 2014 – e ora utilizzata in oltre mille città in Europa, America (del Sud e del Nord, dove ha appena acquisito Trilli...
Smart