TRAVEL 874x90

VDL Bus&Coach inaugura la prima serie di Citea di nuova generazione con un ordine di 32 veicoli per la compagnia di trasporti Hermes, nella città olandese di Eindhoven. Gli autobus, con trazione 100% elettrica, che saranno attivi da gennaio 2022, rappresentano un importante investimento nella qualità e sostenibilità del trasporto pubblico locale.

VDL, i Citea per Hermes: le strade olandesi ancora più green

Il contratto di VDL con Hermes per la consegna di 32 Citea elettrici è il passo successivo alla gara indetta dalla provincia olandese del Nord Brabant con l’obiettivo di ridurre le emissioni entro  il 2025. VDL si era già aggiudicato la concessione per la zona del Brabant sud-orientale nel 2016, con Citea del tipo LF-122 da 12,2 metri.

Il presidente di VDL Groep Willem van der Leegte: “Hermes ha tenuto duro 4 anni fa per avviare quella che allora era la flotta di autobus elettrici più grande d’Europa a Eindhoven. È stata una pietra miliare che ha generato interesse in tutto il mondo. Il fatto che Hermes stia facendo il passo successivo, con l’ordine di 32 Citea di nuova generazione di VDL per Eindhoven, è l’esempio della loro visione per elettrificare il trasporto pubblico nella regione.”

La nuova generazione di Citea, disponibile in quattro varianti di lunghezza, si adatta a tutte le possibili richieste del mercato.  Tutte le versioni garantiscono sostenibilità, autonomia, sicurezza, comfort a bordo e grande capacità di passeggeri. Tutti i 32 veicoli  saranno consegnati in un’unica operazione nel primo trimestre del 2022.

Martijn Mentink, direttore regionale di Hermes: “Negli ultimi anni, molte altre società di trasporto e città europee hanno visitato Eindhoven per vedere e sperimentare con i propri occhi che il futuro della mobilità elettrica nel trasporto pubblico qui è già iniziato. Sono quindi molto contento di questo investimento. Con una flotta cittadina a emissioni zero possiamo contribuire ulteriormente a un trasporto pubblico più pulito. La crisi del coronavirus sta avendo un forte impatto sui trasporti pubblici, ma continuiamo a credere che l’innovazione ripagherà anche in questi tempi difficili.”.

Christophe van der Maat (membro dell’esecutivo provinciale del Nord Brabant): “Sono soddisfatto del ruolo che la provincia ha potuto svolgere nel finanziamento di questi nuovi autobus puliti. Il trasporto pubblico è sotto pressione a causa delle conseguenze del coronavirus, ma in questo modo ci aiutiamo a vicenda a mantenere le nostre ambizioni condivise di sostenibilità. La parte migliore è che questi autobus sono realizzati proprio nel Brabant. Questo investimento è positivo per i nostri passeggeri, per Hermes, per VDL e la provincia.”

I Citea di nuova generazione

I VDL Citea di nuova generazione per l’operatore olandese Hermes sono stati appositamente equipaggiati con il pacchetto dedicato “Brainport”. Questo include sistemi di sicurezza, come il Forward Collision Warning e il Blind Spot Detection. Anche il design degli interni e l’illuminazione sono specificamente studiati, rendendo quindi i 32 veicoli veri e propri ammiragli per la flotta di Hermes a Eindhoven.

Naturalmente, i Citea elettrici VDL sono anche dotati di misure per ridurre la diffusione dei contagi da Covid19. Sono presenti sistemi di filtraggio, rivestimenti antibatterici e misure protettive per il conducente.

Nei Citea di nuova generazione, i pacchi batterie sono integrati nel pavimento. Ciò consente più spazio a bordo, fino a un massimo di 110 passeggeri. Il fianco composito è costituito da un unico pezzo: ciò riduce il rumore e provoca meno vibrazioni, garantendo un maggiore comfort. Inoltre, la parete laterale migliora l’isolamento del veicolo, riducendo la necessità di riscaldare e raffreddare gli interni. La cabina di guida del conducente è stata ottimizzata e testata anche dalle organizzazioni di settore.

Articoli correlati

Attivati i primi charger hi-tech di Atm a Milano

Sono entrati in servizio i primi charger hi-tech di Atm nella città di Milano. Le postazioni per la ricarica degli e-bus, evolute e ad alto contenuto tecnologico, sono state per ora attivate in due zone della città, viale Zara e piazza 4 Novembre (stazione Centrale).