Il laboratorio di Politica dei Trasporti Traspol del Politecnico di Milano e Checkmybus.it hanno oggi presentato un rapporto sulle linee a lunga percorrenza che si basa sul campione di dati relativi alle ricerche mensili di viaggio effettuate sulla piattaforma Checkmybus.it e dei relativi prezzi medi. Riportiamo qui gli interventi dei realitori

Gennaro Scura, delle Autolinee IAS

«Il nostro mercato affonda le sue radici nell’esperienza del tpl, la mia famiglia ha avviato l’attività negli Anni 20. La lunga percorrenza nasce attorno negli Anni 70, affinata negli Anni 80, e si basava sul sistema delle concessione, una legge del 1939. Finita l’era delle concessioni pensavo che il mercato fosse maturo, ma non era così. Nel 2015, con il decreto 285, lo scenario è cambiato e il mercato si è aperto. In quell’anno aumenta così l’offerta, la domanda cresce e si modifica. Si avvia il processo di liberalizzazione dapprima con l’interesse crescente delle aziende italiane e poi grazie a quelle straniere. Il campione diventa così Flixbus che non è un operatore classico: non un autobus né un autista. Penso che la old economy si sia sposata con la new economy, un matrimonio che sta sviluppando valore. Ora c’è anche Busitalia che salutiamo con grande interesse ma non riesco a capire perché Fs si è dovuto tuffare in questo segmento. Mi sembra inopportuno».

Andrea Incondi, Flixbus Italia

«Non si può capire questo settore se non si analizzano i commenti degli utenti, dalle persone. Perchè noi trasportiamo persone. E i commenti sono tutti entusiasti. Negli ultimi due anni il settore è cresciuto del 18 per cento e operatori come Flixbus hanno rivoluzionato un mercato che oggi vale 200 milioni di euro, contro i 130 dell’era pre liberalizzazione. Bisogna innovare e noi continueremo a farlo. Con il nostro modello abbiamo generato 100 posti di lavori, cooperiamo con 50 aziende partner, abbiamo creato 3 milioni di indotto/anno e abbiamo trasportato 5 milioni di passeggeri dall’inizio della nostra attività. Oggi le priorità sono migliorare le autostazioni, snellire la burocrazia e chiediamo una più chiara normativa, visto quello che è successo delle milleproroghe, una vicenda, quest’ultima, che è un cono buoi del modello democratico di questo Paese. Se stiamo perdendo quasi 8 milioni di euro in due bilanci? E’ vero, gli investimenti costano».

Daniele Diaz, Busitalia

«La lunga percorrenza per noi è una novità, il nostro focus è tpl dove operiamo con 4500 persone,  maciniamo 120 milioni di km/anno grazie a una flotta di 2.400 autobus. Nel settore della lunga percorrenza siamo presenti con Busitalia Fast che conta una squadra di 120 dipendenti, copriamo 10 milioni di km/anno con una flotta di 60 autobus. Noi registriamo la gloria e il declino dell’auto, mezzo di trasporto che ha cambiato il Paese e che lo ha unito. Ma indubbio che ci sia un declino morale e un danno estetico, e le nostre città non sono fatte per sopportare tutte queste automobili. I segnali di un trend che va verso modalità diverse rispetto a quelle del mezzo privato ci sono e sono ben visibile e lo sharing, pensiamo, sarà il nodo di questa rivoluzione. Ma c’è un dato che vorrei fosse chiaro. La lunga percorrenza su gomma e ferro pesa per il 12 per cento del totale, la vera sfida è quella di erodere fette all’87 per cento di quota coperta dalle auto private».

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

PRESENTAZIONE / Isuzu Novo Ultra: turismo…a corto raggio

In un comparto dominato da mezzi derivati, carrozzati e scudati, l’Isuzu, nello specifico l’Isuzu Novo Ultra, è una delle poche esecuzioni ad essere un midi sin dalla nascita. Grazie al dealer italiano della casa turca, Officine Mirandola, abbiamo avuto modo di apprezzare uno dei Classe III della ga...

Il primo Scania Touring di Michielotto Bus per FlixBus

L’azienda padovana Michielotto Bus ha scelto Scania, dando il benvenuto in flotta al primo Touring da 12,1 metri che garantirà ai passeggeri in viaggio con Flixbus elevati livelli di comfort e sicurezza. Michielotto Bus, attività nata a conduzione famigliare nel 1977 nel settore del trasporto person...

Due Scania Touring da 12 metri a due assi per Martini Bus

Squadra che vince non si cambia. Martini Bus di Massimo Fiorese ha scelto nuovamente Scania per rinnovare la propria flotta di autobus turistici. Il Grifone, tramite il concessionario Scandipadova ha infatti consegna due nuovi Touring da 12,1 metri di lunghezza e a due assi all’operatore. Qualche al...