Una frattura insanabile. È quella che divide i sindacati e le amministrazioni di provincia e comune di Savona sul tema della gara per il trasporto pubblico. I rappresentanti dei lavoratori, infatti, della gara di servizio non vogliono proprio saperne. E propongono il modello Genova, dove si è optato per l’affidamento in house ad Amt (fusa con Atp). Una strada ben sgradita, come prevedibile, ad Fs

Gara per il trasporto pubblico, sindacati contro comune e provincia

Il capitolato è stato pubblicato a fine 2017. Tra i requisiti dei candidati vi è il possesso di un patrimonio netto di almeno 2,2 milioni di euro ed un fatturato medio annuo di 11,7 milioni. La decisione dell’amministrazione regionale non è stata gradita dai sindacati, che tifavano per un affidamento in house a Tpl Linea. Un’ipotesi tramontata, secondo il quotidiano “La stampa”, a causa dell’insostenibilità dei costi per i Comuni detentori di quote dell’azienda: troppi i 17 milioni di euro necessari per la gestione annuale. Da qui la decisione della gara presa nell’ultima assemblea dei sindaci in Provincia. I sindacati hanno chiesto l’inserimento nel bando della clausola sociale, ovvero l’impegno del nuovo gestore ad assumere l’intero organico.

Ora è sciopero contro la gara del trasporto pubblico

Nei giorni scorsi in prefettura si è cercato di mediare tra le organizzazioni sindacali, la Provincia e il Comune. Ma ogni tentativo è andato incontro a un inesorabile fallimento. Ne scrive il “Secolo XIX”. Da una parte, Provincia e Comune hanno riaffermato «l’impossibilità economica e politica di proseguire nella direzione dell’in house», come ribadito alla stampa dalla presidente della Provincia, Monica Giuliano, e dall’assessore Piero Santi per il Comune di Savona. Dall’altra i sindacati, contrari all’ingresso di privati, considerano «la gara come una privatizzazione secca». Al termine dell’incontro i rappresentanti delle sigle sindacali hanno preannunciato lo sciopero contro la decisione della provincia e del Comune di mettere a gara il servizio di trasporto pubblico.

In primo piano

Articoli correlati

Gianpiero Strisciuglio, AD di RFI, è il nuovo Presidente di Agens

Cambio ai vertici di Agens: Gianpiero Strisciuglio, già AD e DG di RFI, società capofila del Polo Infrastrutture del Gruppo FS, è il nuovo Presidente dell’associazione del trasporto pubblico di Confindustria alla quale aderiscono, oltre al Gruppo Ferrovie dello Stato, le principali aziende del...
Tpl

Autonomia differenziata, Biscotti (ANAV): “Preservare il FNT”

“Nell’attuale assetto istituzionale lo Stato mantiene primarie funzioni nella materia del trasporto pubblico locale e regionale che occorre preservare anche in un eventuale sistema di maggiore autonomia decisionale per le Regioni”. Nicola Biscotti, Presidente ANAV, l’Associazione del trasporto pubbl...
Tpl