TRAVEL 874x90

CTT Nord presenta il nuovo E60, il bus elettrico lungo 6 metri, prodotto completamente italiano della casa Rampini. Si tratta del secondo test di autobus 100% elettrico a Lucca, dopo l’esperienza con BYD di qualche settimana fa: un momento importante per tutta la cittadinanza, che può toccare con mano la tecnologia del trasporto pubblico del futuro. Il test, effettuato sulla LAM verde, sarà utile per capire la sua guidabilità e autonomia.

Rampini, il nuovo bus elettrico E60

Il nuovo bus elettrico E60 di Rampini ha una trazione completamente elettrica ed apre la strada all’E-Mobility ad impatto zero per la città: viaggia senza produrre alcuna emissione e praticamente alcun rumore.

L’E60 Elettrico, progettato appositamente per la trazione elettrica, è un vero autobus urbano da 6 metri, a pianale ribassato e posto per disabile, piccolo fuori e grande dentro, costruito per girare a zero emissioni nelle strade più strette dei centri storici. L’E60 Elettrico ha la possibilità di portare fino a 35 passeggeri disponendo di una grande maneggevolezza e di una ottima autonomia.

Tutto il sistema di trazione elettrica, che utilizza celle litioferrite, è interamente studiato e realizzato dalla Rampini insieme con il controllo delle batterie. Anche il monitoraggio delle singole celle è affidato ad un sofisticato sistema di gestione (BMS) sempre realizzato da Rampini.

I test per la mobilità sostenibile in Toscana

La conoscenza è la migliore arma per affrontare le sfide future. È per questo che CTT Nord ha avviato, in piena sinergia con le altre aziende del gruppo, una sperimentazione vasta e distribuita su diverse province toscane per conoscere a fondo gli sviluppi della mobilità elettrica.

Dichiara la Consigliera di Amministrazione di CTT Nord Simona Deghelli: “Continua il percorso di CTT Nord nella sperimentazione dei bus elettrici su percorso urbano. La mobilità attraverso la trazione elettrica per il trasporto pubblico e ormai il presente non più il futuro e quindi va conosciuta per meglio renderla adatta ai nostri tessuti urbani. La concezione di un trasporto pubblico moderno non può prescindere dai mezzi elettrici”.

Fonte notizia: La gazzetta di Lucca

Articoli correlati

Attivati i primi charger hi-tech di Atm a Milano

Sono entrati in servizio i primi charger hi-tech di Atm nella città di Milano. Le postazioni per la ricarica degli e-bus, evolute e ad alto contenuto tecnologico, sono state per ora attivate in due zone della città, viale Zara e piazza 4 Novembre (stazione Centrale).