Nell’ambito della transizione verde finalizzata a rendere l’Ue climaticamente neutra entro il 2050, e ridurne le emissioni di almeno il 55% entro il 2030, quello dei trasporti è un settore strategico per il processo di decarbonizzazione, così come lo sviluppo delle infrastrutture per lo sviluppo di una mobilità sempre più collettiva. Il binomio tra mobilità e sostenibilità si articola attraverso la democratizzazione, la decentralizzazione e la decarbonizzazione della mobilità per assicurare che un numero di persone sempre maggiore possa viaggiare in modo sostenibile, anche nei luoghi più remoti.

Di questo e del futuro di una mobilità in ottica sostenibile, grazie al dialogo continuo tra associazioni, istituzioni e industria, si è in casa FlixBus, durante il secondo appuntamento dei FlixTalk dedicato alla mobilità sostenibile con Franco Lucente, Assessore ai Trasporti e Mobilità Sostenibile della Regione Lombardia, Andrea Poggio, Responsabile Mobilità Sostenibile Legambiente, e Andrea Incondi, Amministratore Delegato di FlixBus Italia.

Potrebbe interessarti

L’Assessore ai Trasporti e Mobilità Sostenibile della Regione Lombardia, Franco Lucente, ha sottolineato l’importanza di uno sviluppo dei trasporti in cui l’ecosostenibilità sia in grado di fondersi con lo sviluppo tecnologico e l’innovazione. Così come l’importanza di investire sempre di più nelle infrastrutture per sviluppare l’intermodalità e garantire maggiori connessioni tra le aree periferiche e i centri principali. Queste le sue parole: «Regione Lombardia, tra i tanti progetti, sta lavorando a due iniziative relative alla sostenibilità: la prima riguarda 60 km di pista ciclabile e l’altra la realizzazione di un bosco con 43 mila ettari con percorsi green per i cittadini. L’obiettivo principale è il trasporto sostenibile. A questo riguardo, al PRS (Piano Regionale di Sviluppo) è stata aggiunta una ulteriore “S” per la sostenibilità, in quanto vogliamo rimanere al passo con gli sviluppi e le transizioni ecologiche dei vari stati europei. La Lombardia dev’essere una regione interconnessa, dove ogni realtà di piccola e media grandezza dev’essere connessa alle grandi città e garantire ai propri cittadini servizi di trasporto collettivo ed efficienti. Mi piace pensare alla Lombardia come ad un unico grande hub dell’intermodalità, dove non vi sono più distanze tra città e periferie».

Da sinistra destra, Franco Lucente, Andrea Poggio e Andrea Incondi

Il tema delle disuguaglianze territoriali e l’importanza di investire nelle infrastrutture, soprattutto in alcune aree della nostra Penisola, sono stati evidenziati anche da Andrea Poggio, Responsabile Mobilità Sostenibile Legambiente, «in alcune parti del Paese la situazione è migliorata rispetto al passato, in altre è fortemente peggiorata, con marcate differenze tra Nord e Sud, fortemente penalizzato dal punto di vista della mobilità collettiva. Un gap che può essere colmato con un piano strutturato e programmatico. Dal punto di vista ambientale e della sicurezza, avere meno mezzi veloci in circolazione ma un mezzo condiviso che colleghi le grandi distanze, diventa indispensabile il trasporto collettivo, che consente a più persone che si muovono verso lo stesso luogo, di muoversi insieme ed arrivare prima». Poggio di Legambiente ha tenuto anche a sottolineare che lo sviluppo regolato della mobilità collettiva può condurre anche ad un miglioramento della sicurezza stradale: «Per garantire la sicurezza stradale è necessario sviluppare la mobilità sostenibile che, come accade da anni in Europa e come scientificamente provato da numerose ricerche, è l’unica via per ridurre gli incidenti e la mortalità dei giovani in Italia».

L’amministratore Delegato di FlixBus Italia, Andrea Incondi, ha invece sottolineato l’importanza di sensibilizzare e incoraggiare «il passaggio da un sistema incentrato sul mezzo privato a uno intermodale-collettivo» così comeil supportare la ricerca nel campo delle energie alternative e delle loro applicazioni tecnologiche alla mobilità: «l’allocazione delle risorse destinate allo sviluppo tecnologico e infrastrutturale deve tenere conto dei servizi di trasporto collettivo di passeggeri. In questa direzione si muove, fra gli altri, il progetto in partenza nei prossimi mesi e che coinvolgerà il sud Italia, focalizzato sul potenziamento delle connessioni all’interno dei territori regionali con lo sviluppo di hub di collegamento in grado di veicolare i flussi di persone fra le grandi città e i piccoli centri. Questo ci permetterà, da un lato, di supportare lo sviluppo di aree meno collegate per mezzo di nuovi arrivi e, dall’altro, agevolare le partenze verso l’Europa. Con questo progetto intendiamo contribuire allo sviluppo di nuova mobilità per garantire un servizio sicuro e sostenibile ai cittadini e creare maggiori opportunità per il turismo a livello locale, nell’ambito di una valorizzazione di aree come il Sud Italia, dal grande potenziale ma ancora penalizzate da infrastrutture spesso carenti».

Il FlixTalk dedicato alla mobilità sostenibile si è inserito all’interno del Festival dello Sviluppo Sostenibile, promosso dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), la più grande iniziativa nazionale volta a sensibilizzare e mobilitare cittadini, giovani generazioni, imprese, associazioni e istituzioni sui temi della sostenibilità economica, sociale e ambientale, diffondere la cultura della sostenibilità e realizzare un cambiamento culturale e politico che consenta all’Italia di attuare l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e centrare i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs).

Il nuovo format di FlixBus, i FlixTalk, proseguirà anche nel mese di giugno con il suo lungo viaggio nella mobilità e nelle sue nuove sfide ed opportunità, grazie al coinvolgimento ad ogni puntata di ospiti istituzionali, associazioni ed esperti. Il prossimo appuntamento sarà dedicato alla mobilità del futuro.

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Articoli correlati

IBE & Intermobility Future Ways, parola ai protagonisti!

L’undicesima edizione di IBE – Intermobility and Bus Expo ospiterà per la prima volta Intermobility future ways – il Forum della mobilità sostenibile condivisa, organizzato in collaborazione con la Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e con il supporto tecnico dell’Osservat...

Conto alla rovescia verso InnoTrans 2024, a Berlino dal 24 al 27 settembre

Il 24 settembre 2024, la 14a edizione di InnoTrans aprirà nuovamente i battenti e riunirà i protagonisti della tecnologia dei trasporti e della mobilità di tutto il mondo. InnoTrans è la più grande fiera del settore nel suo genere, con 200.000 metri quadrati di spazio espositivo nel quartiere fieris...