Della vittoria di Otokar nella gara da 400 autobus urbani per Bucarest avevamo scritto. Ora è arrivata la firma sul contratto, vergata dal sindaco di Bucarest Gabriela Firea e dal direttore generale di Otokar Serdar Görgüç. Il marchio turco Otokar, che commercializza i propri autobus in 50 paesi, consegnerà i 400 autobus tra il 2018 e il 2019.

Otokar

In Italia Otokar è distribuita da Mauri

Forte di 55 anni di esperienza nel settore, Otokar si è aggiudicata a febbraio un contratto da circa 100 milioni di euro (per la precisione si  di 124 milioni di dollari) per la fornitura di 400 autobus per la capitale rumena, congestionata metropoli da oltre 2 milioni di abitanti. La gara ha visto l’accoppiata Otokar Europe e Otokar Otomotiv piazzarsi in testa superando altri tre concorrenti. Secondo quanto dichiarato a suo tempo dal sindaco, gli autobus Otokar sono «mezzi per il trasporto pubblico di qualità europea». Infatti, i 400 veicoli sono dotati di riscaldamento ed aria condizionata. In Italia, Otokar è distribuita da Mauri System.

Maxi commessa per il cotruttore turco

La firma sul contratto è arrivata il 5 giugno. Nell’accordo è incluso il servizio di post-vendita per otto anni. La cerimonia della firma del più grande accordo per l’esportazione di un singolo articolo da parte di un marchio turco di autobus si è tenuta con la sindaco di Bucarest Gabriela Firea e il direttore generale di Otokar Serdar Görgüç, in rappresentanza delle parti. L’azienda consegnerà i 400 autobus del Comune di Bucarest tra il 2018 e il 2019. Serdar Görgüç ha spiegato che Otokar Europe, fondata nel 2011 da Otokar per servire meglio i clienti europei, ha partecipato alla gara pubblicata per rispondere alle crescenti esigenze di trasporto pubblico di Bucarest: «Aziende globali europee e turche, che costituiscono la base di produzione di autobus in Europa, hanno presentato offerte per la gara d’appalto del Comune di Bucarest. In qualità di produttore leader di autobus in Turchia, abbiamo voluto offrire i nostri autobus. È un grande onore per noi che i nostri autobus abbiano ottenuto l’aggiudicazione nella gara. Bucarest sarà la prossima città dopo Istanbul dove forniremo una grande flotta. I nostri autobus, che serviranno la popolazione di Bucarest, sono già utilizzati in tutta la Turchia, così come in altri paesi tra cui Spagna, Serbia, Germania, Italia, Grecia, Belgio, Ungheria, Slovenia, Malta e Camerun». Recentemente, Otokar si è aggiudicata un contratto da 34 corti Vectio C per Varsavia, per l’operatore Arriva.

Otokar e i carburanti alternativi

«Ogni anno destiniamo circa il 4% del nostro fatturato alla ricerca e allo sviluppo – ha aggiunto Görgüç -. Sviluppiamo i nostri veicoli in base alle aspettative e alle esigenze degli utenti. Oltre alla produzione, forniamo anche servizi post-vendita per garantire la disponibilità per i nostri utenti e siamo sempre al fianco dei nostri veicoli». Attualmente, oltre 35 mila autobus Otokar trasportano milioni di passeggeri in 50 paesi. Otokar continua anche a lavorare sui carburanti alternativi, e ha già progettato il primo autobus ibrido e il primo autobus elettrico in Turchia e li ha aggiunti alla sua famiglia di prodotti.

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Autolinee Toscane, un nuovo bus ogni 2 giorni

Un bus ogni due giorni da ora a fine 2024, e poi il grande balzo che vedrà due bus nuovi ogni giorno (festivi e domeniche compresi) sulle strade della Toscana per garantire un servizio di trasporto pubblico locale sempre più efficace, efficiente e sostenibile sia dal punto di vista ambientale che so...

Riviera Trasporti, niente gestione in-house del tpl di Imperia

“Non ci sono le condizioni per l’affidamento in house, devono essere garantite efficienza ed economicità, che mancano nel piano industriale presentato da Riviera Trasporti“. Così il presidente della Provincia Claudio Scajola, ha aperto il getto di una doccia gelata all’operatore ci...
Tpl