Dal door-to-door nel centro storico alle lunghe percorrenze tra le principali città europee: il trasporto collettivo evolve in chiave green e coinvolge i mezzi – autobus di piccole e grandi dimensioni -, ma anche i servizi e fa sue nuove modalità, come lo sharing e la micromobilità, che si stanno sviluppando sempre più nelle nostre città.

Sono questi i temi, i prodotti e i servizi che – grazie all’offerta di più di 110 aziende – saranno protagonisti di NME- Next Mobility Exhibition, il nuovo evento organizzato da Fiera Milano e dedicato alla mobilità sostenibile delle persone, che si terrà nel quartiere di Rho dal 12 al 14 ottobre prossimi.
A raccontare questa realtà così vivace e sfaccettata non ci sarà soltanto il momento espositivo, ma sono in programma in tre giorni più di 20 convegni, che faranno il punto sulla mobilità che evolve e sulle opportunità legate a investimenti e incentivi, Pnrr in primis.

I mezzi che cambiano la mobilità collettiva

Autobus elettrici a emissione zero, bus mild hybrid di ultima generazione, mezzi a metano e biogas, ma anche veicoli a idrogeno e navette a guida autonoma. C’è tutto questo e molto di più nell’offerta di NME, che porterà in fiera le proposte di grandi costruttori come Industria Italiana Autobus, Irizar e-mobility, Isuzu Bus Italia, Iveco Bus, Karsan, MAN Truck & Bus Italia, Otokar Europe, Rampini Carlo, Solaris Bus & Coach, Tecnobus, ZF Italia.

Potrebbe interessarti

In mostra ci saranno anteprime europee e nazionali di veicoli pronti per essere protagonisti della viabilità nel prossimo futuro, interessanti proposte a trazione alternativa in grado di raggiungere ragguardevoli traguardi di autonomia, ma non mancheranno i mezzi diesel di ultima generazione che consentono un abbattimento importante delle emissioni.
Tra i mezzi presenti, ci saranno anche molti veicoli premiati per le loro performance sostenibili e per il contributo dato all’evoluzione del settore, veicoli in grado di garantire un abbattimento quasi assoluto delle emissioni di ossido di azoto e di particolato, che in più vantano una silenziosità notevole rispetto ai mezzi alimentati a gasolio.

L’offerta di NME proporrà bus di ogni dimensione, tutte le soluzioni oggi possibili per districarsi tra le vie dei piccoli centri, ma anche raggiungere le città italiane ed europee attraverso coach ampi e comodi come aerei.
Presente anche una proposta di guida autonoma, grazie a una navetta bidirezionale da 8 posti a sedere e 14 in piedi più sedili reclinabili che si muove senza conducente. Non mancherà, inoltre, l’offerta di componentistica e accessori.

Transizione ecologica e carburanti alternativi

La transizione ecologica necessita di una riorganizzazione sul piano infrastrutturale e di approvvigionamento energetico. Per questo, grandi realtà a livello globale – Eni, A2A E-Mobility, ABB, FNM, SEA Aeroporti di Milano – hanno scelto Next Mobility Exhibition per presentare il proprio contributo alla evoluzione sostenibile della mobilità collettiva.

In fiera ci sarà così spazio per il biocarburante che nasce dalla trasformazione di oli vegetali e biomasse di scarto in HVO (olio vegetale idrogenato), destinato ai bus già omologati, a quelli per cui non sono disponibili ancora alternative sostenibili mature e alla maggior parte dei veicoli Euro 5 e 6.

Dai biocarburanti alla trazione elettrica. Il processo di elettrificazione passa attraverso soluzioni innovative: a NME non mancheranno le tecnologie per garantire l’alimentazione e la manutenzione dei veicoli elettrici, gestire le stazioni di ricarica, le infrastrutture elettriche in cabina e a deposito, ma ci saranno anche i software per il monitoraggio da remoto delle operazioni di ricarica per evitare picchi di consumo di energia.

Anche la lunga percorrenza tra i protagonisti

La svolta green non si riguarda solo il trasporto pubblico locale, ma coinvolge anche le linee a lunga percorrenza e i viaggi turistici.
Sotto la vela di Fiera Milano saranno presenti i tre principali operatori privati, Itabus, Flixbus e Marinobus, che racconteranno il loro impegno nel concretizzare la svolta sostenibile nelle loro flotte, sempre più caratterizzate da mezzi ecosostenibili e con alimentazioni alternative.

La presenza in manifestazione dei tre player più importanti nel mercato italiano completa la filiera cui guarda NME e porta in fiera gli operatori di primo piano nella fruizione dei bus di ultima generazione.
Queste realtà rappresentano un banco di prova fondamentale per i costruttori, grazie alla disponibilità a sperimentare che li caratterizza: è attraverso di loro, infatti, che la lunga percorrenza si arricchisce anche di mezzi elettrici o con pannelli solari e si afferma come avanguardia per il settore.

Le soluzioni digitali che realizzano il cambiamento

Interessante sarà la presenza di realtà che sviluppano soluzioni integrate per un trasporto pubblico efficiente e rispettoso dell’ambiente come piattaforme software, gestionali completamente digitalizzati pensati per le aziende di trasporto pubblico locale, ma anche App per il carpooling e strumenti per l’utenza finale.

Non mancheranno soluzioni software basate sui più recenti risultati della ricerca operativa per aiutare le aziende di trasporto pubblico locale, le compagnie aeree e ferroviarie ad ottimizzare la pianificazione e la gestione delle risorse. Ma ci saranno anche App che permettono agli utenti di conoscere le linee e gli orari di percorrenza dei mezzi di trasporto e consentono di calcolare il percorso per arrivare puntuali a destinazione e acquistare biglietti e abbonamenti.

Altissima la tecnologia digitale a bordo di queste soluzioni, che va dalla intelligenza artificiale al machine learning per creare soluzioni data driven capaci di modificare gli esiti della ricerca grazie a potenti algoritmi di ottimizzazione. 

Sharing al centro del rinnovamento

Se si parla di spazi urbani e di centri storici, la mobilità sostenibile si declina, oggi sempre più, come micromobilità e sharing.
Per questo in manifestazione non mancheranno soluzioni e proposte per rendere sempre più vivibili le città, con un’area test in cui sarà possibile provare monopattini e biciclette. La micromobilità urbana elettrica e lo sharing giocano, infatti, un ruolo chiave per creare uno spazio urbano più democratico e fatto a misura di cittadino, anziché a misura d’auto privata.

Così in fiera, accanto al momento espositivo non mancheranno convegni che metteranno al centro il ruolo dello sharing come forza trainante l’innovazione: grazie ad esso è infatti possibile sperimentare veicoli di ultima generazione a trazione alternativa, ma anche muoversi liberamente con mezzi sempre più diffusi come i monopattini elettrici.

Articoli correlati

Karsan porta l’e-Ata Hydrogen al FIAA di Madrid

Dopo aver timbrato il cartellino a Next Mobility Exhibition, portandosi a casa il Sustainable Bus Award 2023 nella categoria Urban con l’e-Ata 12, Karsan sarà anche al FIAA di Madrid. Per l’occasione il costruttore di Bursa porterà l’e-Ata Hydrogen svelato alla filiera in occasione dello IAA Transpo...

Il Leone protagonista a Next Mobility Exhibition

Con l’elettrico Lion’s City E (recentemente eletto Bus of the Year2023), il diesel Euro 6 Intercity Low Entry e due turistici (il Lion’s Coach di FlixBus e il Neoplan Skyliner di Itabus), MAN è stata tra i protagonisti della prima volta di Next Mobility Exhibition. Nel corso della ...