Karsan, costruttore turco di autoveicoli, ha presentato quest’oggi (venerdì 24 settembre, ndr), con una conferenza stampa online, la nuova gamma di autobus elettrici cittadini e-Ata.

Sostenibilità, elettrico e futuro sono state le parole che hanno dominato l’evento, al quale hanno partecipato l’amministratore delegato Okan Baş e il direttore commerciale Denis Cetin, che hanno posto l’accento l’evoluzione elettrica, o meglio, la rivoluzione elettrica che sta interessando sempre più il mondo dei trasporti.

Alla scoperta della nuova flotta elettrica di Karsan e-ATA

Ed eccoci dunque alla novità: la nuova flotta di autobus elettrici firmata Karsan e-ATA prevede veicoli da 6 a 18 metri. «Per noi oggi è un giorno storico, che sarà ricordato senza dubbio negli anni a venire. Diventiamo il primo produttore in Europa a offrire una gamma così variegata 100% elettrica», le parole di Okan Baş, che ha anche sottolineato come la gamma e-ATA sarà sviluppata con tecnologie di guida autonoma negli anni a venire.

Dunque è stata la volta di Deniz Cetin, che ha posto l’accento sulle caratteristiche dei mezzi, a partire da una comoda novità, ovvero la pavimentazione completamente piana per ogni mezzo, per agevolare il più possibile i passeggeri a bordo.

Particolare attenzione, ovviamente, al capitolo batterie elettriche (con ciclo di vita fissato tra gli otto e i dieci anni): Karsan offre sette varianti di batteria, da 150 kWh a 600 kWh, capaci di garantire un’autonomia fino a 450 chilometri in condizioni reali. Per le tempistiche di ricarica, invece, in appena 4 ore si ottiene un pieno di energia, ma è prevista anche l’opzione di ricarica rapida in un’ora.

In ultimo, è bene sottolineare come la  gamma Karsan e-ATA sia dotata di un sistema di allarme acustico per aumentare la sicurezza per gli utenti della strada, vista la natura particolarmente silenziosa di questi mezzi elettrici.

Il CEO Baş, infine, ha annunciato come siano già arrivati ordini dei nuovi e-bus: a dicembre la società di Bursa consegnerà i primi dieci Karsan e-ATA da 10 metri in Romania, mentre 56 unità da 18 metri sono già state richieste – sempre in Romania – per il 2022. Già a ottobre, peraltro, partirà un roadshow europeo che farà tappa in Italia, Francia, Germania, Romania, Spagna e Portgallo, per far conoscere – e provare – i nuovi autobus elettrici.

In primo piano

Citymood 12e, il tour-test su e giù per lo Stivale è un successo

Mancavano una manciata di settimane alla fine del 2021 quando, in quel di Flumeri, Industria Italiana Autobus lanciava il primo elettrico di casa. Il nome di battesimo? Citymood 12e, di fatto il primo ebus interamente progettato e realizzato in Italia. Una novità tutta made in Italy ben accolta dal ...

Articoli correlati

Sardegna, 40 milioni di euro per 90 e-bus

L’Arst, azienda di trasporto pubblico della Regione Sardegna, avrà a disposizione circa 40 milioni di euro per l’acquisto di 90 autobus elettrici da 12 metri. La somma è stata stanziata ieri (giovedì 21 luglio, ndr) dalla Giunta con una delibera, con l’obiettivo finale di sostituir...