La gamma Indcar Wing si arricchisce di due nuovi modelli, uno da 8 e l’altro da 8,5 metri, capaci, rispetto alle versioni già a listino, di offrire più posti a sedere (il top di gamma arriva a 30 posti più l’autista), un baule ancora più capiente, più spazio tra i sedili e un’area più confortevole per autista e hostess. Ma non solo. I due inediti di casa Indcar lanciano il cuore oltre l’ostacolo mettendo sul tavolo dettagli e allestimenti, già nella versione standard, da categoria premium. I nuovi Indcar Wing sono realizzati su meccanica Iveco Daily 70C18 con la classica struttura a longheroni a ‘C’ a collo di cigno collegati da traverse tubolari chiodate. Il ponte è di tipo posteriore rigido mentre l’assale anteriore è a ruote indipendenti. A muovere i due nuovi arrivati di casa Indcar pensa il quattro cilindri da tre litri capace di erogare 180 cavalli caratterizzato dalle quattro valvole per cilindro comandate da albero a camme in testa, dal common rail di ultima generazione e da un sistema realizzato da filtro antiparticolato, egr ed scr per il contenimento delle emissione certificate Euro VIc. In tandem al motore sono previste due tipologie di cambio: il sei marce meccanico o l’automatizzato Hi-Matic.

Indcar Wing

Indcar Wing, due nuovi modelli

Il Wing L8 e la versione L8.5 completano una gamma che sino a ieri contava al suo interno il modello L7, da 7,7 metri, e la versione L7 Th caratterizzata dalla postazione per disabile. Nello specifico il Wing L8 misura 7,99 metri (i circa 20 centimetri sono stati ricavati allungando lo sbalzo posteriore) ed è disponibile nelle versioni da 26 o 28 posti con porta di emergenza posta sulla murata di destra. Si cresce di dimensioni e capacità di trasporto con il modello Indcar Wing L 8.5. Qui la lunghezza fuori tutto è di 8,48 metri (grazie a un passo più lungo) così da ospitare sino a 30 passeggeri. Soluzione che posiziona il Wing L8.5 su un segmento di mercato del tutto inedito per Indcar che così può giocare ad armi pari con la diretta concorrenza.

Indcar Wing, le novità

I due nuovi Indcar Wing portano in dote alcune novità significative. Per ridurre il peso del veicolo e aumentare il numero di sedute il costruttore spagnolo, infatti, è stato chiamato a un lavoro di cesello. In questa direzione vanno la modifica della struttura in acciaio, ora più leggera, e la sostituzione del pavimento in legno Okume con pannellature a sandwich ultraleggero. Due scelte che hanno consentito di lasciare a terra zavorra ‘inutile’ in favore di passeggeri e bagaglio al seguito. Per i nuovi modelli della gamma Wing è stato studiato un posto guida capace di offrire più comfort e visibilità all’autista così da accrescere anche i livelli di sicurezza. Sempre per il posto guida si registra l’arrivo della nuova videocamera interna, ora integrata nel retrovisore. Lo schermo del retrovisore, inoltre, assume su di sé la funzione della retromarcia. Nella lista degli inediti anche le luci a led d’ingombro laterali, che svolgono anche funzione di segnalazione e migliorano la visibilità in sede di manovra. Sempre a led le luci di profilo dei gradini d’accesso, gradini ora ricoperti in Pvc, di un colore coordinato al corridoio del vano interno. Per facilitare la salita è previsto il classico corrimano che è solidale alla nuova paretina in acciaio inossidabile disegnata dal centro design Indcar. Un’altra paretina, gemella della precedente, è inoltre collocata alle spalle dell’autista, ora in posizione più arretrata rispetto alla versione L7 così da evitare lo sfregamento con il sedile del driver e disegnare un’area multifuzione dove, a seconda delle esigenze del cliente, possono trovare posto il frigorifero, un porta ombrelli, un cestino, oppure la macchina del caffè. In questa rimodulazione degli spazi interni, a beneficiare, come già accennato, sono anche i livelli di comfort dei passeggeri. Infatti, la distanza tra i sedili nella versione da 8,5 metri arriva a 76,5 centimetri, la larghezza interna tocca ora i 2.250 millimetri e l’ampiezza del corridoio aumenta sino a 350 millimetri.

Indcar Wing

Indcar Wing, nel dettaglio

Questo grazie all’adozione di nuovi sedili Indcar battezzati I 30 disponibili, per il Wing 8.5, solo nella nella versione Standard (senza doppia imbottitura). Per il Wing da 8 metri, oltre alla versione Stardard (anche con doppia imbottitura), sono presenti le versioni I 30 Plus (senza doppia imbottitura) caratterizzati dal poggiatesta in simil pelle e tasche laterali. Sempre per il Wing 8 anche disponibili i Kiel 2050 Avance e i Vogel Prestige. Nuove anche le cappelliere con un volume maggiorato e luci integrate nell’unghia disegnata tra cielo interno e la stessa cappelliera. Bollino ‘new’ anche per la collocazione del pulsante che comanda l’apertura della porta d’accesso, ora ubicato nella parte anteriore del veicolo, così come l’inedita piastra in alluminio posta in corrispondenza della porta di emergenza così da evitare di deteriorare il gradino di emergenza.

 

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Idrogeno per il tpl, il position paper di Asstra e H2IT

Duecentosei. È questo il numero di autobus alimentati a idrogeno circolanti in Europa a fine 2022. Un numero che è salito nel corso del 2023, a dimostrazione di come l’H2, oltre alle batterie che alimentano e spingono gli e-bus, sia una delle trazioni alternative per affrontare la sfida della ...