Le direttive più severe in materia di resistenza della sovrastruttura contenute nella norma UN ECE R66.02 non verranno applicate solamente ai pullman turistici, ma anche agli autobus di linea di classe II, ossia gli interurbani. Al momento dell’entrata in vigore di tali direttive, tutti gli autobus urbani di MAN Truck & Bus (compresi quelli di classe I) presenteranno una struttura resistente al ribaltamento. “La nostra intenzione è di garantire la massima sicurezza a tutti i passeggeri che viaggiano nei nostri autobus di linea, indipendentemente dalla classe del veicolo”, sottolinea Rudi Kuchta, Head of Sales Bus di MAN Truck & Bus. Il punto fondamentale della norma, che verrà applicata a tutti gli autobus di classe II e III immatricolati a partire dal 9 novembre 2017, risiede nella definizione di uno spazio residuo in caso di ribaltamento. In una situazione del genere, la struttura deve essere in grado di assorbire una quantità di energia sensibilmente maggiore, al fine di mantenere lo spazio residuo necessario per la sopravvivenza dei passeggeri. Per soddisfare i requisiti previsti dalla legge, MAN inserirà nel telaio dei veicoli componenti di acciaio ultraresistente. Questo materiale darà alla sovrastruttura la resistenza necessaria e farà sì che l’energia prodotta durante l’eventuale ribaltamento del veicolo venga assorbita in modo ottimale. Tutto ciò comporterà delle modifiche marginali all’equipaggiamento dell’abitacolo.

MAN

MAN EfficientCruise e EfficientRoll

Per gli autobus turistici MAN e NEOPLAN viene proposta una nuova generazione del MAN EfficientCruise, la regolazione della velocità di marcia “previdente”. Tale sistema di assistenza tiene conto dei tratti in salita e discesa del percorso previsto e, se possibile, adegua marcia e velocità per migliorare l’efficienza dello stile di guida. Nel nuovo MAN EfficientCruise è stato ottimizzato anche l’adeguamento predittivo della velocità che interviene attivamente e in modo previdente nella scelta della marcia. La versione attuale del sistema impedisce, per esempio, a MAN TipMatic di scalare le marce se non è necessario e sceglie il rapporto ottimale nell’affrontare una salita, evitando quindi cambi di marcia nel tratto in pendenza con interruzione della trazione. Un’altra novità è la funzione di avanzamento per inerzia EfficientRoll con vantaggi in termini di efficienza anche in leggera discesa, quando porta automaticamente il cambio nella posizione “N” di folle riducendo al minimo le perdite per gli attriti della catena cinematica. Se la generazione precedente di MAN EfficientCruise consentiva già un risparmio di carburante fino al 6%, ora con le nuove funzioni la riduzione dei consumi sarà ancora maggiore. MAN EfficientCruise viene sempre attivato automaticamente quando si avvia il motore. La regolazione di default delle quattro regolazioni di base disponibili è su ECO Level 3, con una tolleranza di velocità di 5 km/h in più e di 6 km/h in meno della velocità impostata. Con i quattro livelli il conducente può adeguare la tolleranza della velocità e quindi l’entità del risparmio di carburante all’effettiva situazione della circolazione stradale. L’opzione ECO Level selezionata al momento viene visualizzata sul display con il relativo scostamento massimo di velocità positivo o negativo.

Con le sue soluzioni, MAN EfficientCruise aiuta anche a evitare il superamento dei limiti di velocità: su lunghi tratti in pendenza è consentita infatti una velocità massima costante di 100 km/h, indipendentemente da quella desiderata o impostata. Questo limite può essere superato al massimo per 30 secondi e non oltre i 104 km/h. Se la potenza frenante continua del retarder e del freno motore a controllo elettronico MAN EVBec potenziato non è sufficiente, un segnale visivo e acustico avverte il conducente che la velocità è troppo elevata. È così possibile rallentare il veicolo con il freno di servizio senza disattivare MAN EfficientCruise.

MAN Adaptive Cruise Control

La regolazione della velocità di marcia MAN Adaptive Cruise Control (ACC) mantiene automaticamente una distanza di sicurezza costante dal veicolo precedente. Per questo il sensore radar dietro la mascherina frontale rileva, anche a una distanza di 150 metri, lo spazio e la velocità relativa del veicolo che procede sulla stessa corsia di marcia. In base a questi dati, alla dimensione della corsia, alla velocità e all’azione del conducente, la centralina elettronica ACC calcola la migliore strategia di avvicinamento e gestisce accelerazione e frenata tramite retarder o freno di servizio.

L’attivazione del sistema ACC avviene tramite il volante multifunzione e con l’interruttore a bilico è possibile definire la distanza che deve essere mantenuta. Sul display vengono poi visualizzate la velocità desiderata, la velocità del veicolo precedente e la distanza che si vuole mantenere. Se il conducente aziona l’acceleratore mentre l’ACC è attivo, il conducente subentra al sistema. Se invece aziona il freno o la leva del retarder, disattiva automaticamente l’ACC.

Questo sistema di regolazione della velocità in funzione della distanza di sicurezza rappresenta un aiuto per il conducente in caso di lunghi tragitti in colonna perché mantiene in modo affidabile la distanza richiesta dal codice della strada. Allo stesso tempo contribuisce alla sicurezza nella circolazione stradale evitando situazioni di frenate di emergenza e tamponamenti, anche in caso di cattiva visuale per le condizioni metereologiche perché impiega la tecnologia radar. Grazie alla regolazione ottimale dell’adeguamento della velocità si riduce ulteriormente il consumo di carburante e con esso anche le emissioni di sostanze inquinanti.

MAN Comfort Drive Suspension

Il sistema attivo di ammortizzamento MAN Comfort Drive Suspension (CDS) a controllo elettronico contribuisce in egual misura sia alla sicurezza sia al comfort. Grazie alla regolazione elettronica in continuo della rigidità delle sospensioni a seconda delle situazioni, il CDS permette un assetto di marcia sicuro e allo stesso tempo il massimo comfort. Il sistema tiene conto sia del carico del veicolo, sia delle attività del conducente (posizione dei pedali, velocità ecc.), raffiche di vento laterali e caratteristiche del manto stradale. MAN CDS è così in grado di aumentare la stabilità e migliorare la gestione del veicolo in situazioni critiche di guida mentre, in condizioni normali, contribuisce a un comfort di guida migliore. MAN suggerisce questo sistema in particolare per veicoli con un baricentro elevato e in generale per l’impiego su fondo stradale sconnesso. NEOPLAN Skyliner dispone per questo di serie del MAN CDS.

MAN AttentionGuard

Soprattutto per i lunghi tratti autostradali è stato sviluppato MAN AttentionGuard, il sistema di protezione contro la stanchezza, il cui obiettivo è rilevare se l’attenzione del conducente si riduce e di avvertirlo in caso di necessità. AttentionGuard emette un segnale acustico e luminoso per avvertire il conducente se rileva una disattenzione, ma non interviene attivamente. È necessario attivare prima il sistema di assistenza corsia LGS (Lane Guard System) perché utilizza i dati della sua telecamera. Un indizio di disattenzione, distrazione o stanchezza può essere, per esempio, un modo di sterzare molto diverso rispetto all’inizio del viaggio. Se MAN AttentionGuard rileva un comportamento simile da parte del conducente, sul display centrale viene visualizzato il messaggio “consigliata pausa”. Inoltre viene emesso per due volte un segnale acustico tramite gli altoparlanti del posto di guida. In questo modo MAN AttentionGuard contribuisce attivamente alla sicurezza. È inoltre possibile ricevere un segnale tattile nel sedile del conducente.

MAN

MAN Lane Guard System

La nuova generazione del sistema di assistenza corsia Lane Guard System (LGS) è disponibile dalla metà del 2015 sia per MAN Lion’s Coach, MAN Lion’s Intercity e MAN Lion’s Regio, sia per tutti gli autobus turistici NEOPLAN. La sua funzione consiste nell’assistere il conducente a mantenere la propria corsia di marcia su strade con buona segnaletica orizzontale. Rispetto alla versione precedente, l’ultima generazione si distingue per un nuovo sistema di telecamere con un software migliorato e funzionalità ampliate. La novità è, per esempio, che il sistema LGS si attiva solo se rileva le delimitazioni della corsia sia a destra sia a sinistra, si disattiva in caso di restringimento della corsia di marcia e tiene conto del fatto che i veicoli commerciali spesso viaggiano più spostati sulla destra. Tutto ciò contribuisce a una notevole riduzione di avvertimenti indesiderati e a migliorare l’apprezzamento del sistema da parte dei conducenti.

MAN Lane Guard System si attiva automaticamente all’avvio del motore. Una telecamera dietro il parabrezza rileva le linee di delimitazione della corsia. Se l’autobus esce dalla corsia senza che il conducente abbia azionato gli indicatori di direzione viene emesso un segnale acustico di allarme dal diffusore audio del lato corrispondente. Come opzione, l’avvertimento può essere fornito sotto forma di vibrazioni sul lato del sedile corrispondente. LGS aiuta così a evitare la tipica causa di incidenti su tratti monotoni del percorso: l’abbandono involontario della corsia a causa di disattenzione.

MAN Emergency Brake Assist

La seconda generazione dell’assistente alla frenata di emergenza MAN EBA offre una sicurezza ancora maggiore per tutti gli utenti della strada, i passeggeri e il conducente. Grazie infatti a un migliore monitoraggio della carreggiata con radar e telecamera, gli oggetti fermi e in movimento sulla propria corsia vengono rilevati prima e in modo più sicuro e anche scenari di traffico complessi vengono interpretati in modo più affidabile. In caso di collisione imminente, il sistema MAN EBA 2 avverte il conducente con un segnale visivo, acustico e tattile; allo stesso tempo viene ridotta e limitata la coppia motrice e le luci di arresto si illuminano. Se il conducente non reagisce, il sistema avvia automaticamente una frenata fino all’arresto completo. Se il pericolo di collisione non sussiste più, per esempio perché il veicolo lento che precede si è spostato sulla corsia di sosta, MAN EBA 2 rilascia il freno e pone fine agli avvertimenti. L’intera coppia motrice è disponibile dopo che il conducente ha rilasciato brevemente e quindi riazionato l’acceleratore. Con le sue funzioni l’assistente alla frenata di emergenza contribuisce ad evitare i gravi tamponamenti o a ridurne le conseguenze. MAN soddisfa già oggi con EBA i requisiti di legge del Regolamento UE n. 347/2012 che entreranno in vigore a partire dal 2018 per tutti gli autobus di nuova immatricolazione.

MAN Tyre Pressure Monitoring

Con MAN TPM (Tyre Pressure Monitoring) il conducente ha a disposizione un sistema che controlla costantemente la pressione di gonfiaggio degli pneumatici e lo allerta se il valore scende sotto il valore minimo. Per questo viene montato un sensore di pressione su ogni cerchione che trasmette via radio i valori alla centralina elettronica. Sul display del cruscotto viene visualizzato automaticamente un avvertimento se si scende del 20% sotto il valore minimo o se si supera del 40% quello massimo. Il conducente ha inoltre la possibilità di controllare in qualsiasi momento in manuale la pressione degli pneumatici: in questo modo è possibile evitare praticamente tutte le situazioni di panne dovute a una lenta perdita di pressione degli pneumatici, aumentando la sicurezza e allo stesso tempo riducendo i tempi di fermo. Grazie alla pressione ottimale è possibile inoltre ridurre il consumo di carburante e l’usura degli pneumatici.

Sensori di luminosità e tergicristallo automatico

MAN Truck & Bus offre per tutte le serie di autobus la luce anabbagliante automatica con sensore di luminosità. Se l’interruttore di comando è in modalità “Auto” il veicolo accende e spegne automaticamente gli anabbaglianti in funzione della luminosità esterna, per esempio all’imbrunire o nel percorrere un tunnel. La luce di marcia viene attivata anche in caso di pioggia, quando cioè il tergicristallo è in funzione per oltre cinque secondi. Vengono comandate insieme anche le luci di posizione posteriori, le luci di posizione anteriori, le luci di ingombro anteriori e posteriori, le luci di ingombro laterale, illuminazione della targa e del cruscotto. Anche il tergicristallo può essere comandato tramite un sensore di pioggia. La sensibilità del tergicristallo automatico può essere regolata dal conducente tramite un comando sulla leva comando sterzo. Quanto maggiore è la sensibilità impostata, tanto più rapida è la reazione del tergicristallo e più brevi le pause di tergitura.

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

PRESENTAZIONE / Isuzu Novo Ultra: turismo…a corto raggio

In un comparto dominato da mezzi derivati, carrozzati e scudati, l’Isuzu, nello specifico l’Isuzu Novo Ultra, è una delle poche esecuzioni ad essere un midi sin dalla nascita. Grazie al dealer italiano della casa turca, Officine Mirandola, abbiamo avuto modo di apprezzare uno dei Classe III della ga...

Il primo Scania Touring di Michielotto Bus per FlixBus

L’azienda padovana Michielotto Bus ha scelto Scania, dando il benvenuto in flotta al primo Touring da 12,1 metri che garantirà ai passeggeri in viaggio con Flixbus elevati livelli di comfort e sicurezza. Michielotto Bus, attività nata a conduzione famigliare nel 1977 nel settore del trasporto person...

Due Scania Touring da 12 metri a due assi per Martini Bus

Squadra che vince non si cambia. Martini Bus di Massimo Fiorese ha scelto nuovamente Scania per rinnovare la propria flotta di autobus turistici. Il Grifone, tramite il concessionario Scandipadova ha infatti consegna due nuovi Touring da 12,1 metri di lunghezza e a due assi all’operatore. Qualche al...