Come preannunciato, FlixBus sta aumentando il numero di corse in tutta Italia, potenziando i collegamenti anche nei piccoli centri. La rete è stata implementata anche in Toscana, con nuove tratte incluse nella rete regionale e biglietti già acquistabili su tutti i canali di vendita.

FlixBus in Toscana: una copertura omogenea del territorio regionale

Con l’aumento delle tratte FlixBus in Toscana, l’operatore degli autobus verdi si prepara a soddisfare una domanda destinata a crescere in maniera significativa assicurando una copertura omogenea del territorio, con un’attenzione particolare ai piccoli e medi centri. “La società intende così garantire, a chiunque lo necessiterà, la possibilità di spostarsi in totale sicurezza, ma anche contribuire alla deconcentrazione dei flussi turistici, con l’obiettivo di valorizzare quei luoghi di interesse scarsamente collegati dai tradizionali mezzi di trasporto” fa sapere una nota di Flixbus.

Ancora non siamo nelle condizioni di poter garantire una ripartenza a pieno regime, ma, nonostante i mesi passati, con le nostre sole forze abbiamo resistito alla pandemia. Ora guardiamo con fiducia al futuro, certi di una ripresa imminente e consapevoli del ruolo cruciale che, in quanto operatore della mobilità, siamo chiamati ad assolvere: ora più che mai, dobbiamo garantire a tutti la possibilità di viaggiare in totale sicurezza, per dare il giusto slancio a un settore che ha già sofferto troppo e che ha bisogno del nostro supporto -ha dichiarato Andrea Incondi, Managing Director di FlixBus Italia-. Noi siamo pronti a fare la nostra parte per aiutare il turismo a ripartire, nel rispetto delle regole e della situazione sanitaria, rendendo giustizia a un patrimonio paesaggistico, artistico e culturale che, da solo, può contribuire in larga parte al rilancio del Paese. Auspichiamo che anche il Governo percepisca e supporti adeguatamente questa ripartenza“.

Le nuove tratte regionali

Sono 10 le città della Toscana che beneficeranno di collegamenti diretti con le altre regioni italiane: gli autobus verdi di FlixBus arrivano già a Firenze, Prato, Pisa, Lucca, Siena, Poggibonsi e Bettolle di Sinalunga, a cui si aggiungeranno Pistoia e Montecatini Terme, a partire da giovedì 27 maggio, ed Empoli, da giovedì 10 giugno. Verranno così garantite, e potenziate, le rotte giornaliere non solo con diverse delle principali città toscane, ma anche con alcuni piccoli e medi centri della regione, con il duplice obiettivo di assicurare anche a chi risiede in aree poco collegate la possibilità di spostarsi e, al tempo stesso, veicolare i flussi di visitatori lungo itinerari meno noti, creando opportunità per il turismo locale.

Si consolida la rete dei collegamenti operativi con Firenze, da sempre al centro degli investimenti di FlixBus complice l’enorme prestigio di meta turistica domestica e internazionale. Da giugno, saranno oltre 100 le città connesse con il terminal di Villa Costanza, con possibilità di ricadute positive a livello di turismo locale. Innanzitutto, grazie al potenziamento delle tratte con le grandi città italiane come Roma, Milano, Napoli, Torino, Palermo, Genova, Bologna, Bari e Venezia, il territorio beneficerà di un incremento dei flussi dei visitatori sulle grandi direttrici nazionali, con la possibilità di sinergie virtuose con il trasporto pubblico locale e la creazione di itinerari nuovi che attraversino tutta la provincia. Ma Firenze sarà collegata comodamente anche con molti piccoli e medi centri italiani e rinomate località turistiche del Paese, che si offriranno così come mete ideali per un’estate all’insegna del turismo di prossimità: tra queste, città d’arte come Padova, Ferrara, Perugia e Caserta e mete balneari come Porto Cesareo e Manduria, in Salento, e Scalea e Pizzo, in Calabria. Il capoluogo toscano potrà inoltre godere di un incremento significativo delle rotte internazionali, con l’estensione delle rotte a 20 città in cinque Paesi esteri, tra cui Zurigo e Lugano in Svizzera, Marsiglia, Lione e Nizza in Francia, Monaco di Baviera e Francoforte sul Meno in Germania, Innsbruck in Austria e Fiume in Croazia.

In primo piano

Articoli correlati

CheckMyBus annuncia la partnership con Kayak

Il motore di ricerca autobus CheckMyBus annuncia una nuova partnership: grazie alla collaborazione con il portale di viaggi Kayak, fornirà agli utenti di tutto il mondo il database più completo per viaggiare ed esplorare il mondo in autobus, tutto su una singola piattaforma.