Dopo cinquant’anni è cambiato il gestore del servizio di tpl a Ragusa: Ast ha passato il testimone a Etna Trasporti, che si è aggiudicata la gara con un ribasso del 15% sulla base d’asta. La durata del contratto? Due anni, poi la gara europea per l’affidamento definitivo.

«Concluso il rapporto ultradecennale con Ast, Etna Trasporti si è aggiudicata la manifestazione di interesse per gestire il servizio per i prossimi 24 mesi anni, periodo durante il quale si terrà una grande gara europea per l’affidamento definitivo. Un iter seguito da tutte le città siciliane non più legate ad Ast e che Ragusa sta svolgendo nel rispetto dei tempi e cogliendo l’opportunità per attuare migliorie», ha dichiarato il sindaco Peppe Cassì.

Potrebbe interessarti

Al primo cittadino ha fatto eco l’assessore alla mobilità Giovanni Gurrieri: «Etna trasporti ha soddisfatto tutte le nostre richieste sia in merito alle linee che ai mezzi e alle tecnologie: geolocalizzazione dei bus e la possibilità di acquisire i biglietti tramite app multilingua sono due requisiti standard che troppo a lungo il trasporto pubblico di Ragusa non ha avuto. Al tempo stesso sarà potenziata la comunicazione».

Potrebbe interessarti

In primo piano

Articoli correlati

Gianpiero Strisciuglio, AD di RFI, è il nuovo Presidente di Agens

Cambio ai vertici di Agens: Gianpiero Strisciuglio, già AD e DG di RFI, società capofila del Polo Infrastrutture del Gruppo FS, è il nuovo Presidente dell’associazione del trasporto pubblico di Confindustria alla quale aderiscono, oltre al Gruppo Ferrovie dello Stato, le principali aziende del...
Tpl

Autonomia differenziata, Biscotti (ANAV): “Preservare il FNT”

“Nell’attuale assetto istituzionale lo Stato mantiene primarie funzioni nella materia del trasporto pubblico locale e regionale che occorre preservare anche in un eventuale sistema di maggiore autonomia decisionale per le Regioni”. Nicola Biscotti, Presidente ANAV, l’Associazione del trasporto pubbl...
Tpl