Secondo la nuova normativa del ministero dei Trasporti, entro il 2 luglio scorso tutti gli estintori a bordo degli autobus circolanti in Italia dovrebbero essere a schiuma, andando così a sostituire i vecchi dispositivi di sicurezza in polvere. Insomma, da tre mesi a questa parte gli estintori a polvere non sono più in regola. Che succede però? A Roma su un terzo degli autobus gli estintori non sono a norma, perché Atac e Roma Tpl non si sono ancora adeguati in toto alla normativa del Mit (che ha dato seguito a una circolare datata peraltro 2018).

E così sono circa seicento gli autobus che circolano sull’asfalto della capitale con i dispositivi non in regola, seppur funzionanti; la scelta ministeriale è infatti motivata dalla volontà di preservare il più possibile la sicurezza e salute pubblica, evitando che le polveri anti incendio vengano inalate dai cittadini-passeggeri.

«Il problema è conosciuto ma sotto controllo. Le sostituzioni sono in fase avanzata, contiamo di concludere entro qualche settimana», fa sapere l’Atac, come registrato dal dorso romano del Corriere della Sera, sottolineando come il problema del mancato aggiornamento di tutti gli estintori non tocchi comunque i nuovi mezzi della flotta (che hanno già in dotazione gli estintori previsti).

In primo piano

Iveco Streetway, la nuova gamma urbana con focus su diesel e CNG

Iveco Streetway, su il velo sulla nuova gamma urbana Iveco. Attenzione: non si tratta di un rimpiazzo dell’Urbanway, che rimarrà in vendita in tutta Europa. Il lancio della gamma Streetway rappresenta l’atto di debutto della collaborazione con Otokar, e sarà prodotta nello stabilimento t...

Articoli correlati

Amt sperimenta bus elettrico di Iveco a Genova e nel Levante

Il gruppo dei trasporti locali di Genova Amt prosegue nella sperimentazione della tecnologia elettrica a servizio del trasporto pubblico green e ha scelto di testare sulle strade genovesi e sul territorio provinciale del Levante un nuovo bus elettrico. Si tratta del modello E-way di Iveco, 100% elet...