Il percorso di rinnovamento dei bus extraurbani di Tiemme prosegue ed oggi, martedì 29 maggio, ha fatto tappa a Poppi, nella suggestiva cornice del Castello dei Conti Guidi.  In piazza della Repubblica si è svolto il taglio del nastro per 5 nuovi bus extraurbani che consentono di portare avanti l’obiettivo di ammodernamento della flotta con la quale l’azienda svolge tratte extraurbane nel bacino provinciale di Arezzo.

Indcar

Tiemme investe nel territorio

I bus fanno parte di un lotto di 35 nuovi mezzi che Tiemme sta introducendo dall’inizio del 2018, quale uno dei principali obiettivi previsti dalla nuova gestione dei servizi di trasporto pubblico regionale in seguito alla firma del “contratto ponte” con la Regione Toscana e la costituzione del soggetto unico gestore, ovvero One Scarl. Questo lotto prevede un investimento complessivo di 3,6 milioni di euro in autofinanziamento da parte di Tiemme, a cui si aggiungono il contributo di risorse regionali. Il taglio del nastro si è svolto in presenza dell’assessore regionale ad Infrastrutture e Trasporti Vincenzo Ceccarelli, del Presidente di Tiemme Massimiliano Dindalini, del Direttore Generale Piero Sassoli, del Sindaco di Poppi Carlo Toni e della vice Presidente della Provincia di Arezzo Eleonora Ducci.

Indcar

Ceccarelli, il tpl è un settore fondamentale

“Sono molto soddisfatto per il progressivo ringiovanimento dei mezzi in circolazione in Toscana – ha detto l’assessorato regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli – La sostituzione di mezzi vecchi, meno affidabili, più scomdi e inquinanti, con autobus nuovi e più conforevoli è una scelta a vantaggio della qualità del viaggio, della puntualità delle corse e della tutela l’ambiente. Il ringiovanimento progressivo del parco mezzi regionale era uno dei punti qualificanti della gara unica per il tpl ed è uno dei punti di forza anche del ‘contratto ponte’ firmato dalla Regione con One Scarl, la società che raccoglie gli attuali 14 gestori dei servizi di tpl su gomma in Toscana. Nei prossimi due anni in Toscana avremo 229 nuovi autobus a basse emissioni, oltre ad altre importanti novità come l’introduzione della bigliettazione via sms, nuove paline intelligenti e l’attivazione del sistema di controllo satellitare della flotta AVM su tutto il territorio toscano, con la possibilità di informazioni in tempo reale sul transito rispetto a tutte le fermate”.

Dindalini, noi facciamo la nostra parte

“Dall’inizio di questo anno si tratta della quarta presentazione di nuovi bus che stiamo facendo in modo diffuso sul territorio in cui operiamo – spiega Massimiliano Dindalini, Presidente di Tiemme – proprio perché desideriamo prestare attenzione ad ogni singola realtà in cui siamo chiamati a gestire la rete di trasporto pubblico. La scelta di Poppi, oltre che suggestiva per lo scenario storico in cui ci troviamo, è dettata anche dalla volontà di ribadire l’intento di rinnovare tutte le tipologie di mezzi che compongono il nostro parco. In questo si tratta di bus extraurbani più piccoli (8 metri di lunghezza) e quindi funzionali per le esigenze di mobilità all’interno di un territorio vasto e diversificato come quello della provincia aretina”.

AUTOBUSWEB INTERVISTA DINDALINI

[fusion_builder_container hundred_percent=”yes” overflow=”visible”][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ background_position=”left top” background_color=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” spacing=”yes” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” padding=”” margin_top=”0px” margin_bottom=”0px” class=”” id=”” animation_type=”” animation_speed=”0.3″ animation_direction=”left” hide_on_mobile=”no” center_content=”no” min_height=”none”]

Sassoli, il rinnovo continua

“Il rinnovo dei bus che abbiamo programmato prevede quest’anno il graduale inserimento di 35 mezzi: con i cinque di oggi, ne sono arrivati già 25, di cui 12 in provincia di Arezzo – spiega Piero Sassoli, Direttore Generale di Tiemme Spa -. Gli altri 10 arriveranno su tutto il nostro territorio nelle prossime settimane ma per il prossimo anno abbiamo già deciso di incrementare ulteriormente il lotto già previsto di 30 bus. La nostra priorità è abbassare l’età media della flotta e per questo stiamo investendo risorse importanti, a cui si aggiungono quelle che destiniamo al rinnovo dei servizi tecnologici e innovativi a disposizione della nostra utenza”.

AUTOBUSWEB INTERVISTA SASSOLI

[/fusion_builder_column][fusion_builder_column type=”1_1″ background_position=”left top” background_color=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” spacing=”yes” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” padding=”” margin_top=”0px” margin_bottom=”0px” class=”” id=”” animation_type=”” animation_speed=”0.3″ animation_direction=”left” hide_on_mobile=”no” center_content=”no” min_height=”none”]

Indcar Mobi, per il territorio

“Siamo lieti di accogliere nello splendido scenario del nostro Castello – dichiara il Sindaco di Poppi, Carlo Toni – la presentazione di nuovi bus che saranno molto utili per svolgere i servizi di trasporto sul nostro territorio”. Dalla sua nascita, avvenuta nell’agosto 2010, Tiemme ha complessivamente acquistato 321 autobus, di cui 278 destinati al Tpl e 43 ai servizi scolastici e al noleggio. Sono stati investiti oltre 28 milioni di euro in autofinanziamento, a fronte di un importo complessivo di oltre 43,6 milioni di euro di risorse.

AUTOBUSWEB INTERVISTA MARIA FIORENTINO

[/fusion_builder_column][fusion_builder_column type=”1_1″ background_position=”left top” background_color=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” spacing=”yes” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” padding=”” margin_top=”0px” margin_bottom=”0px” class=”” id=”” animation_type=”” animation_speed=”0.3″ animation_direction=”left” hide_on_mobile=”no” center_content=”no” min_height=”none”]

Indcar Mobi, le caratteristiche

I 5 bus sono a marchio Iveco Indcar, modello Mobi interurbano, da 8,50 metri. I mezzi sono di ultima generazione, con motorizzazione Euro 6 e con le migliori dotazioni di bordo quanto a tecnologie, standard di sicurezza e comfort di viaggio, compresa la rete wi-fi gratuita che consentirà alla clientela di utilizzare i propri dispositivi in mobilità. Dotati di due porte di cui la posteriore più ampia, per consentire la salita a bordo di passeggero disabile. Infatti, i bus prevedono la postazione per il trasporto di passeggero diversamente abile nonché la pedana manuale per la movimentazione da terra a bordo; previsti anche 4 posti identificati per passeggeri con ridotta capacità motoria.

AUTOBUSWEB INTERVISTA PANNOLI

[/fusion_builder_column][fusion_builder_column type=”1_1″ background_position=”left top” background_color=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” spacing=”yes” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” padding=”” margin_top=”0px” margin_bottom=”0px” class=”” id=”” animation_type=”” animation_speed=”0.3″ animation_direction=”left” hide_on_mobile=”no” center_content=”no” min_height=”none”]

 

In totale i posti a sedere sono 26+2, in base all’utilizzo o meno della zona disabile, più 5 ulteriori posti in piedi. L’impianto di riscaldamento e di aria condizionata è indipendente per passeggeri ed autista. I bus sono dotati videosorveglianza interna, sistema Avm che consente la geolocalizzazione del mezzo, annuncio vocale della fermata sia interno che esterno, pannello esterno di più grandi dimensioni per indicazione del percorso e sistema di conteggio dei passeggeri, utile per monitorare i livello di servizio erogati. Infine, la superficie vetrata è ad alta rifrazione solare.

Indcar[/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Idrogeno per il tpl, il position paper di Asstra e H2IT

Duecentosei. È questo il numero di autobus alimentati a idrogeno circolanti in Europa a fine 2022. Un numero che è salito nel corso del 2023, a dimostrazione di come l’H2, oltre alle batterie che alimentano e spingono gli e-bus, sia una delle trazioni alternative per affrontare la sfida della ...