BYD Toyota EV Technology è la nuova joint venture costituita dai due brand per condurre insieme la ricerca e lo sviluppo di veicoli elettrici a batteria. Gli sforzi della nuova joint venture, in questa fase, secondo le dichiarazioni fin qui rilasciate, sono focalizzati sul mercato cinese.

BYD e Toyota hanno annunciato oggi, 2 aprile 2020, che i preparativi hanno fatto grandi progressi da quando le due aziende hanno firmato un primo accordo il 7 novembre 2019. La registrazione della nuova società è stata completata. L’inizio delle operazioni è previsto per maggio 2020.

BYD Toyota EV Technology, veicoli elettrici superiori all’orizzonte

BYD Toyota EV Technology, come dichiarato nel novembre 2019, lavorerà alla progettazione e allo sviluppo di ‘battery electric vehicles’, abbreviati in BEV (compresa la piattaforma) e delle parti correlate. BYD e Toyota condividono il 50% del capitale totale necessario (non specificato) e mettono insieme le migliori esperienze raccolte all’interno dei rispettivi gruppi.

La nuova joint venture di BYD Toyota EV Technology ha come presidente Hirohisa Kishi di Toyota e Zhao Binggen di BYD nella posizione di amministratore delegato (CEO).

Pochi giorni fa BYD, che prima di essere uno dei principali produttori di autobus elettrici al mondo è un produttore di batterie e di auto elettriche e di altri veicoli commerciali (oltre che, da qualche settimana, di mascherine sanitarie), ha lanciato un nuovo sistema di batterie resistenti al fuoco chiamato “Blade Battery”, uno sviluppo volto a mitigare le preoccupazioni sulla sicurezza delle batterie nei veicoli elettrici.

Il gruppo giapponese Toyota, oltre alle attività chiaramente preponderanti legati al mondo dell’automobile, è attivo anche nel settore degli autobus elettrici. Finora l’attenzione si è concentrata soprattutto sulla tecnologia delle celle a combustibile: l’autobus a idrogeno Toyota Sora è stato ufficialmente commercializzato nel 2018, e avrebbe dovuto avere il suo punto di arrivo alle Olimpiadi del 2020 a Tokyo (ora rimandate a causa della crisi del Coronavirus), quando si prevedeva che nella capitale giapponese circolassero un centinaio di autobus a celle a combustibile. Inoltre, la tecnologia a celle a combustibile Toyota è stata “prestata” al costruttore portoghese CaetanoBus.

La mobilità del futuro, per BYD Toyota EV Technology

Il nuovo Presidente Hirohisa Kishi ha dichiarato a proposito della costituzione della società: “Con gli ingegneri di BYD e Toyota che lavorano insieme sotto lo stesso tetto, puntiamo a sviluppare BEV che siano superiori in termini di prestazioni e soddisfino le esigenze dei clienti in Cina fondendo i punti di forza delle due società e anche attraverso una amichevole rivalità”.

Il nuovo CEO nominato Zhao Binggen ha commentato: “Questa joint venture si concentrerà sulla ricerca e lo sviluppo di veicoli elettrici a batteria con tecnologia e know-how provenienti sia dalla Cina che dal Giappone. L’azienda è impegnata a promuovere e a valorizzare tecnologie di alta qualità che rendono i veicoli elettrici a batteria più ecologici, sicuri, confortevoli e intelligenti. La nostra visione è quella di creare un futuro stile di mobilità per il cliente e una società armoniosa per l’uomo e la natura”.

In primo piano

Scania Citywide Lf Cng. Scoprilo in un video

Scania Citywide Lf Cng. Sostenibilità è il mantra del nostro presente e futuro. In un settore chiave come quello dei trasporti e del trasporto pubblico urbano, politica e industria stanno lavorando per una mobilità davvero sostenibile. Tra i player del settore che si stanno muovendo in questo solco ...

Articoli correlati

ZF lancia la divisione Commercial Vehicle Solutions (CVS)

ZF ha annunciato l’avvio con successo della sua nuova divisione “Commercial Vehicle Solutions” (CVS) con effetto dal 1° gennaio 2022. La nuova divisione “combina le competenze di ZF nel settore dei veicoli commerciali e farà progredire significativamente le soluzioni per un t...