Autobus sicuri. In vista dell’entrata in vigore di direttive più severe relative allo spazio residuo in caso di ribaltamento, anche gli autobus di linea dell’azienda MAN saranno conformi ai requisiti della norma ECE R66.02.

Le direttive più severe in materia di resistenza della sovrastruttura contenute nella norma UN ECE R66.02 non verranno applicate solamente ai pullman, ma anche agli autobus di linea di classe II, ossia gli interurbani. Al momento dell’entrata in vigore di tali direttive, tutti gli autobus urbani di MAN (compresi quelli di classe I) presenteranno una struttura estremamente resistente al ribaltamento. “La nostra intenzione è quella di garantire la massima sicurezza a tutti i passeggeri che viaggiano nei nostri autobus di linea, indipendentemente dalla classe del veicolo”, sottolinea Rudi Kuchta, Head of Sales Bus presso la MAN.

Autobus sicuri, questi i programmi di MAN

Il punto fondamentale della norma, che verrà applicata a tutti gli autobus di classe II e III immatricolati a partire dal 9 novembre 2017, risiede nella definizione di uno spazio residuo in caso di ribaltamento. In una situazione del genere, la struttura deve essere in grado di assorbire una quantità di energia sensibilmente maggiore, al fine di mantenere lo spazio residuo necessario per la sopravvivenza dei passeggeri. Per soddisfare i requisiti previsti dalla legge, MAN inserirà nel telaio dei veicoli componenti in acciaio ultraresistente. Questo materiale darà alla sovrastruttura la resistenza necessaria e farà sì che l’energia prodotta durante un ribaltamento del veicolo venga assorbita in modo ottimale. Tutto ciò comporterà delle modifiche marginali all’equipaggiamento dell’abitacolo.

Autobus sicuri, le tecnologie attive di MAN

Per MAN conta molto anche la sicurezza durante la guida. Per questo anche gli autobus di linea vengono dotati di ABS di serie e opzionalmente di ESP nell’autocarro, di luci e tergicristalli automatici nonché di un sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici (TPM, Tyre Pressure Monitoring).

In primo piano

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

PRESENTAZIONE / Isuzu Novo Ultra: turismo…a corto raggio

In un comparto dominato da mezzi derivati, carrozzati e scudati, l’Isuzu, nello specifico l’Isuzu Novo Ultra, è una delle poche esecuzioni ad essere un midi sin dalla nascita. Grazie al dealer italiano della casa turca, Officine Mirandola, abbiamo avuto modo di apprezzare uno dei Classe III della ga...

Il primo Scania Touring di Michielotto Bus per FlixBus

L’azienda padovana Michielotto Bus ha scelto Scania, dando il benvenuto in flotta al primo Touring da 12,1 metri che garantirà ai passeggeri in viaggio con Flixbus elevati livelli di comfort e sicurezza. Michielotto Bus, attività nata a conduzione famigliare nel 1977 nel settore del trasporto person...

Due Scania Touring da 12 metri a due assi per Martini Bus

Squadra che vince non si cambia. Martini Bus di Massimo Fiorese ha scelto nuovamente Scania per rinnovare la propria flotta di autobus turistici. Il Grifone, tramite il concessionario Scandipadova ha infatti consegna due nuovi Touring da 12,1 metri di lunghezza e a due assi all’operatore. Qualche al...