broaden-the-scope-for-manufacturing

La ripresa tanto sperata sembra essere ancora lontana. Questo almeno quello che emerge dai dati Anfia, l’Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica, sulle immatricolazioni dei nuovi autobus nel corso dell’anno. Da gennaio a maggio 2016 i nuovi autobus messi su strada sono stati 1.091, in contrazione dell’8,1% rispetto alle 1.187 unità dello stesso periodo del 2015. Una frenata che contrasta con i dati positivi di maggio 2016 (217 immatricolazioni contro le 178 di maggio 2015, un 21,9% in più), ma che non sono sufficienti per supportare il trend di ripresa tanto sperato. L’Associazione ricorda come tra le priorità annunciate dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, figuri il rinnovo del parco circolante e l’istituzione di una centrale unica di acquisto, soluzioni essenziali per valorizzare e potenziare il trasporto pubblico in Italia. Ammodernando le flotte, ormai datate e con motori inquinanti (il 70% dei mezzi in circolazione ha una motorizzazione ante Euro 4), sarebbe possibile sostenere anche l’industria nazionale, ferma oggi alla metà della sua capacità produttiva.

In primo piano

Energy Mobility Solutions, la bussola di Iveco Bus per guidare i clienti verso la transizione energetica. L’intervista a Federica Balza, Sales Infrastructure Engineer

Si chiama Energy Mobility Solutions ed è il modello di business per la mobilità elettrica messo a punto da Iveco Bus per supportare gli operatori nella transizione energetica, offrendo una soluzione chiavi in mano su misura, dalla progettazione dei veicoli e delle relative installazioni alla loro re...

Siemens, tutte soluzioni per l’e-mobility

Siemens Smart Infrastructure è stata tra i protagonisti dell’edizione 2024 di NME – Next Mobility Exhibition, a Milano, dall’8 al 10 maggio. Soluzioni personalizzate per l’elettrificazione, infrastrutture di ricarica adatte a tutte le esigenze e soluzioni software e IoT per ottimizzare la gest...

Articoli correlati

Wayla, la startup che porta il trasporto on-demand (e condiviso) a Milano

Si scrive “Wayla”, ma si legge “uei là”, alla milanese, per intenderci. E proprio a Milano Wayla farà il proprio debutto a ottobre, lanciando un servizio di trasporto su richiesta, in sharing, che conterà inizialmente su una mini flotta di cinque mezzi, Fiat Ducato allestiti da Olmedo e a motorizzaz...
News