Atm elettrica, ancora con Solaris. Un accordo quadro da 250 ebus per Milano

Atm Milano scommette sull’elettrico e prosegue la love story con Solaris. Anche la seconda gara ‘elettrica’ bandita dalla municipalizzata milanese (di dimensione ben più corposa rispetto alla prima…) è andata al costruttore polacco. Due le offerte: Solaris e Mercedes (le buste sono state aperte a fine 2018).

L’aggiudicazione a Solaris era nell’aria da tempo, ma solo oggi è stata ufficializzata con una nota stampa diramata da Bolenchowo. Il contratto quadro è per un massimo di 250 autobus elettrici con pantografo, con un primo applicativo da 40 unità.

Solo poche settimane fa Milano ha preso in consegna i primi esemplari dei 30 filobus a batteria assegnati sempre a Solaris (accordo quadro per 80 veicoli).

Autobus elettrici per Milano, a giugno 2020 le prime consegne

La gara d’appalto bandita da Atm Milano presenta un ‘tetto’ d’investimento di 192 milioni di euro qualora si arrivasse all’ordine di tutti i 250 mezzi previsti dal contratto quadro. La consegna del primo lotto di 40 autobus inizierà nel giugno 2020.

L’accordo quadro per la fornitura fino a 250 autobus elettrici in totale per Atm Milano è uno dei maggiori contratti finora assegnati a Solaris e la più grande commessa per autobus elettrici siglata finora in Europa con un costruttore singolo. Atm ha l’obiettivo di convertire l’intera flotta all’elettrico entro il 2030, come da piano annunciato nel dicembre 2017. Il Solaris Urbino Electric, già in circolazione per le vie di Milano in oltre 20 unità (ma nella versione per ricarica overnight) è in circolazione attualmente in 17 stati europei.

Autobus elettrici per Milano. Con ricarica rapida

I nuovi 12 metri Urbino Electric per Milano saranno dotati di batterie Solaris High Energy con una capacità totale (cospicua) di oltre 240 kWh. L’energia sarà ricaricata in due modi: tramite un pantografo rovesciato, cioè un dispositivo abbassato dalla colonnina di ricarica al tetto del veicolo, durante il servizio; e tramite classico connettore plug-in nel deposito degli autobus durante la notte. A muovere il mezzo penserà, come da tradizione, l’assale elettrico con motori ai mozzi Zf AxTrax.

Presenti porte USB per la ricarica dei dispositivi mobili, un sistema di informazione ai passeggeri e un sistema di videosorveglianza. Inoltre, l’autista avrà a sua disposizione schermi con vista sulle porte e sul pantografo e una telecamera per la retromarcia per la retromarcia.

L’abitacolo climatizzato può ospitare fino a 82 persone, di cui 26 sedute. Il veicolo sarà adattato alle esigenze delle persone con disabilità.

atm autobus elettrici solaris

2019-07-26T12:28:04+00:009 Luglio 2019|Categorie: AUTOBUS NEWS|Tag: , , |

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio