Il sindaco di Torino Chiara Appendino afferma la propria intenzione di definire con l’intervento del Governo, un protocollo comune a livello nazionale per la disciplina degli ingressi alle ZTL urbane. Pronto arriva l’endorsement di Anav, tramite il presidente Giuseppe Vinella.

disciplina comune delle ztl

Anav: stop alla frammentazione dei regolamenti

“La proposta va nella direzione da tempo auspicata e sostenuta da Anav: razionalizzare le regole di accesso ai centri urbani superando la frammentazione e le incertezze determinate dall’attuale sistema regolatorio, interamente basato su regolamenti comunali, attraverso la definizione di criteri comuni improntati a principi di ragionevolezza, proporzionalità e non discriminazione tra modalità di trasporti”. E’ quanto afferma il Presidente di Anav, Giuseppe Vinella, che punta il dito contro “politiche comunali di accesso ai centri urbani estremamente confuse e frammentate, che hanno come unico denominatore comune, a Roma (dove il piano bus prenderà il via nel 2019, n.d.r.) come a Milano, Venezia e Firenze, l’applicazione di onerosi prelievi a carico soprattutto degli autobus, non solo turistici, ma addirittura in servizio di linea”.

Anav, presto una lettera ai ministeri

“E’ il momento – sottolinea Vinella – di allargare lo sguardo ad un approccio più ampio ed uniforme al tema dell’accessibilità ai centri urbani, che sia effettivamente diretto a perseguire l’obiettivo di decongestionare i centri urbani e tutelare l’ambiente, prescindendo dalle esigenze di cassa delle amministrazioni comunali. Un intervento del Governo in questo senso può essere risolutivo”. Da qui l’annuncio: “Anav scriverà ai Ministri delle Infrastrutture e Trasporti e del Turismo per porre la questione  con l’auspicio che possa attivarsi al più presto un proficuo confronto”.

In primo piano

Sustainable Bus Awards 2025: ecco chi sono i (14) finalisti

Per sapere chi saranno i tre vincitori dei Sustainable Bus Awards 2025 bisognerà aspettare la premiazione durtante la giornata inaugurale del FIAA di Madrid, in programma nella capitale spagnola dal 22 al 25 ottobre. Nel mentre però sono stati comunicati i 14 finalisti che si contenderanno gli ambit...

Articoli correlati

Idrogeno per il tpl, il position paper di Asstra e H2IT

Duecentosei. È questo il numero di autobus alimentati a idrogeno circolanti in Europa a fine 2022. Un numero che è salito nel corso del 2023, a dimostrazione di come l’H2, oltre alle batterie che alimentano e spingono gli e-bus, sia una delle trazioni alternative per affrontare la sfida della ...