Autobus nuovi in Liguria per 31,3 milioni di euro. I veicoli che verranno messi in strada tra Genova, Savona, La Spezia e Imperia saranno 137. Il provvedimento è stato approvato nei giorni scorsi dalla giunta regionale su proposta dell’assessore alla partita Gianni Berrino. All’interno della somma stanziata figurano 12,8 milioni di fondi Por Fesr.

Ripartizione tra cinque aziende

Il denaro sarà ripartito tra le aziende che gestiscono il servizio di tpl nelle città liguri. Più di metà andranno alla città metropolitana di Genova: Amt (destinata a continuare a gestire il tpl genovese secondo il modello dell’affidamento in house) godrà infatti dell’assegnazione di 18,6 milioni, che saranno utilizzati per acquistare 87 autobus nuovi, mentre Atp riceverà 18 nuovi mezzi a fronte di 3,3 milioni assegnati. Infine, Tpl Linea riceverà 3,5 milioni per 14 nuovi autobus. A Riviera Trasporti saranno conferiti 2,6 milioni, che si concretizzeranno nell’acquisto di 8 autobus nuovi. Ad Atc, che eroga il servizio su La Spezia, andranno 3,1 milioni per 15 nuovi veicoli. «Le risorse saranno impiegate per l’acquisto di nuovi bus per la città metropolitana di Genova, per Savona, La Spezia e Imperia – le parole dell’assessore Berrino – . Stiamo così portando alla conclusione la prima fase della procedura di acquisto che ha permesso la messa in servizio di 115 nuovi autobus sul territorio regionale. Le risorse, approvate oggi, per l’avvio della seconda fase dell’acquisto, sono state ripartite secondo il sistema di ripartizione dei fondi concordati con le aziende».

In primo piano

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Idrogeno per il tpl, il position paper di Asstra e H2IT

Duecentosei. È questo il numero di autobus alimentati a idrogeno circolanti in Europa a fine 2022. Un numero che è salito nel corso del 2023, a dimostrazione di come l’H2, oltre alle batterie che alimentano e spingono gli e-bus, sia una delle trazioni alternative per affrontare la sfida della ...