Volvo Buses ha alzato il sipario sull’autobus interurbano Volvo 8900 Electric, estendendo così la propria offerta europea di mobilità elettrica anche ai profili di missione in Classe II.

Le prime versioni del Volvo 8900 Electric saranno disponibili in “mercati europei selezionati nel corso del 2025“, dichiara la casa svedese. Le dimensioni? 12.296 e 14.896 millimetri di lunghezza.

Il Volvo 8900 Electric è costruito sul telaio Volvo BZR Electric appena lanciato, una piattaforma basata su un’architettura comune per la mobilità elettrica del Gruppo Volvo. La carrozzeria della Volvo 8900 Electric sarà invece prodotta dal partner MCV (il carrozziere egiziano al quale Volvo si è affidata l’anno scorso per la produzione di e-bus destinati al mercato del vecchio Continente).

Potrebbe interessarti

Il Volvo 8900 Electric sarà pronto nel 2025

Il nuovo Volvo 8900 Electric è un autobus elettrico a pianale ribassato per le città, gli interurbani e i pendolari. È offerto in configurazioni a due e tre assi, con una capacità fino a 110 passeggeri sulla versione più lunga, dove possono essere montati fino a 57 sedili. Sul 12 metri, la capacità è di 88 passeggeri (43 dei quali seduti).

Tasmissione? Uno o due motori, per una potenza di trazione fino a 400 kW, o 540 CV, in combinazione con la batteria modulare fino a 540 kWh sul 15 metri (450 sulla versione da 12 metri).

Il Volvo 8900 Electric è dotato di volante multifunzione e di un quadro strumenti dinamico che offre una panoramica superiore delle informazioni più importanti per il conducente, migliorandone l’attenzione e il controllo.

Il Volvo 8900 Electric è dotato di tutti i sistemi di sicurezza attiva di Volvo Buses. Questi includono diverse funzioni di sicurezza con particolare attenzione alla protezione degli utenti vulnerabili della strada, come ciclisti e pedoni. Un esempio è il sistema di avviso di collisione Volvo, che «non reagisce solo ai veicoli, come richiesto dalla legge, ma anche ai pedoni e ai ciclisti. I sistemi di sicurezza superano le nuove normative dell’Unione Europea, nonché i requisiti di legge della maggior parte dei Paesi al di fuori dell’UE», sottolinea Volvo.

Nel marzo 2023, Volvo Buses ha annunciato la decisione di cessare la produzione di autobus completi, sia urbani che da turismo, in Europa. In seguito, l’azienda aveva firmato lettere di intenti con MCV per la produzione di carrozzerie per autobus urbani e interurbani e con Sunsundegui per autobus turistici. L’accordo definitivo firmato con MCV prevedeva anche lo sviluppo di “un autobus elettrico per il traffico interurbano”.


«È logico includere soluzioni elettrificate per il trasporto interurbano, di transito e pendolare. L’8900 Electric è un’offerta dedicata all’Europa e un altro passo importante nel nostro impegno a fornire soluzioni di trasporto persone efficienti e sostenibili», ci ha spiegato Thomas Nylund, responsabile di Volvo Buses Europe.

«In Europa la mobilità elettrica continua a crescere e noi di Volvo Buses abbiamo raccolto più di un decennio di esperienza diretta, insieme a clienti e partner. Con il lancio del Volvo 8900 Electric, siamo convinti di avere un prodotto e un’offerta completa che rappresenterà una soluzione a lungo termine per i clienti», conclude Thomas Nylund.

In primo piano

E7S e non solo: le soluzioni di mobilità urbana sostenibile di Yutong

Con lo sviluppo continuo delle città e l’aumento della popolazione, il traffico urbano affronta sfide senza precedenti. Lo sviluppo rapido della tecnologia ci offre opportunità per ripensare il futuro dei servizi di trasporto cittadino. Le città hanno bisogno di soluzioni di mobilità più intelligent...

Articoli correlati

Vicenza sceglie i LightTram Hess: le prime consegne nel 2027

Vicenza ha fatto la sua scelta: Hess. Sarà infatti il costruttore svizzero, con sede a Bellach, a fornire a SVT di Vicenza 16 bus elettrici, che saranno acquistati grazie ad un contribuito di 19 milioni di e concesso dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Le consegne inizieranno ad otto...

Rampini consegna gli Eltron con pantografo a Tper Bologna

Si rinnova l’impegno di Tper Spa, che da tempo ha abbracciato la sfiida della transizione energetica: l’ammodernamento della flotta sta proseguendo spedita, nel nome del “mix energetico”. Oggi è stato nuovamente il giorno dell’elettrico: nella cornica di Piazza Maggiore...

Rampini consegna un Eltron a Sasa per il tpl di Merano

Il primo Rampini per Sasa. L’autobus elettrico – gli 8 metri a batteria dell’Eltron – sarà presto in servizio sulle linee 6 e 236 dell’operatore altoatesino, a Merano. Un altro passo verso un futuro a basse emissioni nel trasporto pubblico locale di Bolzano e provincia....