Il portafoglio di autobus elettrici VDL Bus & Coach si amplia. L’azienda olandese ha ampliato la sua gamma di prodotti Citea Electric con due nuove varianti Low Entry, con una lunghezza di 12 e 12,9 metri. Il Citea SLE Electric beneficia della nuova generazione di pacchi batterie e può essere dotato di diversi sistemi di ricarica. Il primo mezzo di questa tipologia entrerà in funzione nel 2019.
vdl

VDL amplia la gamma di autobus elettrici Citea

VDL è uno dei principali produttori europei di autobus elettrici. Oggi, più di 250 unità di VDL Citea Electric sono in funzione in tutta l’Europa occidentale, dove insieme hanno percorso circa 15.000.000.000 di “chilometri elettrici”. Entrambe le versioni di Citea SLE Electric (12 e 12,9 metri) si candidano a completare l’offerta del Citea LLE-99 Electric, attualmente utilizzato principalmente su linee regionali nei Paesi Bassi e in Lussemburgo. Il Citea SLE Electric è equipaggiato di serie con la nuova batteria da 216 kWh e, come opzione, può essere equipaggiato con la nuova batteria da 288 kWh. In questo modo il VDL Citea SLE Electric ha un raggio d’azione compreso tra 100 e 200 chilometri, senza bisogno di ricaricare la batteria. Le varianti da 12 e 12,9 metri di lunghezza sono dotate di serie di un connettore CCS. Come opzione, il Citea SLE Electric può essere equipaggiato con un pantografo tradizionale o inverso, con una potenza fino a 450 kW.

Più elettricità sull’autobus…

La nuova batteria da 288 kW è il risultato degli sviluppi nel campo della densità energetica, come sottolinea VDL Bus & Coach in un comunicato stampa. La capacità della batteria è stata aumentata di circa il 20%. Sono stati così resi disponibili due nuovi battery pack riscaldati ad aria con una capacità energetica rispettivamente di 216 e 288 kWh. Possono essere caricati ad una potenza compresa tra 300 kW e 450 kW (il caricabatterie da 450 kW permette al veicolo di ricevere una ricarica in soli 45 minuti). I nuovi moduli batteria soddisfano anche i requisiti di sicurezza R100.2 imposti.

…e il pantografo si “inverte”

 

Oltre alle innovazioni nella nuova tecnologia delle batterie, VDL Bus & Coach ha introdotto un nuovo sistema di ricarica, tramite pantografo rovesciato. Così VDL Bus & Coach vuole soddisfare la richiesta del mercato di integrazione con i sistemi esistenti. Un’ulteriore standardizzazione all’interno del mercato permetterà di utilizzare il pantografo rovesciato su scala più ampia, sottolinea VDL. Il tipo di pantografo più adatto, montato sul tetto o rovesciato, viene selezionato in base alla modalità di funzionamento. I primi clienti dovrebbero iniziare la ricarica con un pantografo rovesciato entro la fine dell’anno.

VDL Bus & Coach, un partner per la transizione

“Continuare a innovare nell’ambito della mobilità elettrica è di fondamentale importanza se vogliamo mantenere la nostra posizione di leader nel settore del trasporto pubblico a emissioni zero. In qualità di partner per la transizione, ci impegniamo costantemente per ottimizzare ulteriormente l’usabilità degli autobus elettrici e ridurre i costi operativi totali. L’introduzione dei nuovi sistemi a batteria e la compatibilità con i pantografi invertiti sono il chiaro risultato dei nostri sforzi”, ha spiegato Alex de Jong, Business Manager Public Transport VDL Bus & Coach bv.

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Articoli correlati