Treni vecchi su corse sottoutilizzate? Da sostituire con autobus. È un piano destinato a far discutere quello ideato da Trenord e annunciato dal nuovo amministratore delegato Marco Piuri. L’obiettivo? Eliminare le corse su ferro sotto i 50 passeggeri, nelle zone più periferiche, sostituendole con corse di autobus. Il piano riguarderebbe, secondo i dati forniti da Trenord, 7mila viaggiatori sui 750mila passeggeri giornalieri Trenord.

Trenord

Trenord: autobus certo vs treno cancellato

Il piano è stato illustrato da Piuri (ex di Arriva) nel corso di un’audizione in commissione Territorio e infrastrutture della Regione (e non ha mancato di sollevare malumori tra i consiglieri presenti). Tra le tratte toccate da questa piccola rivoluzione a suon di gomma vi sono, in orari non di punta, Codogno-Cremona-Mantova, Mortara-Pavia e Vercelli-Pavia, Seregno-Carnate e Bornate-Rovato. Le pensata per ora è inserita solo nell’orario invernale Trenord, approvato dal cda e trasmesso alla Regione per la ratifica. “In questo modo togliamo flotta vecchia e recuperiamo personale senza toccare il cuore del sistema. Non crediamo di peggiorare il servizio ma diciamo ai 7 mila che anziché andare in stazione e trovare un treno soppresso troveranno un autobus certo che li porterà a destinazione“, ha assicurato il manager citato da Repubblica.

Nuovi treni in arrivo. La posizione di Trenitalia

Il piano prevede anche 14 nuovi treni in arrivo dal prossimo 9 dicembre. Trenord è controllata per metà da Ferrovie Nord Milano, per l’altra metà da Trenitalia. Quest’ultima ha affidato a una breve nota stampa la propria posizione: “Per risolvere la delicata situazione del trasporto regionale in Lombardia, Trenitalia ha messo in campo il massimo impegno per mettere a disposizione di Trenord treni immediatamente utilizzabili per migliorare il servizio. Uno sforzo, quello prodotto da Trenitalia, che ha permesso addirittura di anticipare i tempi rispetto agli impegni assunti dal Gruppo FS Italiane con Regione Lombardia il 31 agosto 2018. Trenitalia ha già consegnato cinque treni perfettamente funzionanti, tra cui un Vivalto nuovo, treno tra i più affidabili e a massima capacità di trasporto. Altri convogli arriveranno in Lombardia a novembre e a dicembre; ulteriori consegne sono previste nel 2019 in aggiunta al materiale rotabile e officine,  messi fin dall’inizio a disposizione di Trenord per oltre 500 mln di euro”.

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Autolinee Toscane, un nuovo bus ogni 2 giorni

Un bus ogni due giorni da ora a fine 2024, e poi il grande balzo che vedrà due bus nuovi ogni giorno (festivi e domeniche compresi) sulle strade della Toscana per garantire un servizio di trasporto pubblico locale sempre più efficace, efficiente e sostenibile sia dal punto di vista ambientale che so...

Riviera Trasporti, niente gestione in-house del tpl di Imperia

“Non ci sono le condizioni per l’affidamento in house, devono essere garantite efficienza ed economicità, che mancano nel piano industriale presentato da Riviera Trasporti“. Così il presidente della Provincia Claudio Scajola, ha aperto il getto di una doccia gelata all’operatore ci...
Tpl