Telesia: intelligenza artificiale per evitare l’affollamento in metro e bus e rilanciare il tpl

Telesia mette in campo una piattaforma ad hoc per monitorare l’affollamento di stazioni, autobus, metropolitane e mezzi pubblici in genere. Intelligenza artificiale e big data vengono messi al servizio di operatori tpl e utenti durante la fase due.

Telesia è partner da oltre 30 anni degli operatori di tpl e ha scelto di dedicare il momento più delicato della loro storia a cercare una soluzione per far ripartire, nel più breve tempo possibile e in tutta sicurezza, la filiera produttiva legata al suo mercato di riferimento.

Nei giorni convulsi del lockdown, l’azienda (che realizza e gestisce network multimediali diffusi su tutto il territorio italiano) ha avviato un confronto serrato con i propri partner costretti a districarsi tra normative e scadenze, per trovare una sintesi tecnologica tra quanto già installato nelle diverse location e l’Intelligenza Artificiale targata Telesia che riportasse fiducia nell’utilizzo del mezzo pubblico da parte di cittadini e lavoratori di tutta Italia.

 

telesia pma affollamento mezzi pubblici

Telesia, affollamento sui mezzi pubblici sotto controllo

L’idea è stata quella di far evolvere, integrandola con quanto già disponibile, la tecnologia di WeCounter®, da alcuni anni utilizzata per stimare le audience degli spot dei canali tv installati a bordo degli autobus e dei vagoni della metropolitana, nelle stazioni ferroviarie, negli aeroporti e sulle banchine del metrò.

Da tali confronti e approfondimenti, nasce la soluzione PMA (People Movement Analyzer), piattaforma che consente analisi statistiche in tempo reale dei flussi dei passeggeri nei luoghi di attesa e a bordo dei mezzi di trasporto, integrandosi con tutte le periferiche di raccolta dati e fornendo informazioni ai passeggeri e ai gestori sull’affollamento per orientare il comportamento dei viaggiatori e coadiuvare il lavoro svolto dal personale.

Abbiamo raccolto la duplice sfida, emersa dal confronto con i nostri partner, di individuare in tempi brevi un sistema semplice e affidabile, disponibile a bordo dei mezzi di trasporto come bus e treni, ma anche ai luoghi di attesa come paline elettroniche, fermate, banchine e stazioni e che fosse anche economicamente accessibile.” afferma il Direttore Tecnico di Telesia Stefano Nuccio. “Ci siamo riusciti puntando sull’integrazione della tecnologia già esistente, e l’ottimizzazione dell’intelligenza artificiale targata Telesia perfezionata all’interno del nostro Laboratorio Ricerca & Sviluppo”.

telesia pma affollamento trasporto pubblico

Telesia PMA, dall’algoritmo al linguaggio iconografico

Il sistema svolge tre funzioni: raccoglie i dati mettendo insieme più fonti differenti, li analizza in un unico motore di calcolo, e li diffonde utilizzando un linguaggio iconografico di immediata comprensione.

Grazie ad un algoritmo complesso e attraverso parametri personalizzabili, il PMA fornisce l’indice di affollamento in tempo reale al fine di supportare il processo di  contingentamento dei passeggeri in relazione al riempimento del singolo luogo e/o mezzo di trasporto. Il PMA permette di avere in tempo reale diversi KPI utili alla ridistribuzione intelligente dei passeggeri nei luoghi del trasporto. Tutti i dati possono confluire in un semaforo, in un annuncio sonoro, in un pannello con icone, o sulla schermata di un computer in tempo reale.

Analytics disponibili h24

Per le fermate sprovviste di segnalatori, è disponibile l’informazione sullo stato di affollamento dell’autobus in arrivo direttamente sulle app del gestore del TPL e di terze parti.

Il PMA di Telesia,  di veloce installazione e facile personalizzazione, garantisce ai gestori di essere abilitati in breve tempo, su tutta la rete e in qualunque location, alla realizzazione di un sistema tecnologico di supporto affidabile, performante e scalabile.

Il PMA permette poi di gestire i flussi ed ottimizzare il servizio sul lungo periodo grazie agli analytics, disponibili in cloud7/7 H24 con connessione web securizzata.

telesia pma affollamento trasporto pubblico

PMA di Telesia rivolto a gestori e utenti del tpl

In estrema sintesi, il sistema PMA sviluppato da Telesia si muove in due direzioni: da un lato vuole supportare i gestori del trasporto pubblico nella gestione ed ottimizzazione dei flussi di passeggeri; dall’altro ha l’obiettivo di offrire agli utenti del trasporto pubblico utili informazioni sullo stato di affollamento dei mezzi di trasporto che stanno per utilizzare. La piattaforma può ricevere i dati primari da apparati di terze parti già installati e/o rilevarli attraverso l’installazione di propri sensori, viene precisato dall’azienda. Una volta elaborati i dati, secondo parametri personalizzabili, Telesia li può distribuire attraverso apparati di diffusione di terze parti già operativi in loco, attraverso le app del gestore e/o di terzi, attraverso i monitor Telesia eventualmente già installati (in questo ultimo caso con evidente risparmio di tempi e costi).

telesia affollamento mezzi pubblici

La soluzione di Telesia è infatti in fase di studio nelle metropolitane di Milano e Roma che per prime sono state dotate degli strumenti di intelligenza artificiale targati Telesia come il Quickpublish®, Omnia®e WeCounter®.

Con la Fase 2, milioni di italiani sono tornati a muoversi con i mezzi pubblici, i cui gestori sono chiamati a un’importante ed impegnativa attività di monitoraggio e indirizzo dei relativi flussi. Siamo felici di offrire loro il nostro contributo con una soluzione agile e che non comporta investimenti ingenti, necessariamente destinati all’offerta di trasporto che le nuove regole di distanziamento sociale richiedono”.dice Gianalberto Zapponini, amministratore delegato di Telesia, quotata all’Aim di Borsa Italiana dal Febbraio 2017.

telesia pma affollamento mezzi pubblici

2020-06-01T08:09:16+02:001 Giugno 2020|Categorie: IN VETRINA|
Corso Formazione

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio