A partire dal 24 maggio entreranno in servizio i primi 4 dei 50 autobus elettrici BYD che entro fine settembre verranno messi su strada per Gtt Torino, con a bordo un’importante novità: la possibilità di pagare contactless le corse, semplicemente strisciando le carte proprio come accade in metropolitana.

 Gtt Torino, la novità del pagamento contactless a bordo

Ad annunciare la novità del pagamento contactless a bordo dei nuovi bus elettrici di Gtt Torino è stata, con un post su Facebook, la sindaca Chiara Appendino, che ha visitato il deposito e fatto un giro di prova su uno dei nuovi mezzi, inizialmente impiegati sulle linee 58 e 71. “Sin dall’inizio – sottolinea la prima cittadina – abbiamo ritenuto fondamentale rinnovare il parco mezzi di Gtt e siamo riusciti ad abbassare l’età media di 3 anni. Sono più di 200 i pullman nuovi che stanno già girando per la città e finalmente arrivano i nuovi bus elettrici. Sono inoltre in costruzione 70 tram nuovi che vedremo in strada a partire da inizio 2022 e sono in corso acquisti di altri mezzi“.

I bus elettrici di Gtt

Gli e-bus di Gtt Torino non solo garantiscono i pagamenti contactless per i passeggeri, ma anche una ricarica estremamente veloce e una grande autonomia. I veicoli infatti si caricano in 3 ore e possono fare circa 250 chilometri, “quindi possono essere utilizzati su tutte le tratte della città“, spiega Appendino. L’assessora ai Trasporti Maria Lapietra evidenzia poi le novità per gli utenti disabili, compresi posti per chi ha disabilità visive e per i cani guida, e la “riduzione dell’inquinamento, ambientale e acustico“.

Siamo veramente orgogliosi – aggiunge l’AD di Gtt, Giovanni Fotiperché questi mezzi sono il top della tecnologia, per una maggiore sicurezza di autisti e passeggeri“.

In primo piano

Volvo centra il tredici e sbarca in Italia con il due piani

In un mercato ancora pesantemente condizionato dagli effetti della pandemia, Volvo si è affacciata per ultima sul mondo degli autobus a due piani, convinta di poter dire la sua. A dire il vero, il costruttore svedese già nel 2020 aveva lanciato il suo bipiano con un progetto tutto nuovo, ma le sue d...

Articoli correlati

Optibus apre una nuova sede a Roma

Optibus ha annunciato oggi l’apertura di una nuova sede nell’Europa meridionale a Roma, in Italia. Piattaforma di intelligenza artificiale cloud-native nata a Tel Aviv nel 2014 – e ora utilizzata in oltre mille città in Europa, America (del Sud e del Nord, dove ha appena acquisito Trilli...