Scania e i suoi partner stanno contribuendo a portare la mobilità sostenibile a Ouagadougou, la capitale del Burkina Faso, in Africa occidentale, attraverso la consegna di una soluzione di Bus Rapid Transit (BRT). L’accordo prevede la fornitura di 304 autobus e fa parte del Greater Ouagadougou Urban Mobility Project.

Scania, Bus Rapid Transit in Africa

Un totale di 304 autobus Scania saranno forniti alle autorità cittadine per il progetto di mobilità urbana Greater Ouagadougou. Il progetto contribuirà a raggiungere l’obiettivo del governo del Burkinabé di stabilire una moderna rete di soluzioni di trasporto pubblico (Bus Rapid Transit) entro il 2022, al fine di ridurre l’uso di veicoli a carrozza singola e il livello di inquinamento atmosferico nella città, dove risiedono oltre 2,5 milioni di persone.

La soluzione BRT vedrà Scania fornire 80 autobus low entry da 13 metri, 58 autobus low entry da 15 metri, 10 autobus snodati low entry e 30 pullman, tutti realizzati da Marcopolo. Ogni autobus potrà funzionare con i biocarburanti attualmente disponibili in Burkina Faso. Inoltre, Volkswagen Camino Bus, partner di Scania, consegnerà 126 minibus che saranno carrozzati da Marcopolo.

Oltre agli autobus, Scania e i suoi partner forniranno anche un deposito per gli autobus e un’ampia formazione agli autisti e ai tecnici che lavorano per SOTRACO, l’azienda di trasporto pubblico di Ouagadougou. L’accordo include anche la gestione della flotta Scania e l’attrezzatura per i sistemi di trasporto intelligenti (ITS), mentre i partner del progetto lavoreranno anche allo sviluppo e all’implementazione di soluzioni di carburante alternativo locale per ottenere infine una flotta di autobus composta al 100% da biodiesel.

Il commento di Scania

Siamo molto orgogliosi di contribuire allo sviluppo della mobilità urbana della Grande Ouagadougou, con forti effetti sociali e ambientali“, afferma Nicolas Lougovoy, Responsabile dei progetti strategici di Scania per la regione Europa, Medio Oriente e Africa. “Riteniamo che la combinazione di competenze tra Scania e il nostro partner, l’operatore di trasporto pubblico francese RATP, sia senza dubbio una delle chiavi del successo di questo progetto innovativo. Speriamo che sia una storia di successo e un caso di studio per l’intera Africa”.

Come rappresentanti di Scania nella regione dell’Africa occidentale, siamo orgogliosi dei nostri risultati in Ghana, Nigeria, Costa d’Avorio e ora Burkina Faso. Il nostro obiettivo è rendere il trasporto sostenibile una realtà per tutti i paesi della regione“, afferma Johan Kohler, amministratore delegato di Scania per l’Africa occidentale.

In primo piano

Rampini, Eltron e Hydron: quando il midibus (sostenibile) è flessibile

Una gamma da 8 metri, declinata nelle due tecnologie che stanno rivoluzionando il comparto del trasporto persone: Eltron e Hydron sono, rispettivamente, la risposta di Rampini alle sfide poste della transizione energetica in elettrico e a idrogeno.  Il costruttore italiano, da Passignano sul Tr...

Articoli correlati

La transizione di ATB Bergamo, che ha il 74% della flotta diesel free

Diciotto nuovi bus a basse emissioni che avvicinano ATB Bergamo all’obiettivo di una flotta diesel free: nelle scorse settimane, infatti, sono stati introdotti 17 autobus a metano IIA Citymood e uno, sempre a metano, Otokar Kent C.   L’acquisto dei 18 Classe I rientra nel piano aziendale di rinnovo ...
Tpl

Gianpiero Strisciuglio, AD di RFI, è il nuovo Presidente di Agens

Cambio ai vertici di Agens: Gianpiero Strisciuglio, già AD e DG di RFI, società capofila del Polo Infrastrutture del Gruppo FS, è il nuovo Presidente dell’associazione del trasporto pubblico di Confindustria alla quale aderiscono, oltre al Gruppo Ferrovie dello Stato, le principali aziende del...
Tpl