Il Comune di Savona ha presentato al Mit un’istanza di finanziamento per il tpl elettrico. Il progetto, dal titolo “Trm della litoranea savonese”, prevede la realizzazione di tre linee di trasporto pubblico con mezzi ecologici nell’asse Vado Ligure – Varazze.

savona tpl elettrico

Savona e il tpl elettrico, un progetto che si realizza

Per Tpl Linea srl, soggetto attuatore del progetto, si tratta di aprire il proprio parco mezzi a questa nuova tecnologia. Le nuove linee sarebbero costituite da bus con ricarica ai capolinea, quindi con infrastrutture non impattanti sul territorio. La realizzazione di linee di trasporto pubblico completamente elettrico consentirebbe dunque significativi benefici sull’ambiente e sulla salute dei cittadini e dei turisti.

Il progetto presentato al Mit richiede il finanziamento di infrastrutture e mezzi per un importo complessivo superiore ai 40 milioni di euro. Per la sua realizzazione, la città di Savona collaborerà con tutti i Comuni coinvolti dalle linee previste: Varazze, Celle Ligure, Albisola Superiore, Albissola Marina, Quiliano, Vado Ligure e Bergeggi. Faranno parte dei lavori, inoltre, l’Autorità Portuale, il Polo universitario di Savona e la Provincia di Savona, che hanno sottoscritto un protocollo di intesa. La presentazione del progetto è il primo passo di un percorso che prevede ora la realizzazione di un Pums che raccolga gli obiettivi di mobilità sostenibile di tutto il territorio.

Amministrazione e trasporti

«Abbiamo lavorato a lungo e con massima sinergia istituzionale – afferma il presidente di Tpl Linea Simona Sacone – per la progettazione della nuova mobilità sostenibile per il trasporto pubblico locale nel savonese. Oggi si concretizza un primo importante step con la presentazione del progetto che riguarda tre nuove linee ad alimentazione elettrica»

Si aggiungono poi le parole del direttore generale Giovanni Ferrari Barusso. «Stiamo parlando di un nuovo modello di trasporto pubblico che consentirà di ottenere una riduzione notevole del rumore e dell’inquinamento, inserito in un Piano urbano della mobilità sostenibile che punta al miglioramento della qualità del servizio. Senza contare le prospettive di integrazione con altri sistemi di mobilità e trasporto».

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Autolinee Toscane, un nuovo bus ogni 2 giorni

Un bus ogni due giorni da ora a fine 2024, e poi il grande balzo che vedrà due bus nuovi ogni giorno (festivi e domeniche compresi) sulle strade della Toscana per garantire un servizio di trasporto pubblico locale sempre più efficace, efficiente e sostenibile sia dal punto di vista ambientale che so...

Riviera Trasporti, niente gestione in-house del tpl di Imperia

“Non ci sono le condizioni per l’affidamento in house, devono essere garantite efficienza ed economicità, che mancano nel piano industriale presentato da Riviera Trasporti“. Così il presidente della Provincia Claudio Scajola, ha aperto il getto di una doccia gelata all’operatore ci...
Tpl