Foresight Group e Sfirs, la societa’ finanziaria della Regione Sardegna, hanno sottoscritto una serie di project bond, quotati in Borsa, per la costruzione di un impianto a biogas da scarti di macellazione nell’isola, in particolare nell’Oristanese. Il gestore di fondi, specializzato in investimenti infrastrutturali e private equity con circa 8 miliardi di euro di capitale in gestione, annuncia project bond per un valore complessivo di 12,85 milioni di euro per realizzare un impianto di capacita’ pari a circa 30.000 tonnellate l’anno.

Sardegna, project bond da 12,8 mln per impianto biogas

Alla sottoscrizione, per una quota pari a 5,35 milioni, ha partecipato la Sfirs, mediante un veicolo di cartolarizzazione, con l’attivita’ di garanzia di Confidi Sardegna, organismo che all’interno di Confindustria Sardegna fa da tramite tra le aziende e il sistema creditizio. Partecipa all’operazione anche Banca Finint nel ruolo di Issuing Agent e Paying Agent. Foresight Group ha sottoscritto una quota senior pari a 7,5 milioni di euro attraverso il veicolo d’investimento Italian Green Bond Fund, sviluppato per finanziare direttamente progetti in infrastrutture ‘green’ esclusivamente in Italia. I bond, ammortizzati con interessi semestrali e rimborso del capitale, e’ stato emesso da BS Green srl, societa’ partecipata dal gruppo internazionale Anaergia, che opera nel settore del recupero di materiali di scarto di varia provenienza e che realizzera’ l’opera in provincia di Oristano. L’impianto, il primo del genere finanziato dall’Italian Green Bond Fund, produrra’ biogas da materiali derivanti da scarti di macellazione. 

In primo piano

Indcar Mobi, l’urbano a gas ha un’autonomia al top

Quello della transizione energetica è il tema centrale su cui ruotano presente e futuro del settore del trasporto pubblico, e non solo. La graduale messa al bando delle soluzioni diesel apre infatti a nuovi scenari. E se le soluzioni elettriche non hanno ancora fatto breccia, le motorizzazioni a gas...

VDL Italia: nuovo team commerciale e la ripartenza del turismo

La tempesta Covid, il focus sulla sicurezza, le iniziative per i clienti travolti dalla crisi. E ora, il mercato che riparte e i Classe III che tornano finalmente a solcare le autostrade del Belpaese. VDL Italia si presenta al rilancio del mercato turistico forte di una gamma che ha già dimostrato i...

Giorgio Zino, presente e futuro di Iveco Bus

Post pandemia, investimenti e sguardo al domani. La transizione elettrica? Ha frenato, ma sta ripartendo. La produzione? È tornata a livelli pre Covid. Abbiamo incontrato Giorgio Zino, Business Director Italy and Greece Iveco Bus che ci ha tratteggiato il presente e il futuro del gruppo. Giorgio Zin...

Cloud-based e multicanale. La bigliettazione secondo Praticko

Le nuove tecnologie sono la principale chiave per migliorare la competitività e uscire dalla crisi. Al centro dei cambiamenti c’è il Cloud, considerato come lo strumento abilitante per eccellenza per progetti di digital transformation che, per propria natura, necessitano di praticità, flessibilità e...

Articoli correlati

Tpl, 600 milioni per i servizi aggiuntivi

Il Tpl sotto la lente del Ministro Giovannini. “Il primo messaggio da sottolineare è che lo Stato, a cui compete il finanziamento del Rpl (trasporto pubblico locale), ma non la gestione che spetta alle regioni, ha stanziato per la seconda parte dell’anno 600 milioni di euro per servizi aggiunt...