Arriva Udine è il nuovo nome di SAF Autoservizi, già parte del Gruppo Arriva che ne detiene il 60%, nonché parte del consorzio TPL FVG. Un rebranding che si inserisce nel tracciato che condurrà, dal 1 gennaio 2021, tutte le 21 aziende sotto l’ombrello di Arriva Italia a richiamare il gruppo di appartenenza nella denominazione aziendale.

arriva udine

Arriva Udine, per consolidarsi in Friuli

Di seguito, le parole di Angelo Costa, amministratore delegato di Arriva Italia e Presidente di Arriva Udine

“Si tratta di un cambiamento storico che conferma la nostra volontà di consolidare la presenza a Udine. Valorizzazione del legame con i territori e continui investimenti in innovazione e miglioramento del servizio. Questi sono due punti chiave della strategia del Gruppo nei territori in cui opera”.

La SAF entra a far parte del Gruppo Arriva nel 2004. Da allora, il suo schema di governance basato su una struttura di partenariato pubblico-privato, rimane immutato. In più, si conferma un modello di efficienza e una strategia di successo che il Gruppo ha implementato anche in altre realtà in cui opera in partnership con soggetti pubblici.

Inoltre, con l’avvio del nuovo contratto del consorzio TPL FVG, si apre un’importante prospettiva di valorizzazione a medio-lungo termine delle risorse aziendali e si conferma l’impegno del Gruppo Arriva a investire per un servizio sempre più efficiente e innovativo.

arriva udine

Arriva Udine. Cambia il nome, non l’anima aziendale

In merito all’operazione di cambio brand da SAF ad Arriva Udine, Aniello Semplice, AD di Arriva Udine, Trieste Trasporti e TPL FVG, commenta come di seguito vi riportiamo.

“Cambia il nome ma l’anima di SAF rimane la stessa integrando i valori di una importante realtà locale con quelli di una multinazionale ai vertici del settore della mobilità a livello europeo. Qualità e sostenibilità, ambientale ed economica, innovazione e attenzione ai bisogni del territorio, sono le traiettorie lungo le quali si svilupperà l’azione aziendale”.

Infine, le parole del Sindaco di Udine, Pietro Fontanini.

“Con questa decisione di SAF, che per ogni friulano è da sempre sinonimo di trasporto pubblico, di cambiare il suo storico nome in Arriva Udine, si va a inaugurare una nuova stagione che sarà segnata, oltre che da una sempre maggiore attenzione alla qualità del servizio, da un rapporto con il nostro territorio ancora più stretto e virtuoso. Sono certo che, come è avvenuto per SAF, anche il nuovo nome saprà entrare nell’immaginario collettivo della nostra città”.

arriva udine

In primo piano

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Dieci Scania-Irizar i4 a metano per ATC Esercizio, La Spezia

La flotta di ATC Esercizio, La Spezia, ha dato il benvenuto a dieci autobus ecologici firmati Irizar su telaio Scania: si tratta del modello i4 a metano. I nuovi arrivati nella famiglia dell’operatore spezzino – che li metterà alla frusta per i profili di missione extraurbani – son...
Tpl

Dolomiti Bus, al via il servizio a chiamata Trillo a Belluno e Feltre

Il 10 giugno entrerà in vigore il nuovo orario estivo Dolomiti Bus. Dal medesimo giorno sarà anche attivo il nuovo servizio a chiamata “Trillo”. In questa fase sperimentale, il servizio interesserà le corse urbane di Belluno e Feltre, con un’estensione ai territori di Ponte nelle Alpi, Limana,...
Tpl