Trasporto regionale, in Friuli si cambia rotta. Oggi s’è stata la firma del nuovo contratto del trasporto pubblico regionale (Tpl), tra la Regione e la Tpl Fvg, la società consortile formata da Autoservizi-Saf, Azienda provinciale trasporti (Apt), Atap e Trieste Trasporti, rappresentata dal suo amministratore delegato, Aniello Semplice.“Oggi si apre finalmente una nuova fase per il trasporto pubblico locale del Friuli Venezia Giulia, che vedrà un miglioramento, un ampliamento dei servizi e una complessiva riduzione dei costi a carico dei cittadini“. ha dichiarato questa mattina l’assessore regionale del Friuli Venezia Giulia alle Infrastrutture e territorio, Graziano Pizzimenti.

Tpl in Friuli Venezia Giulia, la firma del contratto con Tpl Fvg

Dopo l’assegnazione resa nota in agosto, il 14 novembre è stato definitivamente siglato il contratto decennale per servizi su gomma e marittimi dell’intero bacino regionale del Friuli Venezia Giulia, che vede coinvolti TPL FVG – la società fondata dalle quattro aziende di trasporto pubblico regionale del Friuli Venezia Giulia, Apt Gorizia, Atap Pordenone – e Arriva Italia, tramite la controllata Saf Udine e la collegata Trieste Trasporti, che già oggi gestiscono il servizio. Le quattro società del consorzio complessivamente trasportano ogni anno oltre 105 milioni di passeggeri per un volume di circa 41 milioni di bus/km con 950 automezzi e 1900 dipendenti.  L’affidamento ha un valore complessivo di 109,3 milioni di euro annui, al netto dell’IVA e una durata di dieci anni, con possibilità di proroga per ulteriori cinque anni. “La firma di questo contratto rappresenta per noi l’inizio di un nuovo viaggio, con benefici sia per i nostri utenti che per i partner locali – dichiara Angelo Costa, Amministratore Delegato di Arriva Italia – In agosto, il Consiglio di Stato aveva definitivamente respinto il ricorso per revocazione presentato da Busitalia-Sita Nord e Autoguidovie e assegnato a noi e al Consorzio la gestione del servizio. Con la firma ufficializziamo l’inizio del mandato, ribadendo il nostro massimo impegno nel miglioramento del servizio offerto e la nostra vicinanza agli utenti e alle loro necessità”.

Pizzimenti ha quindi sottolineato che “verrà riorganizzato il rapporto tra la Regione e il soggetto gestore del trasporto pubblico. La sfida che si apre è quella legata alla gestione degli ulteriori 3 milioni di chilometri messi a disposizione dei cittadini, attraverso i quali garantiremo nuovi servizi agli utenti. Per quanto riguarda il tpl, il territorio del Friuli Venezia Giulia è stato suddiviso in 14 aree omogenee e ora partirà una fase di ascolto e dialogo con gli enti locali per individuare quali siano gli interventi prioritari per le diverse comunità”.

“Oltre a un miglioramento del servizio, il nuovo contratto garantirà anche un risparmio medio di circa 10 milioni di euro all’anno – ha evidenziato Pizzimenti -, il quale sarà utilizzato in parte per finanziare l’abbattimento dei costi degli abbonamenti scolastici, con una notevole riduzione del peso economico che grava sulle famiglie“.
L’amministratore delegato della Tpl Fvg, Aniello Semplice, ha rimarcato come il nuovo contratto porterà a un aumento della qualità del servizio, ma anche a una maggiore integrazione sia tra le società che fanno parte del consorzio sia sul fronte dell’intermodalità, in particolare per quanto riguarda il rapporto gomma-ferro, con un’attenzione anche al polo intermodale e ai collegamenti marittimi.

In primo piano

Indcar Mobi, l’urbano a gas ha un’autonomia al top

Quello della transizione energetica è il tema centrale su cui ruotano presente e futuro del settore del trasporto pubblico, e non solo. La graduale messa al bando delle soluzioni diesel apre infatti a nuovi scenari. E se le soluzioni elettriche non hanno ancora fatto breccia, le motorizzazioni a gas...

VDL Italia: nuovo team commerciale e la ripartenza del turismo

La tempesta Covid, il focus sulla sicurezza, le iniziative per i clienti travolti dalla crisi. E ora, il mercato che riparte e i Classe III che tornano finalmente a solcare le autostrade del Belpaese. VDL Italia si presenta al rilancio del mercato turistico forte di una gamma che ha già dimostrato i...

Giorgio Zino, presente e futuro di Iveco Bus

Post pandemia, investimenti e sguardo al domani. La transizione elettrica? Ha frenato, ma sta ripartendo. La produzione? È tornata a livelli pre Covid. Abbiamo incontrato Giorgio Zino, Business Director Italy and Greece Iveco Bus che ci ha tratteggiato il presente e il futuro del gruppo. Giorgio Zin...

Cloud-based e multicanale. La bigliettazione secondo Praticko

Le nuove tecnologie sono la principale chiave per migliorare la competitività e uscire dalla crisi. Al centro dei cambiamenti c’è il Cloud, considerato come lo strumento abilitante per eccellenza per progetti di digital transformation che, per propria natura, necessitano di praticità, flessibilità e...

Articoli correlati

A Lecce 13 nuovi autobus Euro6 per il trasporto pubblico

A Lecce sono appena stati consegnati alla sede di Sgm, pronti per entrare in servizio, i 13 nuovi autobus Euro6 diesel acquistati grazie alle risorse erogate dalla Regione Puglia con il bando Smart Go City per l’ammodernamento del parco mezzi del Trasporto pubblico locale. I nuovi autobus andranno a...
Tpl

Controlli intensivi sugli autobus Amt: su almeno 1000 passeggeri

In centro città a Genova, sugli autobus Amt, i controlli si susseguono intensivi per verificare eventuali evasioni. Una squadra di ben 13 Verificatori Titoli di Viaggio di AMT è scesa infatti in campo in piazza della Nunziata per controllare le linee 18, 20, 34, 35, 39, 40 e la linea F2, servizio so...
Tpl

TPL Linea, i biglietti dell’autobus si fanno in spiaggia

Con il nuovo servizio attivato da TPL Linea, i biglietti dell'autobus si acquistano in spiaggia. Il progetto punta alla sostenibilità ambientale e turistica nel segno dell’utilizzo del mezzo pubblico per evitare spostamenti con mezzi privati, ed è stato sviluppato grazie ad una convenzione con la sp...
Tpl