Prendi l’autobus diesel e trasformalo in elettrico. e-troFit kit con Zf

Prendi un autobus diesel standard, rimuovi il motore a combustione interna e rimpiazzalo con un assale elettrico con motori ai mozzi (firmato Zf) e con una dotazione sostanziosa di pacchi batterie. Et voilà: l’elettrico è servito. Con la consapevolezza che si tratta di una soluzione di compromesso, utile in un periodo di transizione che può fare molte “vittime” tra autobus diesel che non sempre sono proprio da buttare.

Al vertice UITP di Stoccolma ha debuttato e-troFit, filiale della società tecnologica in-tech di Monaco di Baviera, che ha presentato una soluzione di retrofit per autobus urbani (e, perché no, camion). Le prime consegne sono previste per il quarto trimestre del 2019. Ad oggi, il kit e-troFit è disponibile solo per Mercedes Citaro.

Prendi l'autobus diesel e trasformalo in elettrico. e-troFit kit con Zf

Motore Zf nel kit e-troFit

Oggi molte città stanno cercando di liberarsi dei veicoli diesel. E il trend accelererà da qui al 2030. Tuttavia, la sostituzione di intere flotte di bus diesel è un’impresa costosa. Se non altro per il fatto che un elettrico costa, in media, oltre il doppio di un bus con motore a combustione. L’obiettivo di e-troFit è proprio quello di consentire agli operatori di trasformare rapidamente autobus diesel convenzionali in veicoli elettrici, in modo da non essere costretti a mandare in pensione veicoli ancora funzionali a causa delle “strette” normative di città e governi.

e-troFit è in partnership con Zf Aftermarket: in qualità di fornitore di sistemi, Zf fornisce il powertrain per il kit e-troFit. Il componente scelto è l’assale elettrico con motori integrati ai mozzi ruota AxTrax, adottato anche da Mercedes e Solaris rispettivamente per l’eCitaro e l’Urbino electric.

e-troFit, disponibile per Mercedes Citaro

Il primo veicolo dimostrativo dotato di kit e-troFit è un Mercedes Citaro che ha vissuto un periodo di prova nell’ambito di un progetto pilota con l’operatore municipale tedesco Stadtwerke Landshut. L’autobus è stato convertito nel 2018 e inizierà ad essere utilizzato nelle operazioni reali di trasporto pubblico nel 2019 in coordinamento con l’operatore.

Il primo kit di conversione e-troFit è già disponibile per il Citaro I 12 metri, sottolinea l’azienda. Nel settore degli autobus urbani sono previsti kit e-troFit per i seguenti modelli: Citaro II 12 metri (da metà 2020) e Citaro II Autosnodato (dal 4° trimestre 2020). Sono previsti anche kit per altri autobus urbani di altri costruttori, dice e-troFit.

e-troFit kit

Capacità della batteria? Su richiesta

Il vantaggio principale di questo tipo di operazioni è, inutile dirlo, il prezzo. Secondo e-troFit, la conversione costa in media il 50% in meno di un nuovo veicolo elettrico. Quindi, l’operazione richiederebbe quasi lo stesso investimento dell’acquisto di un nuovo autobus Euro VI. Naturalmente il prezzo dipende da diversi elementi, come, principalmente, la capacità della batteria (che può essere adattata per soddisfare le esigenze dell’operatore). I moduli batteria Nmc (40 kWh ciascuno) saranno collocati nell’ex comparto del motore a combustione. Se devono essere installate batterie di capacità superiore, una parte può essere posizionata anche sul tetto, sottolinea l’azienda. Questo renderebbe naturalmente necessari alcuni lavori di rinforzo della struttura.

2019-07-26T11:46:19+00:0019 Giugno 2019|Categorie: COMPONENTI|Tag: , , , |

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio