Otokar ha colto l’occasione del summit UITP 2019 per lanciare il suo primo autobus elettrico. Lungo 12 metri, l’e-Kent C (variante elettrica dell’autobus urbano a trazione convenzionale Kent C, alimentato a gasolio o a Cng) è caratterizzato da un nuovo design, particolarmente accattivante, e sarà disponibile in Europa nel 2020. Otokar ha già iniziato a partecipare alle gare d’appalto e alle procedure di accreditamento. Powertrain? Il consolidato ZF AxTrax.

Powertrain ZF per l’Otokar e-Kent C

L’assale elettrico con motori ai mozzi ZF, adottato da diversi costruttori come Mercedes, Solaris, New Flyer, Optare, Optare, Alexander Dennis (per il bus a celle a combustibile) fornisce una potenza massima di 250 kW e una coppia massima di 22.000 Nm. Tutte le batterie dell’e-Kent C sono posizionate sul tetto. La versione standard del bus è dotata di quattro moduli raffreddati a liquido, ciascuno con 7 batterie agli ioni di litio ad alte prestazioni, per una capacità totale di 300 kWh. Otokar ha optato per la ricarica in deposito: il bus non è disponibile nella versione di ricarica rapida opportunity. La frenata permette di recuperare dal 15% al 20% dell’energia, sottolinea Otokar.

Le telecamere sostituiscono gli specchietti retrovisori laterali

Dando uno sguardo agli interni, spicca il cruscotto smart. Uno schermo centrale digitale completa i normali indicatori analogici, consentendo di leggere le informazioni chiave del veicolo a colpo d’occhio. L’e-Kent C è “side mirror free”: il loro posto è occupato da telecamere che, secondo il produttore, consentono una migliore visibilità stradale evitando gli angoli morti. L’assenza di qualsiasi torre motore consente una migliore visibilità sul retro per il passeggero. Il design dei fanali posteriori è piuttosto accattivante.

otokar e-kent c

Otokar, trazioni elettriche dal 2007

“Otokar lavora sui veicoli a carburante alternativo da molto tempo. In Turchia abbiamo lanciato il primo autobus ibrido nel 2007 e il primo midi bus elettrico nel 2012. Nonostante il limitato sostegno finanziario pubblico, il Doruk Electra è stato testato da diversi operatori pubblici in Turchia e ha migliorato il nostro know-how di questa tecnologia. Otokar ha lavorato anche sugli autobus a metano, che sono già stati venduti sui mercati europei, come in Spagna, con la recente consegna di unità da 12 metri”, afferma Ali Murat Atlas, direttore generale di Otokar Europe.

otokar e-kent c

In primo piano

Citymood 12e, il tour-test su e giù per lo Stivale è un successo

Mancavano una manciata di settimane alla fine del 2021 quando, in quel di Flumeri, Industria Italiana Autobus lanciava il primo elettrico di casa. Il nome di battesimo? Citymood 12e, di fatto il primo ebus interamente progettato e realizzato in Italia. Una novità tutta made in Italy ben accolta dal ...

Articoli correlati

Sardegna, 40 milioni di euro per 90 e-bus

L’Arst, azienda di trasporto pubblico della Regione Sardegna, avrà a disposizione circa 40 milioni di euro per l’acquisto di 90 autobus elettrici da 12 metri. La somma è stata stanziata ieri (giovedì 21 luglio, ndr) dalla Giunta con una delibera, con l’obiettivo finale di sostituir...