Anche in Italia è partita l’operazione congiunta europea “Truck and Bus” per il controllo della sicurezza dei mezzi pesanti. I controlli saranno svolti dalla ROADPOL – European Roads Policing Network, una rete di cooperazione tra le Polizie Stradali, nata sotto l’egida dell’Unione Europea, alla quale aderiscono tutti i Paesi Membri, tranne la Grecia e la Slovacchia, oltre alla Svizzera, la Serbia, la Turchia ed in qualità di osservatore la Polizia dell’Emirato di Dubai (Emirati Arabi Uniti).

Operazione “Truck and Bus”: obiettivo la sicurezza delle strade

La ROADPOL ha programmato l’effettuazione dei controlli dell’operazione “Truck and Bus” nel periodo dal 10 al 16 maggio 2021. L’obiettivo è quello di ridurre il numero di vittime della strada e degli incidenti stradali, elevando gli standard di sicurezza, armonizzando l’attività di prevenzione, informazione e controllo, in adesione al Piano d’Azione Europeo 2021-2030. L’attività si sviluppa attraverso una cooperazione operativa tra le Polizie Stradali europee, con azioni di contrasto delle violazioni e campagne di comunicazione in tutto il Continente, i cui risultati vengono poi monitorati dal Gruppo Operativo ROADPOL.

In queste operazioni congiunte, l’Italia è rappresentata dal Servizio Polizia Stradale del Ministero dell’Interno.

I controlli previsti

Durante le giornate programmate, grazie all’operazione Truck and Bus si verificherà un’intensificazione dei controlli, effettuati dalle Polizie Stradali di tutta Europa, dei mezzi pesanti adibiti al trasporto di merci, degli autobus e dei veicoli destinati al trasporto di merci pericolose, sia d’immatricolazione nazionale sia straniera.
Gli agenti della Polizia Stradale procederanno alla verifica dello stato psicofisico dei conducenti, il rispetto dei limiti di velocità, il rispetto della normativa ADR sul trasporto delle merci pericolose e tutte le altre prescrizioni sull’autotrasporto previste dalla normativa nazionale e comunitaria.

Quest’azione combinata a livello europeo ha la finalità di sviluppare la coscienza e la consapevolezza da parte di tutti i conducenti e utenti della strada che nello stesso momento tutte le forze di Polizia Stradale dell’Unione Europea e non solo stanno operando con le medesime modalità, strumenti omogenei e un obiettivo comune. A tal fine la Polizia Stradale ha predisposto sull’intero territorio nazionale, in particolar modo sulle arterie autostradali e di grande comunicazione nazionale e per tutto il periodo in questione e sulle ventiquattrore, l’effettuazione di mirati controlli ai mezzi pesanti adibiti al trasporto di merci e degli autobus.

In primo piano

Articoli correlati

23 nuovi autobus ibridi Mercedes per Autoguidovie

Entreranno a breve in servizio, operando nell’area Monza-Brianza e Milano Sud-Est. Autoguidovie taglia le emissioni – stimando un risparmio di CO2 pari a 50t l’anno, che equivalgono alla capacità di assorbimento di 12000 alberi in ambito urbano – e presenta in piazza Roma a Monza i nuovi autobus del...

Ci sarà un parco sopra il nuovo deposito per ebus di Atm Milano

Un grande parco con area verde, campi per fare sport aperti al pubblico e una pista per correre. Tutto questo sorgerà sopra i venti mila metri quadrati sotterranei del nuovo deposito di Atm in viale Toscana a Milano, che ospiterà cento autobus elettrici e le rispettive infrastrutture di ricarica.La ...