Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha istituito una commissione di studio incaricata di avanzare proposte e criteri uniformi per una riforma del trasporto pubblico locale. In particolare, per l’organizzazione e la ripartizione dei contributi statali ad esso destinati.

La commissione è presieduta dal professor Bernardo Giorgio Mattarella della Luiss Guido Carli di Roma. Ne fanno parte esperti della materia e rappresentanti istituzionali dei soggetti pubblici coinvolti nell’offerta di mobilità pubblica. Dunque docenti universitari, rappresentanti del Mit, del ministero dell’Economia e delle finanze, della Conferenza delle Regioni e Province Autonome, dell’Anci e dell’Upi.

Riforma trasporto pubblico locale: i compiti della commissione

La commissione ha tre mesi di tempo dalla data di insediamento per produrre una relazione ed eventuali proposte di modifiche normative.

Tra i compiti ci sarà la proposta di definizione del quadro normativo in relazione agli aspetti economici-finanziari, anche nella prospettiva dell’attuazione del federalismo fiscale. Sarà inoltre necessario sviluppare modelli di integrazione intermodale dell’offerta di trasporto pubblico a livello locale e regionale, individuando ogni possibile forma di efficientamento e razionalizzazione. Infine, la Commissione sarà chiamata a definire criteri uniformi per la ripartizione dei contributi statali per il settore, per garantire livelli adeguati dei servizi su tutto il territorio nazionale. E a individuare anche modalità telematiche per l’acquisizione tempestiva dei flussi di domanda della mobilità pubblica e dei servizi effettivamente prestati. Una completa riforma del trasporto pubblico locale, dunque, trovando strumenti di raccordo tra Stato, Regioni, e Autonomie locali.

La commissione

Le attività della commissione saranno svolte a titolo gratuito, senza oneri per l’amministrazione pubblica.

Il presidente Bernardo Giorgio Mattarella, figlio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, è professore ordinario di diritto amministrativo presso il Dipartimento di giurisprudenza della Luiss Guido Carli. E’ inoltre condirettore del master in Management e politiche delle amministrazioni pubbliche, relatore in oltre 250 convegni scientifici e autore di oltre 300 pubblicazioni scientifiche.

In primo piano

Articoli correlati

Air Mobilità, le tratte nel salernitano

Air Mobilità, oltre alle tratte tra Foggia e Napoli, ha preso in carico il servizio di trasporto pubblico locale in provincia di Salerno, prima svolto da Scai Buonoturist.
Tpl

Autolinee Toscane, Gianni Bechelli è il nuovo presidente

Autolinee Toscane ha un nuovo presidente, Gianni Bechelli. Il fiorentino, proveniente dal Gruppo Ratp Dev (di cui è consulente dal 2010 e dove continua a ricoprire la carica di consigliere di amministrazione) e con un passato da amministratore delegato in LFI-La Ferrovia Italiana, raccoglie il testi...

Due e-bus e otto colonnine elettriche: Ancona si tinge di verde

“Mobilità sostenibile”, due semplici parole entrate con forza, da anni, nelle agende di governo di tutto il mondo (o quasi). Sempre più Paesi e città stanno dedicando particolare attenzione – e importanti investimenti – su questo fronte. Uno dei primi pasi da compiere, non vi è dubbio, è quello di e...

L’elettrico di Iveco per la mobilità sostenibile di Pavia

La Settimana Europa della Mobilità Sostenibile (16-22 settembre) ha portato una novità green in quel di Pavia. Autoguidovie, l’azienda che si occupa del trasporto pubblico locale della città lombarda, ha infatti presentato l’ambizioso progetto per elettrificare la propria flotta di autobus, con il f...