Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha istituito una commissione di studio incaricata di avanzare proposte e criteri uniformi per una riforma del trasporto pubblico locale. In particolare, per l’organizzazione e la ripartizione dei contributi statali ad esso destinati.

La commissione è presieduta dal professor Bernardo Giorgio Mattarella della Luiss Guido Carli di Roma. Ne fanno parte esperti della materia e rappresentanti istituzionali dei soggetti pubblici coinvolti nell’offerta di mobilità pubblica. Dunque docenti universitari, rappresentanti del Mit, del ministero dell’Economia e delle finanze, della Conferenza delle Regioni e Province Autonome, dell’Anci e dell’Upi.

Riforma trasporto pubblico locale: i compiti della commissione

La commissione ha tre mesi di tempo dalla data di insediamento per produrre una relazione ed eventuali proposte di modifiche normative.

Tra i compiti ci sarà la proposta di definizione del quadro normativo in relazione agli aspetti economici-finanziari, anche nella prospettiva dell’attuazione del federalismo fiscale. Sarà inoltre necessario sviluppare modelli di integrazione intermodale dell’offerta di trasporto pubblico a livello locale e regionale, individuando ogni possibile forma di efficientamento e razionalizzazione. Infine, la Commissione sarà chiamata a definire criteri uniformi per la ripartizione dei contributi statali per il settore, per garantire livelli adeguati dei servizi su tutto il territorio nazionale. E a individuare anche modalità telematiche per l’acquisizione tempestiva dei flussi di domanda della mobilità pubblica e dei servizi effettivamente prestati. Una completa riforma del trasporto pubblico locale, dunque, trovando strumenti di raccordo tra Stato, Regioni, e Autonomie locali.

La commissione

Le attività della commissione saranno svolte a titolo gratuito, senza oneri per l’amministrazione pubblica.

Il presidente Bernardo Giorgio Mattarella, figlio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, è professore ordinario di diritto amministrativo presso il Dipartimento di giurisprudenza della Luiss Guido Carli. E’ inoltre condirettore del master in Management e politiche delle amministrazioni pubbliche, relatore in oltre 250 convegni scientifici e autore di oltre 300 pubblicazioni scientifiche.

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Riviera Trasporti, niente gestione in-house del tpl di Imperia

“Non ci sono le condizioni per l’affidamento in house, devono essere garantite efficienza ed economicità, che mancano nel piano industriale presentato da Riviera Trasporti“. Così il presidente della Provincia Claudio Scajola, ha aperto il getto di una doccia gelata all’operatore ci...
Tpl