MAN Lion’s Intercity, uno dei modelli di punta di MAN Truck & Bus, viene impiegato soprattutto per le linee interurbane e i servizi di scuolabus e bus navetta. È disponibile in tre differenti lunghezze, due motorizzazioni e quattro versioni del cambio. Inoltre è equipaggiato con tecnologie di assistenza alla guida e soluzioni igieniche per la protezione sia del conducente sia di tutti i passeggeri.  

MAN Lion’s Intercity su linee interurbane: aerodinamico e funzionale

Il MAN Lion’s Intercity, secondo l’azienda, ha come tratto distintivo l’aerodinamica, che incide in modo molto positivo sui consumi di carburante. Il Lion’s Intercity C (R62) a 2 assi nelle versioni da 13.254 mm è stato aggiunto al portafoglio di modelli nel 2017, integrando, con la sua capienza di 63 passeggeri, gli altri due veicoli a 2 assi già presenti nell’offerta prodotto. I tre diversi passi (R60: 6.000 mm, R61: 6.774 mm, R62: 6.974 mm) garantiscono al Lion’s Intercity un’ampia zona di stivaggio bagagli e hanno un raggio di sterzata ottimizzato per l’utilizzo su linee interurbane.

Questa versione più lunga, con maggiore disponibilità di posti a sedere, è particolarmente adatta per il servizio scuolabus. Proprio come sugli autobus turistici MAN, anche sul Lion’s Intercity vengono montati ammortizzatori adattivi PVC (Premium Comfort Valve) che garantiscono sicurezza e comfort sulle linee interurbane e spese di manutenzione ridotte.

L’abitacolo del MAN Lion’s Intercity può essere allestito in modo flessibile a seconda delle richieste dei clienti. Si parte dalla normale configurazione base come scuolabus con sedili semplici, o come autobus interurbano con rialzo intercambiabile, elevatore idraulico nella scala posteriore per il trasporto di massimo due passeggeri su sedia a rotelle e vani portaoggetti aperti. Il Lion’s Intercity “a doppio uso” completamente equipaggiato, con specifico allestimento da parte del MAN Bus Modification Center di Plauen, può trasformarsi eventualmente anche in un veicolo per lunghe distanze grazie alla presenza di un bagno davanti alla seconda porta, vani portaoggetti e utili tendine sui doppi vetri. Al posto del vano ripostiglio di serie, su richiesta è possibile integrare nella postazione di guida anche un frigorifero da 41 litri. L’interno, con un’altezza di 2.230 mm, è luminoso e di facile manutenzione. I sedili regolabili, del tipo “Intercity Lite”, sono sempre montati su rialzi per permettere alle persone più anziane di alzarsi facilmente e offrire spazio ai passeggeri.

Protezione dal Covid19

Dato il periodo di pandemia, che richiede elevati standard igienici, è prevista una paratia, in vetro o policarbonato, che separa la postazione di guida dall’area passeggeri proteggendo il conducente. Sono previsti inoltre dispenser di disinfettante per mani all’accesso o lungo il corridoio centrale. I finestrini a compasso aggiuntivi sopra gli assi garantiscono un’aerazione costante, oltre all’impianto di climatizzazione con potenza refrigerante di 32 kW.

Sistemi multimediali

La plancia di guida, che per motivi ergonomici è leggermente ruotata verso il conducente, ospita la radio DAB+ di serie o eventualmente il sistema di Infotainment MMC con display grande, attacco USB, collegamento Bluetooth e un comando vocale del sistema di navigazione. Il volante si ispira a quello dell’autobus turistico e, a partire dall’omologazione in classe II, è dotato di tasti multifunzione opzionali che consentono l’accesso diretto alla regolazione della velocità di marcia (FGR), al menu e alle funzioni multimediali.
L’autobus può contare su una serie di servizi analogici e digitali in grado di semplificare il lavoro quotidiano di conducenti e imprenditori. Una piattaforma digitale gestisce, ad esempio, gli appuntamenti in officina indicando l’intervallo di manutenzione più appropriato. Il modulo di connettività di bordo di ultima generazione viene installato di serie su tutti gli autobus turistici, urbani e interurbani a marchio MAN e comprende otto servizi digitali (MAN Essentials, MAN ServiceCare e l’app Pocket Fleet) gratuiti, mentre i servizi a pagamento possono essere cancellati giornalmente. Questo permette al cliente di provare i servizi e disdirli in modo selettivo per ciascun veicolo in base alle esigenze.

MAN Lion’s Intercity per le linee interurbane e il trasporto scolastico

Il motore D08 dai consumi ridotti e differenti opzioni del cambio rendono il MAN Lion’s Intercity particolarmente adatto al trasporto scolastico e su linee interurbane.
Il motore a sei cilindri può essere abbinato a un cambio manuale a sei rapporti ZF EcoShift. Per i percorsi più impegnativi sono inoltre disponibili due cambi automatici: il cambio automatico Voith DIWA 6 e il nuovo cambio automatico a sei rapporti ZF EcoLife 2, entrambi rielaborati e resi più performanti.

Il motore D1556 LOH del MAN Lion’s Intercity, che trae ispirazione dalla nuova generazione di autobus urbani, assicura una trazione potente e particolarmente indicata per il trasporto con topografia impegnativa, con percorsi non totalmente pianeggianti. È disponibile nei livelli di potenza 280 CV (206 kW), 330 CV (243 kW) e 360 CV (265 kW) con 1.200 – 1.600 Nm di coppia massima.
Le tipologie di cambio per questo autobus interurbano includono anche il cambio automatico a 12 rapporti MAN TipMatic Coach di nuova generazione, disponibile per la variante D15 a partire dalla classe di potenza da 330 CV (243 kW). Tra le principali novità introdotte, un miglioramento del comportamento alla partenza, l’ottimizzazione della centralina elettronica del cambio e il comando EfficientCruise con funzione EfficientRoll per ridurre i consumi. Sono poi disponibili le funzioni “SmartShifting” per l’assistenza al passaggio a marce superiori per tutte le dodici velocità e “Idle Speed Driving” con Stop-and-Go per destreggiarsi facilmente nel traffico.

La sicurezza

Il Lion’s Intercity, secondo l’azienda, è uno dei più sicuri della sua categoria. Soddisfa i requisiti di allestimento previsti dalla nuova norma di sicurezza ECE R66.02. Inoltre dispone già di serie di ABS/ASR, un efficace assistente alla frenata, e controllo elettronico della stabilità ESP. A seconda della classe di omologazione, sono disponibili o montati di serie anche il sistema di assistenza alla frenata di emergenza EBA (Emergency Brake Assist), il Lane Guard System LGS e il Tempomat con regolazione automatica della distanza ACC (Adaptive Cruise Control). Oltre ai fari alogeni di serie, sono disponibili su richiesta anche fari a LED Spot, che garantiscono un’illuminazione della strada efficace senza dare fastidio agli occhi. Oltre alla telecamera di retromarcia con un angolo di visione di 140° le cui immagini vengono riprodotte sul monitor da 10” del sistema di Infotainment, il MAN Bus Modification Center può installare sulla parte posteriore del veicolo dei sensori di parcheggio a infrarossi che inviano segnali all’interno dell’abitacolo. Su richiesta, è altresì possibile prevedere il monitoraggio continuo della pressione degli pneumatici attraverso il sistema TPM (Tyre Pressure Monitoring). Per prevenire il rischio di incidenti dovuto all’angolo cieco, il MAN Lion’s Intercity prevede anche un sistema di assistenza alla svolta con riconoscimento pedoni. La segnalazione attiva delle condizioni di pericolo e collisione avviene visivamente grazie a due display installati nel campo visivo del conducente e a livello sonoro tramite un segnale acustico di allarme.

In primo piano

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Dieci Scania-Irizar i4 a metano per ATC Esercizio, La Spezia

La flotta di ATC Esercizio, La Spezia, ha dato il benvenuto a dieci autobus ecologici firmati Irizar su telaio Scania: si tratta del modello i4 a metano. I nuovi arrivati nella famiglia dell’operatore spezzino – che li metterà alla frusta per i profili di missione extraurbani – son...
Tpl

Dolomiti Bus, al via il servizio a chiamata Trillo a Belluno e Feltre

Il 10 giugno entrerà in vigore il nuovo orario estivo Dolomiti Bus. Dal medesimo giorno sarà anche attivo il nuovo servizio a chiamata “Trillo”. In questa fase sperimentale, il servizio interesserà le corse urbane di Belluno e Feltre, con un’estensione ai territori di Ponte nelle Alpi, Limana,...
Tpl