Volvo bus

Iveco, bus alternativi sotto i riflettori all’inaugurazione dell’impianto V2G di Fca

IVECO BUS porta i bus alternativi (autobus a trazioni alternative) all’inaugurazione dell’impianto V2G (Vehicle-to-Grid) di FCA. Si è svolta in data odierna la conferenza stampa internazionale di presentazione dell’impianto pilota V2G (Vehicle-to-Grid) di FCA.

Erano presenti all’inaugurazione:

  • Il Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli
  • I rappresentanti delle commissioni parlamentari, interessate ai temi della giornata
  • I massimi funzionari della Regione Piemonte e della Città di Torino
  • Una nutrita schiera di giornalisti da tutta Europa, in rappresentanza delle principali testate nazionali e internazionali.

Fca V2G, focus sulla mobilità elettrica

Il progetto, sviluppato intorno al tema della mobilità elettrica, si fonda sulla collaborazione tra Fiat Chrysler Automobilies, Engie Eps e Terna.

Insieme, hanno realizzato una grandiosa infrastruttura V2G (Vehicle-to-Grid). Questa, entro la fine del 2021, garantirà l’interconnessione fino a 700 veicoli elettrici, per la fornitura di servizi di rete al gestore della rete di trasmissione e la possibilità di ricarica.

Al raggiungimento della piena operatività, potrà produrre su base annua oltre 6.500 MWh di energia. Assicurerà così all’ambiente ogni anno oltre 2.100 tonnellate di CO2. E sarà l’infrastruttura V2G più grande al mondo mai realizzata.

Bus alternativi: elettrico e metano per l’inaugurazione

Per l’occasione IVECO BUS ha messo a disposizione per i trasferimenti un autobus full electric E-WAY e un Crossway NP Low Entry, alimentato a gas naturale.

I due bus alternativi hanno accompagnato gli ospiti nei loro spostamenti, in andata e ritorno dall’Heritage Hub. Si tratta di uno spazio polifunzionale sorto presso uno degli storici impianti di produzione meccanica Fiat all’interno dello stabilimento di Mirafiori. Da qui, gli autobus arrivavano fino al piazzale logistico del Drosso, dove si è conclusa la presentazione.

L’evento si inserisce in un contesto di grande vivacità e fermento per il capoluogo torinese, dove il tema del trasporto concentra da sempre attenzione e investimenti. E dove progetti e iniziative relativi a elettrificazione – e trazioni alternative in generale – digitalizzazione e innovazione sono esplorati con sempre maggiore frequenza e successo.

Questo, non solo dalle istituzioni pubbliche, ma anche da realtà come imprese e università, che hanno colto l’importanza, in termini qualitativi, per la vita dei cittadini oltre che l’opportunità strategica, di una rivoluzione verde.

Istituzioni pubbliche, Scuole e Università operano spesso in sinergia, per contribuire a formare una consapevolezza diffusa nelle nuove generazioni e nella popolazione sui grandi temi del rispetto dell’ambiente e della transizione energetica.

Iveco E-way, il bus elettrico smart

Con la sua gamma di prodotto completa e ormai consolidata sul mercato europeo, a filiera tutta italiana, l’IVECO E-WAY è il partner ideale per la ridefinizione del trasporto urbano in chiave ecologica.

Apre la strada a progetti che mirano alla realizzazione di una città sempre più smart, più semplice e più vivibile.

Questo, a partire dal traporto pubblico elettrico integrato con infrastrutture di ricarica, soluzioni innovative di efficienza energetica per i depositi. Ma, anche, smart bus stop per migliorare il comfort e l’efficienza del servizio pubblico.

L’IVECO E-WAY rappresenta l’ultima evoluzione tecnologica dell’elettromobilità a zero emissioni.

Dotato di un motore elettrico da 120/195 KW e di batterie NMC agli ioni di litio da 360 KWh alloggiate sul tetto e nel portellone, con una ricarica di sole sei ore può essere utilizzato per l’intera giornata lavorativa. Il veicolo, disponibile su tutte le lunghezze, assicura i vantaggi della flessibilità e della modularità. Così, risponde efficacemente ai requisiti operativi del trasporto urbano e vanta una capienza fino a 82 persone, 22 sedute e 60 in piedi. Inoltre, ha una piacevolezza e fluidità di guida a vantaggio di conducente e passeggeri.

Il secondo veicolo utilizzato all’evento per i trasferimenti è un Crossway NP Low Entry. Un autobus che coniuga elevate prestazioni (grazie al motore Cursor 9 Natural Power da 360 CV) con basse emissioni. Queste sono garantite dall’alimentazione a gas naturale compresso, 100% compatibile con il Bio Metano. Carburante già disponibile, che consente la realizzazione di una vera circular economy. Ha anche design intelligente, che integra le bombole di CNG nel padiglione.

L’impiego di questi due veicoli per la gestione del trasporto pubblico comporta un decisivo beneficio ambientale per la città ed i cittadini in termini di riduzioni delle emissioni, maggiore silenziosità e un miglioramento della qualità e del confort del servizio e rappresentano la risposta più sostenibile alle esigenze di trasporto di una città che cambiando il suo volto attraverso l’innovazione tecnologica e il rispetto per l’ambiente.

2020-09-16T08:35:26+02:0014 Settembre 2020|Categorie: EVENTI|
mobility manager