Nasce l’Istituto Tecnico Superiore per la Mobilità Sostenibile. A Ortona, con Di Fonzo

Nasce a Ortona l’ Istituto Tecnico Superiore per la Mobilità Sostenibile. Mondo delle imprese, Università e scuola, Enti pubblici costituiscono la “Fondazione ITS MO.ST” per la formazione della nuova figura professionale Tecnico per il trasporto e la logistica C’è posto per 20 diplomati al corso biennale di Tecnico per il Trasporto e la Logistica che sarà avviato a ottobre prossimo.

Una scuola per la mobilità sostenibile

Il nuovo ITS per la mobilità sostenibile, che ha sede a Ortona (Chieti) nell’Istituto “L. Acciaiuoli – L. Einaudi”, nasce con l’intento di affiancare competenze e conoscenze alle leve del cambiamento della domanda mondiale, divenuta sempre più social con gli acquisti on-line e più esigente nella qualità e nei tempi di consegna. Gli allievi potranno formarsi in aziende leader nel settore dei trasporti e della logistica, comprenderne le dinamiche competitive e sviluppare progetti sperimentali di ecomotive e di ecomobilità, nonché acquisire competenze in nuove tecnologie applicate.

Alfonso Di Fonzo presidente della Fondazione

La Fondazione, presieduta dall’ing. Alfonso Di Fonzo (presidente della Donato Di Fonzo & F.lli Spa), è costituita da: Autorità di Sistema Portuale del Centro Adriatico, Università degli Studi di L’Aquila, gli Istituti d’istruzione superiore “L. Acciaiuoli – L. Einaudi” di Ortona (ente capofila), “E. Mattei” di Vasto e “A. Volta” di Pescara, CNA Abruzzo, le aziende leader nel trasporto merci e nella logistica evoluta FAS Srl, L.Transport Spa, Cav. Romeo Spedizioni e Abalog Srl, le aziende del trasporto passeggeri TUA Spa, Cerella Srl e Donato Di Fonzo & Fratelli Spa, agenzia di formazione Insight & Co, Polo Inoltra consorzio regionale per l’innovazione nel trasporto e nella logistica, Comune di Ortona, Azienda speciale della Camera di Commercio Chieti Pescara e Confindustria.

Percorsi formativi per giovani tra 19 e 35 anni

I percorsi formativi si rivolgono a giovani di età compresa tra i 19 ed i 35 anni, che avranno la possibilità di approfondire i temi della mobilità delle persone e delle merci, sia negli aspetti classici della logistica distributiva sia in quelli innovativi collegati alla velocità e affidabilità messe a disposizione dal 5G, che saranno la chiave dell’affermazione definitiva di tecnologie come l’Internet of Things (“Connessi o Estinti!”) e dello sviluppo più maturo di Industria 4.0. La specializzazione scientifica sarà delegata all’Università degli Studi di L’Aquila, al Centro di Ricerca per il Trasporto e la Logistica dell’Università La Sapienza di Roma e all’ITS di Piacenza per la mobilità sostenibile.

Il primo corso da ottobre 2018

I percorsi, sostenuti finanziariamente dalla Regione Abruzzo attraverso il Fondo Sociale Europeo, avranno una durata di 24 mesi articolati tra apprendimento in aula, laboratorio e azienda, attraverso un confronto diretto con leader di mercato ed operatori europei di successo. Il primo corso inizierà a ottobre 2018 e accoglierà 20 giovani diplomati che si affacciano al mondo produttivo in cui la domanda occupazionale è molto alta: la figura richiesta è quella del Tecnico per il Trasporto e la Logistica con competenze in sistemi di distribuzione innovativa, intermodalità e sostenibilità aziendale, territoriale e ambientale.

 

 

2018-11-23T14:33:08+00:002 Luglio 2018|Categorie: EVENTI|Tag: , |