Colpo di scena, l’ennesimo, nella vicenda della crisi e della cessione delle quote statali di Industria Italiana Autobus, che sembrava essere a un passo dal passare nelle mani di Seri Industrial

E invece, a seguito dell’ultimo incontro tenutosi a Roma, al ministero del Made in Italy di Adolfo D’Urso, tra il governo e i sindacati (al faccia a faccia hanno partecipato anche i deputati Toni Ricciardi e Carlo Calenda e, in rappresentanza della segretaria nazionale del Pd, Sandro Ruotolo), lo stesso titolare del dicastero ha annunciato la sospensione della trattativa per la cessione delle quote di maggioranza – quelle ancora oggi in capo a Leonardo e Invitalia – al partner privato, concedendo(si) altre tre settimane di tempo per decidere il futuro di IIA e dei suoi dipendenti di Bologna e Flumeri.
Un lasso di tempo utile per verificare la disponibilità di altri soggetti, anche internazionali, interessati a subentrare in società.

Quest’ultima è una via fortemente caldeggiata dalle sigle sindacali, che spingono anche per non privatizzare Industria Italiana Autobus, per la quale si auspicano un futuro in parte pubblico. Con la cessione delle quote alla realtà della famiglia Civitillo, invece, il 95% delle quote di IIA sarebbe stato privatizzato.

   

In primo piano

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Autista fuori servizio sorpreso a comprare eroina: arrestato

Un autista di bus per i servizi di linea a Padova è stato pizzicato dalla polizia mentre acquistava eroina da un pusher. Fermato dagli agenti, l’uomo – in passato già sospeso dal lavoro per tre mesi proprio per essere risultato dai test positivo agli stupefacenti – ha ammesso di es...