Industria Italiana Autobus, Fs si sfila. Karsan pronta al rilancio

Industria Italiana Autobus. Ferrovie delle Stato si sfila, Leonardo e Karsan pronte alla ricapitalizzazione. Del Rosso saluta. Con l’amaro in bocca. Questa in sintesi la cronaca di una giornata, quella di ieri, che nei fatti non ha avuto nessun riscontro sull’assetto societario di IIA.

Industria Italiana Autobus, parola al Mise

Insomma, nulla di fatto, o quasi. «L’Assemblea dei soci di Industria Italiana Autobus», si legge sullo stringato comunicato stampa del Mise (Ministero dello sviluppo economico), «sta procedendo nella direzione della ricapitalizzazione dell’azienda come fortemente auspicato dal Ministero, insieme alle società coinvolte. Dopo aver salvaguardato nei giorni scorsi gli stipendi dei lavoratori, chiedendo a IIA un atto di responsabilità, si procede ora con l’obiettivo di garantire solidità all’azienda». In buona sostanza è tutto rimandato all’11 di dicembre.

Industria Italiana Autobus

“Poteva essere la giornata del rilancio con la ricapitalizzazione pubblica, ma tutto è rimandato ancora una volta. Invitalia ha confermato il proprio impegno insieme a Leonardo sul rilancio produttivo e industriale grazie alla ricapitalizzazione. Ferrovie dello Stato non ha ancora deciso se entrare nella società, valuterà l’ingresso entro i primi dieci giorni di dicembre”. Lo dichiara in una nota Michele De Palma, segretario nazionale Fiom Cgil. ​

Industria Italiana Autobus, in sintesi

Secondo voci accreditate la ricapitalizzazione sarà fatta da Leonardo e da Karsan (azienda che già oggi detiene il 5 per cento dell’azienda). Ferrovie dello Stato, invece, si sarebbe sfilata dall’affaire IIA. Con questa operazione Stefano del Rosso uscirebbe definitivamente dalla Industria Italia Autobus, la società nata nel 2014 dalla fusione dell’ex Bredamenarinibus di Bologna e dell’ex Fiat Iveco di Flumeri (Avellino).

2018-11-27T14:33:10+00:0022 Novembre 2018|Categorie: AUTOBUS NEWS|Tag: , , , |

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio